Quale governo, questo?

Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio, 3 gennaio 2011:

Il nostro governo intende proseguire con la massima determinazione l'azione per difendere la libertà religiosa di tutte le fedi.
Daniela Santanché, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, 8 novembre 2009:
Maometto era un poligamo e un pedofilo.
Umberto Bossi, Ministro delle Riforme per il Federalismo, 2 dicembre 2009:
Qui i musulmani sbatteranno sempre le corna.
Roberto Calderoli, Ministro per la Semplificazione Normativa, 30 novembre 2009:
Dalla Svizzera giunge un segnale chiaro: sì ai campanili no ai minareti.
Roberto Castelli, vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, 19 settembre 2005:
Noi non siamo contro l'Islam, è l'Islam che è contro di noi.
Sandro Bondi, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, 5 aprile 2008:
Se persone di fede musulmana vogliono costruire una moschea lo facciano, ma lo facciano con i loro soldi: non capisco perché debba essere costruita con i soldi pubblici o con quelli della Fondazione Monte dei Paschi di Siena.
Alfredo Mantovano, Sottosegretario agli Interni, 13 ottobre 2009:
La questione va affrontata nel modo più equilibrato e oggettivo possibile, disegnando una mappa delle moschee in Italia e confidando sul fatto che non ne nascano di nuove.

Questo post è stato pubblicato il 03 gennaio 2011 in ,,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “Quale governo, questo?”

  1. Non capisco perché non si condivida l'affermazione di Bondi. Niente finanziamenti pubblici alle associazioni religiose!

    RispondiElimina
  2. Pietrodn: l'affermazione di Bondi è ipocrita perché non vale per la chiesa cattolica e altre religioni selezionate, che invece di fondi statali e privati ne ricevono eccome.

    RispondiElimina
  3. C'è questo vuoto del 2010 che è preoccupante.. ma possibile che proprio mettendosi li a sfoticchiare, qualche dichiarazione "razzista", "islamofoba", "fascista" e via discorrendo.. non si trova? Magari aggiustandola..

    RispondiElimina
  4. @Atrus: Concordo. Con la scusa che non esiste un punto di riferimento unico per l'Islam questa religione è esclusa dalla raccolta dell'8 per mille, mentre ad esempio sono inclusi i Testimoni di Geova (!). Non credo proprio che Bondi volesse togliere di mezzo l'8 per mille...

    RispondiElimina
  5. Qualcuno avrebbe dovuto dije: pure tu sei poligamo e pedofilo.

    RispondiElimina
  6. va beh ma ieri ha anche detto che nessun governo ha fatto come "quessto" per i giovani... parole in libertà

    RispondiElimina
  7. Metil, se posso permettermi, ti chiederei di aggiungere alla lista anche le dichiarazioni del Ministro degli Esteri della Repubblica Italiana (il tutto sottolineato) on. Franco Frattini su noi atei..che ci ha definiti «perversi, fanatici ed intolleranti»..che «minacciano la società», e vanno pertanto combattuti con un'alleanza tra cristiani, musulmani ed ebrei.»
    l'articolo in questione è stato pubblicato sull'Osservatore Romano, organo di informazione della Santa Sede (il quotidiano di una delle comunità religiose coinvolte nell'alleanza, quindi, tra l'altro pubblicato all'estero) e ripubblicato sul sito del ministero degli esteri.
    http://temi.repubblica.it/micromega-online/frattini-ateofobo-luaar-chiede-le-dimissioni-del-ministro-degli-esteri/

    La mia rihiesta è in rispetto della par condicio ..ci si dimentica spesso che anche gli atei fanno parte della comunità ed hanno, oltre ai doveri di tutti, anche i diritti di tutti ..spesso calpestati
    Grazie :))

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post