Treviso, bel suol d'amore


Dite la verità: si vede la mano di un maestro come Giancarlo Gentilini, nevvero?

01 02 03 04 05 06

Questo post è stato pubblicato il 08 ottobre 2009 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

52 Responses to “Treviso, bel suol d'amore”

  1. Grazia53:

    L'ho sempre detto che i veneti sono una razzaccia, poi vengo infamata, ma facciamolo noi il muro.........

    brutti nazifascisti

    Grazia53

    RispondiElimina
  2. era ora che qulcuno prendesse la decisione di ridare l'Italia agli italiani e di ripulire questa Italia dai comunisti regressi e tutti gli extracomunitari che anno fatto entrare per favorirsi i voti

    RispondiElimina
  3. Ridare l'Italia agli italiani o a quei quattro squadristi che si gloriano di simili puttanate?

    RispondiElimina
  4. Allora io sono Trevigiano... ma non lo dico in giro!
    aggiungo questo video:

    http://www.youtube.com/watch?v=AMGqhSAVLgA&feature=related

    RispondiElimina
  5. ciao grazia53
    e dovrei dire "grazia di nome, ma non di fatto" chi ti risponde è un veneto, sono orgolglioso delle mie radici, ma NON sono ne nazista ne razzista ti ricordo che esprimere solidarietà agli stranieri è giusto, ma insultare i tuoi connazionali, senza conoscerli, è sciocco e geosentimentale
    Paolo

    RispondiElimina
  6. L'estensore del post precisa, qualora non si fosse capito, che il post medesimo è fortemente critico nei confronti dei leghisti, e non dei veneti.

    RispondiElimina
  7. Guarda che se fate un muro, il 99% dei Veneti ci mette i soldi di tasca propria per pagarlo...

    E' un sogno quello di staccarci dall'Italia, ma purtroppo un utopia in quanto la maggior parte delle tasse le paghiamo noi e le usate voi.

    ...

    RispondiElimina
  8. Staccarvi dall'Italia è semplicissimo: basta andarsene. Buon viaggio.

    RispondiElimina
  9. Come si può parlare ancora di razza ..? Perche non criticare 'la persona' che sbaglia piuttosto che offendere il veneto o il siciliano o chiunque altro..??

    Giuseppe

    RispondiElimina
  10. Ripeto: il post denuncia i comportamenti dei leghisti, e non è in alcun modo rivolto contro i veneti.

    RispondiElimina
  11. Io sono veneta, e ,se da una parte mi vergogno di questi episodi, dall'altra posso dire che queste cose fanno notizia perche' sono eccezioni.La maggior parte dei veneti convive tranquillamente con stranieri di tutte le razze,senza distinzioni A Grazia53 posso far notare che sta usando un luogo comune.Quello stesso luogo comune che e' all'origine degli episodi scritti

    RispondiElimina
  12. Ma che razzismo del.....Ma è possibile che vi attaccate sempre a queste cose, chi vuole stare in Italia deve rispettare le nostre leggi e i nostri usi e costumi e da donna dico che il burca,oltre ad essere illegale ( Legge degl'anni '70)è molto offensivo.

    RispondiElimina
  13. ma chi sono gli italiani che dovrebbero aver ridata l'Italia ?
    i leghisti, i padani, i vicesindaci un po tonti ?

    RispondiElimina
  14. Chi non è Veneto o non ha mai vissuto in Veneto è pregato di non giudicare,ognuno impari a guardare a casa propia che ce nè per tutti

    RispondiElimina
  15. Chi non è nato né vissuto in Veneto ha tutto il diritto di criticare forze politiche come la Lega Nord. Ti ricordo che costoro sono nel governo della nazione intera, non solo del Veneto. Il quale, a sua volta, fa parte dell'Italia. Nonostante la Lega.

    RispondiElimina
  16. Io abito in provincia di Treviso e ho vissuto 6 mesi a Treviso città e devo dire che di molte cose sono rimasto pressochè esterrefatto da chiusura mentale, e modo di pensare agghiacciante.
    Sarebbe comunque interessante capire perchè sia così. Le risposte sono secondo me di ordine psicologico e risalgono a fatti storici accaduti soprattutto durante la seconda guerra mondiale.

