Sei giorni prima


Se fosse vero, vorrebbe dire che Stefano Cucchi è stato ammazzato due volte: prima dalle botte, e poi dall'indifferenza di chi se ne è strafregato di ascoltare la sua voce mentre avrebbe potuto salvarlo.

Date retta: tiratela fuori, 'sta verità, e vedete di tirarla fuori tutta.

Adesso più che mai, non avete scuse.

Questo post è stato pubblicato il 04 dicembre 2009 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

2 Responses to “Sei giorni prima”

  1. quindi è questo il senso di impotenza e di disfatta che si prova sotto dittatura militare? e dopo l'indignazione impettita, le spalle cadono sfinite... da che parte si potrebbe ricominciare?

    RispondiElimina
  2. Mi viene in mente il blasfemo di De André
    Non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte mi cercarono l'anima a forza di botte".

    In tre contro un ragazzino di 40 chili. Infami.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post