Applicando lo stesso becero ragionamento dovremmo allora, visti i precedenti, vigilare che i minori non entrino in chiesa da soli.


Mendicanti sì, ma molesti. Uno è entrato addirittura in sacrestia, aggredendo il sacerdote per chiedere soldi. È stato proprio il parroco di Castiglione delle Stiviere (Mantova) a denunciare dall’altare questa situazione, che alla fine lo ha costretto a decidere una contromisura difficile: chiedere ai fedeli di non fare elemosina agli accattoni. Così padre Italo Panizza, rettore del santuario, in provincia di Mantova, durante la messa serale del 26 dicembre e in quella domenicale di due giorni fa..

Questo post è stato pubblicato il 30 dicembre 2009 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “Applicando lo stesso becero ragionamento dovremmo allora, visti i precedenti, vigilare che i minori non entrino in chiesa da soli.”

  1. Applicando lo stesso becero ragionamento dovremmo allora, visti i precedenti, vigilare che gli atei non arrivino mai al governo.

    RispondiElimina
  2. Non applicando lo stesso becero ragionamento dovremmo allora, visti i precedenti, vigilare che a tutti sia garantita la libertà di coscienza. Ed è questa la differenza tra noi e quelli come te, Saccente, che si stracciano le vesti ogni giorno per negarla a chi non la pensa come loro. Un saluto non troppo amichevole

    RispondiElimina
  3. Vedo che l'hai capito anche tu,Saccente,che questo prete è un completo idiota.

    RispondiElimina
  4. Saccente ma che c'entra. hHai mai visto qualche ateo che andando in qualsiasi governo di una qualsiasi democrazia occidentale abbia fatto danno?

    Non sai davvero come pararti......


    PS: mi devi ancora 42mila euro.

    RispondiElimina
  5. Sono proprio i sacerdoti i primi mendicanti molesti. Ogni cerimonia in chiesa è buona per chiedere soldi, oltre a quelli, tanti troppi, che per altre vie riescono ad ottenere in cambio di bufale e favolette, e quanti ne manteniamo purtroppo.
    Gianni

    RispondiElimina
  6. I mendicanti rappresentano la concorrenza, visto che i preti tutti i soldi che hanno (e tanti ne hanno!)li hanno elemosinati o rubati.
    Guardate, cari parassiti, che nei vostri libretti 'sacri' sta scritto che il pane lo ci si guadagna col sudore della propria fronte. Non scroccando denaro a gente che lavora dandogli in cambio quattro chiacchiere fasulle!

    RispondiElimina
  7. Vi parlo da ateo e vi pongo un esempio,
    ero alla funzione funebre di mio zio, la bara davanti all'altare, il prete che recitava il rito e ad un tratto entra un bimbo(spinto dalla madre che era fuori la chiesa in ginocchio a mendicare), che comincia a chiedere la carità... si passa tutte le panche finchè arriva vicino a mia zia, la neo-vedova, chiedendole l'elemosina, il prete lo guarda e alza gli occhi al cielo, mia zia evidentemente seccata lo manda via..e quello continua fino alla fine della funzione!

    Ecco.. a me questo ha dato moooolto fastidio..
    Una volta i mendicanti avevano rispetto...magari maledicevano i tirchi...però...c'era una sorta di educazione!
    Non dico che condivido la frase del prete, però questo episodio da da pensare a come il fenomeno dei mendicanti stia cambiando...e non in meglio.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post