    RispondiElimina
  17. Io abito in provincia di Treviso e ho vissuto 6 mesi a Treviso città e devo dire che di molte cose sono rimasto pressochè esterrefatto da chiusura mentale, e modo di pensare agghiacciante.
    Sarebbe comunque interessante capire perchè sia così. Le risposte sono secondo me di ordine psicologico e risalgono a fatti storici accaduti soprattutto durante la seconda guerra mondiale.

    RispondiElimina
  18. Io sono di Treviso e devo dire che la mentalità chiusa e l'ignoranza che ho sperimentato soprattutto nella città sono state molto pesanti da mandare giu.

    Penso che questo modo di concepire i rapporti risalga a motivi storici che risalgono alla seconda guerra mondiale.

    Comunque non ci sono scusanti e sarebbe bello che qualcuno spiegasse a questi politici che è finito il tempo di giocare ai soldatini.

    RispondiElimina
  19. Meglio essere governati dalla Lega che da quattro comunisti capaci solo di sputare veleno e non fanno ne faranno niente di buono per l'Italia ,almeno la Lega ha il coraggio di dire quello che tutti e ripeto tutti pensano ma che siccome falsi non dicono perchè si nascondono dietro un falso moralismo euno stupido buonismo

    RispondiElimina
  20. I veneti, popolo da sempre emigrante, dimentica le sue sofferenze dello stare lontano da casa in terra straniera (o italica vedi ex paludi pontine) e trattano gli immigrati come non sono stati trattati loro. Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna!

    RispondiElimina
  21. Ah, ora siamo arrivati al punto che volete perfino dirci quello che pensiamo noi? Cos'è, un nuovo tipo di squadrismo psicologico?

    RispondiElimina
  22. Sai perchè la mentalità di noi
    veneti è così chiusa ?anche se in verità non credo sia così chiusa ma va bè fa niente,è perchè i veneti sopratutto i nostri vecchi hanno sempre e solo pensato a lavorare

    RispondiElimina
  23. I nostri emigranti quando andavano via per lavoro partivano con contratti già sicuri e se solo avevano un piccolo malanno non li lasciavano partire e te lo dice una che aveva il nonno emigrante,i nostri vecchi si sono adattati ai posti dove andavano e non pretendevano che il posto si adattasse a loro

    RispondiElimina
  24. Quella dell'italiano "bravo emigrante" o della severità raccontata dai nonni sono FAVOLE. Gli italiani migranti erano esattamente come tutti i migranti. Gli episodi di xenofobia in Italia sono spaventosi e basta appellarsi alla lega che ce l'ha duro, perchè anche questa è una favoletta. E' un partito ipocrita e che spinge sull'odio per ottenere consensi. Poi però non mantiene le promesse fatte in campagna elettorale. Sul burqa sono d'accordo con la ragazza che scrive che è illegale, ma a questo punto pensate a tutte le illegalità della chiesa cattolica e a tutti i privilegi che le sono stati concessi. Al nostro stato manca tout court la laicità. Poi sul fatto che sia offensivo... perchè non ti ritieni offesa dalla trasformazione del corpo femminile in merce che la tv opera tutti i giorni? Concludo dicendo che appena possibile me ne andrò dall'Italia, paese governato da bastardi e popolato da tonti. Il fascismo è ritornato ed è molto peggio del primo sotto alcuni aspetti.

    RispondiElimina
  25. Io abito in provincia di Treviso, e penso che i veneti in generale, ma i trevigiani in particolare, siano così chiusi per 1 motivo fondamentale: sono dei pecoroni che hanno sempre obbedito alla chiesa... Almeno la classe contadina, doveva lavorare duro, chiudere la bocca, e "liberamente versare" la "decima" al prelato di turno (da parte di mio padre lo facevano, da parte di mia madre erano "comunisti" e mandavano la chiesa in quel posto...).
    Tuttavia ritengo che la presenza radicata della chiesa in questa regione sia la causa principale della ristrettezza mentale della gente. La maggior parte della gente razzista che ho conosciuto era anche profondamente attaccata all'istituzione della chiesa.

