Profili di piombo


schifani

Certo. Infatti, com'è noto, se uno negli anni '70 voleva iscriversi alle Brigate Rosse, a Prima Linea o ai NAR, prima compilava un modulo indicando nome, cognome e un indirizzo di casella postale, poi ci allegava un bel po' di foto, quindi aggiungeva alcuni dettagli come la città di residenza, l'occupazione e le generalità dei suoi amici, e infine, quando gli veniva l'alzata d'ingegno di sequestrare un politico, gambizzare un giudice o sparare a un poliziotto, creava un bell'evento e invitava tutti quanti a partecipare.

Delle due l'una: o Schifani non ha mai aperto Facebook, oppure negli anni '70 era piuttosto distratto.

Questo post è stato pubblicato il 18 dicembre 2009 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “Profili di piombo”

  1. Ed io che pensavo si riferisse a I Nomadi o i Matia Bazar: gruppi di stampo sfacciatamente eversivo... ah, a vivere all'estero cosa si fraintende... :D :D :D

    RispondiElimina
  2. Non credo Schifani abbia mai aperto un libro...

    RispondiElimina
  3. L'analisi di Schifani è di una lucidità e di una franchezza disarmante: Facebook è pericoloso...dannatamente pericoloso...per loro...cosa può esserci di più pericoloso di un network in cui le informazioni circolano liberamente senza filtri e senza condizionamenti dall'alto, in cui ognuno può avere la propria opinione e condividerla con gli altri, in cui i fatti non possono essere oscurati? Schifani per una volta l'ha detta giusta: Facebook è il loro più grande pericolo, e devono averne una paura fottuta.

    RispondiElimina
  4. Negli anni 70 le comunicazioni di sobillatori e rivoluzionari vari, erano più difficoltose.

    Con l'avvento di internet e l'uso spregiudicato di Facebook e di false informazioni (vedi il recentissimo esempio del caso/bufala "censura: le foto sparite di Berlusconi e Tartaglia da Google" ) si possono indottrinare e sobilllare milioni di pecore...

    RispondiElimina
  5. @NetNews: con la televisione e i giornali, che in italia hanno un bacino di utenza nemmeno paragonabile a quelli di Iternet, invece non si può sobillare alcun individuo...

    RispondiElimina
  6. che personaggio ignorante

    RispondiElimina
  7. del resto anche il mitico Magnotta, al colmo dell'ira, tra una bestemmia e l'altra, aveva annunciato "M'iscrivo ai terroristi!"

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post