Ma fatemi il piacere


Non conosco le segrete cose del Partito Democratico, né, per la verità, le reputo abbastanza interessanti da meritare un approfondimento particolare.

Ciò che mi limito a constatare, quindi, è il comportamento pubblico dei suoi esponenti: il quale, sia detto una volta per tutte, dovrebbe essere l'unico parametro politicamente rilevante per farsi un'idea sull'attività dei partiti politici e dei lori rappresentanti.

Ebbene, lasciando da parte i retroscena -che negli ultimi tempi sono sempre più di moda, ma che a livello politico restano sempre quello che sono, cioè fuffa- e le buone intenzioni -delle quali, mi si consenta di ricordarlo, è notoriamente lastricata la via dell'inferno, ma anche quella della sconfitta- l'unica circostanza incontrovertibile che mi pare di poter rilevare consiste nel fatto che quelli del PD non sono neanche capaci di organizzarsi come si deve per mettere in difficoltà la maggioranza nel primo posto in cui dovrebbero farlo, vale a dire il Parlamento.

In un contesto del genere -che mi sono sforzato di ricostruire con un certo equilibrio per non fare la solita parte dell'amante dei paradossi- arriva Bersani in diretta TV e si mette a blaterare che loro, a questo premier, non daranno tregua.

Andiamo, chi cazzo volete che vi creda?

Questo post è stato pubblicato il 06 ottobre 2009 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Ma fatemi il piacere”

  1. ..in realtà nessuna tregua è nel senso che ci pensa da solo il premier a fare le cose, anche a ripondere a cose che non esistono come l'opposizione, se deve aspettare che facciano qualcosa loro altro che tregua, è calma totale..

    RispondiElimina
  2. Secondo me si riferiva a noi cittadini nel senso: "Non avrete nessuna tregua con questo premier"

    a parte le battute su cui c'è veramente poco da ridere e molto da riflettere mi ricollego ai commenti che ho già fatto in coda al post sull'addio di Rutelli.

    Nessuno gli crede più, l'unica opposizione in parlamento è DiPietro, questo è il dato preoccuante.

    RispondiElimina
  3. PD sta all'opposizione come berlusconi all'onestà!

    RispondiElimina
  4. Se tante volte a qualcuno fosse sfuggita la cosa tra i membri che devono giudicare gli assenteisti della votazione incriminata (era stata paventata l'ESPULSIONE, BUM!)ci sono alcuni tra gli assenti. E trallallero trallallà.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post