    Anche se l'aria che si respira qui ti può portare facilmente ad aderire alla lega: mio marito stesso, uruguayano qui col permesso di soggiorno e con un passato da comunista, sempre antiyankees, nonché fortemente anticlericale come me, comincia a dire che la lega, nonostante tutti i suoi difetti, non ha certo tutti i torti.
    Se riesce a dirlo uno come lui...
    In ogni caso, è vero quello che qualcuno ha detto: moltissima gente si rivede nelle posizioni della lega, tuttavia solo una parte di queste lo dichiara, perché ammetterlo attira biasimo. Ma qui da noi attira biasimo anche dirsi atei e anticlericali... ciò che in veneto è "in" (ovvero politicamente corretto) è essere parte di quel centro-sinistra-destra-misto mare e buonista che non fa torto a nessuno (tanto meno al prete!!)

    RispondiElimina
  26. Se metilparaqualcosa usasse anche il cervello oltre alle dita per scrivere, saprebbe che non è così semplice staccarsi dall'Italia. Mandare via il Veneto sarebbe come perdere una delle 3/4 regioni che tengono in piedi economicamente questo carrozzone che si chiama Italia, dove in tanti parlano ed in pochi lavorano. Ma se fosse possibile aggregarsi all'Austria, mi farei una sbronza memorabile. L'errore è stato fatto nella prima guerra mondiale, i nostri nonni non dovevano sparare verso nord, ma verso sud ed ora non saremmo qui a farci dare dei razzisti da tanta gente che manteniamo da mezzo secolo.

    RispondiElimina
  27. Il cervello di Metilparaqualcosa funziona benissimo: staccarsi vuol dire che te ne vai, e lasci all'Italia ciò che è suo, cioè il territorio di cui parli.
    Quanto al fatto che mi mantieni, smettila con questa puttanata: facciamo un conto e verifichiamo che alla fine non sia io, a mantenere te. Peraltro, senza neanche fartelo pesare.
    Ti ricordo che questo è uno stato sovrano, ma che i passaporti li rilasciano con una certa facilità: fattene uno e togli il disturbo, se qua non stai bene.

    RispondiElimina
  28. Cazzo Capricciò..
    eccerto che se proprio un molestatore di leghisti!

    RispondiElimina
  29. Be', siccome vogliono la secessione do loro dei suggerimenti per porla in essere quanto prima...

    RispondiElimina
  30. LEGA LA LEGA....
    "italia agli italiani"!??! e per farci cosa!? ormai è una skatola svuotata da dignità e cultura!!
    "terra a ki la ama"
    questo è il massimo del mio... senso d'appartenenza..

    RispondiElimina
  31. Io sarei piuttosto curioso di vedere come verrebbe realizzato il famoso muro..
    Non è che qualcuno ha una bozza da far vedere?

    RispondiElimina
  32. Probabilmente impiegando nella costruzione un bel po' di immigrati.
    In nero.

    RispondiElimina
  33. per il secondo anonimo: ma come cazzo fanno a votare gli extracominutari?
    Sei un fascistello da impiccare.

    RispondiElimina
  34. Giacinto, non è colpa del secondo anonimo, è che quei copricapi da galli con le corna a volte sono troppo stretti e bloccano la circolazione..

    RispondiElimina
  35. Caro comunistucolo di Metilacetilene (l'alito) sei tu che non stai bene in Italia e se non sbaglio ti ho sentito spessissimo lamentarti di come vanno le cose con questa destraccia al governo e con Berlusconi e con la Lega. Non dovresti stare malissimo invece visto chje hai tutto il tempo di cazzeggiare su internet invece di lavorare (ma probabilmente sei uno di quei bidelli che fanno solo servizio invece di pulire le scuole).
    Per quanto riguarda i conti, su chi mantiene chi, puoi scrivere cazzate perchè ognuno di noi si tiene la sua verità e non gli costa nulla, ma basta leggere un giornale (no! non il manifesto e l'unità) per sapere a quanto ammonta il prelievo fiscale nelle varie regioni e quanto gli viene restituito. Tieni presente che il Veneto non ha ministeri o sedi di società statali che gli valgono reddito, che sono stati posizionati da Roma verso nord (guardando l'africa). Ciao cara.

