L'insostenibile leggerezza del dito medio

Ecco, questa è una delle persone che, avendo partecipato alle cene organizzate da Berlusconi, ha potuto testimoniare personalmente dell'eleganza e della sobrietà con cui si sono sempre svolte.
Se lo dice una come lei, c'è da crederle.

Grazie a Luigi per la foto più nitida della mia.

Questo post è stato pubblicato il 25 gennaio 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

9 Responses to “L'insostenibile leggerezza del dito medio”

  1. E vi assicuro che vista dal vivo fa PAURA….

    RispondiElimina
  2. La San Purscé!!
    Notare gli occhi intelligenti: in pratica è come se su quella fronte ci fosse stampato "Q.I. 0,000000000002". :D

    RispondiElimina
  3. si rivolge all'elettorato del suo capo e lo rinforza, niente di strano: una volta educato il loro pubblico, cioè i loro elettori, alla degradazione mentale, bisogna rinforzarli nelle loro coordinate concettuali: la prossima sarà rispondere grugnendo e grufolando? oppure scorreggiando? Chissà...

    RispondiElimina
  4. che poi, voglio anche dire, invitare a cena, e coprire di favoritismi e regali (una ha parlato di "aiutino" da 115.000 euro), dei nugoli di troiette più o meno diciottenni e mignotto-sciascquetto-ambiziosette, per farci delle "serate tra amici senza né alcol né sesso": oltre che pervertiti sarebbero pure coglioni...

    RispondiElimina
  5. Il mantenere una figura del genere nelle istituzioni della Repubblica basta da sè ad illustrare il baratro in cui siamo precipitati.

    RispondiElimina
  6. io non vi capisco. questo governo è il governo delle promesse, del fare, il governo unico nella storia della repubblica composto interamente da politici competenti e di professione, il governo che ha ridotto il debito pubblico, le tasse, il governo che ogni cristiano non può che avallare poiché rispecchia i valori evangelici di ogni credente.
    questo governo è l'unico dopo anni e anni di dittatura di sinistra a poter garantire qualcosa.
    poi ci si è messa di mezzo la crisi economica e ha in parte ridimensionato le promesse ma le basi ci sono e sono robuste.
    la moralità non è mai stata messa in discussione.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post