    RispondiElimina
  36. ma cosa dici? i veneti pagherebbero il muro? i veneti pagano le tasse? ma dove c...vivi!siamo tra i maggiori evasori e se possiamo metterla nel c... al vicino , non ci pensiamo un' attimo! te lo dice un trevigiano

    RispondiElimina
  37. Il "ciao cara" finale dice tutto.
    Io faccio il commercialista, e con le mie tasse mi punge vaghezza di pagare perfino la carta igienica con cui tu (di cosa ti occupi, tu?) ti pulisci il culo.
    Detto questo, e detto che l'organizzazione del mio lavoro (autonomo, visto che 'sta parola vi piace tanto, ma ancora: tu invece che lavoro fai?) non spetta a te (tra l'altro, con il tuo q.i., metterti in mano l'organizzazione anche di una bocciofila porterebbe immediatamente alla sua chiusura), ti saluto.
    Non senza una grande tenerezza per come sei messo.

    RispondiElimina
  38. Tra i vari anonimi, qui come vedo sono molti che hanno grande coraggio delle proprie idee, uno in particolare dice:
    "chi vuole stare in Italia deve rispettare le nostre leggi".

    Tranne che se è italiano, vero? Se è italiano invece può fare il criminale quanto gli pare e restare in Italia; perché è italiano, e da bravo italiano può anche delinquere ma restare un bunissimo italiano.

    RispondiElimina
  39. Si dà il caso che i Veneti abbiano prima mangiato con la Democrazia Cristiana e ora con i leghisti. Quanto al buon governo... avete presente Toscana, Umbria, Emilia e Marche? Ecco. Quindi se il muro famoso lo costruissero vi assicuro che i primi a rallegrarsi sarebbero i romani che non ne possono più dei vostri deputati ladri, puttanieri e beceri in giro per la nostra meravigliosa capitale. Ah, prendetevi anche il papa, va.

    RispondiElimina
  40. non sono veneto ma romano di nascita ho tanti amici veneti brave persone chi ha scritto quel commento e sicuramente del pd di rifondazione ho qualche altro partito di sinistra ma sopratutto un vigliacco e un coniglio che non firma il suo commento.I VERI RAZZISTI SIETE VOI CHE che vorreste far entrare tutto il mondo senza dare garanzie di un futuro a coloro che invece regolarmente entrano e dimostrano di avere un lavoro e il permesso di soggiorno,non siamo l'ombellico del mondo e non possiamo permettercelo di ospitare tutti i perseguitati politici i profughi e poveri del mondo,se tu sei favorevole a far entrare tutta questa gente tutti quelli che la pensano cosi dovrebbere mettere mano nel propio portafoglio e ostirne uno a testa a casa vostra a spese vostre cdonsiderando che ci sono milioni di qua qua ra qua cominciate mettere mano al vostro portafoglio.Siete degli incoerenti e lo dimostrano i fatti voi vorreste far entrare tutti per poi girarvi dall'altra parte quando li vedete buttati per strada presso le stazioni i veri razzisti siete voi.

    RispondiElimina
  41. Giacinto, mi spiace ma commenti con minacce fisiche rivolte a persone o organizzazioni non possono restare su questo blog.
    Perciò ho dovuto eliminare il tuo ultimo.

    RispondiElimina
  42. vedete?questi comunisti amano criticare ma odiano essere criticati

    RispondiElimina
  43. Metil fai come vuoi, il blog è tuo. Figurati se ho voglia di farmi 300 km per andare a bruciare Casapound. Era per stuzzicare. Cmq come hai censurato me, corrente continua vuole che i commenti davvero razzisti non trovino albergo qui. Ne vale de valore del tuo blog

    RispondiElimina
  44. Per tutti gli altri:

    ignorate le manifestazioni provocatorie dei troll di destra che puntualmente inondano di immondizia cibernetica i post che li stuzzicano di piu' dal punto di vista della rabbia.

    RispondiElimina
  45. Comunque: non si tratta di cosa qualifica e cosa squalifica. Qua ognuno scrive quello che vuole. Il punto, in questo caso, riguarda la responsabilità legale del titolare del blog rispetto ad affermazioni di un certo tipo. Non importa se squalificanti o no. Tutto qua.

    RispondiElimina
  46. Mi vuoi segnalare alla postale?

    Tu credi abbia paura dei puffi?

    RispondiElimina
  47. Salve. Primka di tutto voglio dire una cosa: dire che i Veneti se vogliono andarsene dall'Italia, debbono emigrare è esattamente ciò che dicono i berlusconiani agli Italiani di sinistra. Mi sono stufato. L'Italia è di tutti gli italiani, e il Veneto è di tutti i Veneti. Nessuno deve essere costretto ad emigrare per motivi politici. Ognuno deve essere libero a casa sua, nella sua comunità, nella sua città.
    Secondo: le notizie che leggete su Treviso sono scandalose, è vero. D'altra parte un leghista vi risponderà che è così perché in Veneto le leggi vengono fatte rispettare, così come in Veneto le forze di polizia italiane le fanno rispettare ai Veneti, molto più di quanto non le fanno rispettare in altre zone d'Italia, dove l'illegalità criminale e fiscale è estremamente più alta. E hanno completamente ragione. Da questo bisogna venir fuori: non dal fatto che i leghisti sono rozzi, xenofobi o "una razzaccia", ma dal fatto che i leghisti, talvolta, hanno pure ragione. Finchè non capisce questo, si potrà guaire come cani consci del pericolo, ma la risposta sarà sempre una pedata in muso.

    RispondiElimina
  48. Vivo nella provincia di Treviso e mi sento in dovere di puntualizzare due cose:
    1- non tutti i veneti o i trevigiani approvano le scelte dei loro governanti (e questo per chi vuole costruire un muro)
    2- non è vero che i veneti pagano le tasse per mantenere il resto d'Italia: c'è un sommerso da queste parti, da far impallidire la Calabria! A proposito di Calabria: a dirla tutta, i rifiuti tossici arrivano proprio da qui!
    Chiudo aggiungendo che mi piacerebbe, ogni tanto, leggere una discussione basata sui fatti e non sugli insulti gratutiti.
    Ne sentiamo fin troppi in televisione: almeno su un blog intelligente come questo sarebbe interessante confrontarsi civilmente. Siamo tutti adulti, dimostriamolo.

    RispondiElimina
  49. sono veneta è precisamente Trevisana.Una cosa mi ha fatto sempre arrabbiare, che sui mie libri di storia, la Repubblica Veneziana meritasse solo due righe, mentre i miei cugini che vivono all'estero interi capito.Ma passiamo al razzismo, ne siete sicuri che siamo razzisti, io ho molte amiche dell'est, e due di colore, e una marocchina, chi mi ha aiutato a leggere il Corano, a capirlo,visto che lei non è velata.Trovo che sia una forma grave di pregiudizio, nei nostri confronti, mi sono sentita isolata sul Lago di Como, invece ben accolta a Roma.Inoltre c'è un controllo, in tutti i settori, mio padre aveva la vigna, durante la vendemmia, venivano pattugliati con l'elicottero le campagne, per verificare se c'era il lavoro nero.I visto che lavoro nel sociale,settore spesso mi sono sentita dire "lei ha dei pregiudizi perché sono meridionale"ci sono famiglie problematiche in tutte le classi, in tutti le regioni, ma credo che sia l'unico modo per attaccarmi,credo che un esame di coscienza faccia bene a tutti, perché, infondo io mi preoccupo solo del minore.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post