Anch'io talvolta li ho picchiati

George Ratzinger, fratello del Papa:

Io ero felice a ogni prova del Coro, ma devo ammettere che spesso diventavo depresso, perché non raggiungevamo i risultati che volevo. E all'inizio io ho spesso distribuito schiaffi, anche se poi mi rimordeva la coscienza per averlo fatto. (...) Fui molto felice, mi sentii sollevato quando nel 1980 furono vietate le punizioni corporali.
Aiutatemi a capire: costoro blaterano dalla mattina alla sera che esiste una legge divina assoluta e superiore alla quale attenersi indipendentemente dagli andazzi del mondo, in ragione della quale si sentono autorizzati a sputare sequele di insulti sui relativisti, sui gay, sulle donne che abortiscono, sui malati che vogliono l'eutanasia e via discorrendo, e poi c'è bisogno di scrivere una norma apposta per fargli smettere di picchiare i bambini?

Non so voi, ma io ho la nitida sensazione che ci sia qualcosina che non va.

---
Grazie a CoB per la segnalazione.

Questo post è stato pubblicato il 09 marzo 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

11 Responses to “Anch'io talvolta li ho picchiati”

  1. Quando finalmente avranno una norma contro la pedofilia faranno felici e sereni anche i preti maniaci tutt'ora depressi per dover distribuire toccatine e palpatine.

    RispondiElimina
  2. "Non resistere al male", ma "porgere l'altra guancia" (Mt. 5, 39; Lc. 6, 29)

    Con questi bimbi, il maggiore problema stava sicuramente nel definire la par condicio delle guancie. vV

    RispondiElimina
  3. se non ha la faccia da porco pedofilo questo... il ghigno poi...

    lo vorrei avere 5 minuti tra le mie mani per farglielo passare quel cazzo di ghigno...

    RispondiElimina
  4. Basta considerare la ccar come un'altra versione della mafia, di cosa nostra ecc... e si vedrà come queste cose siano del tutto... naturali.

    RispondiElimina
  5. Ho avuto a che fare con preti e suore da bambina,chi mi chiedeva se mi toccavo e chi mi toccava…

    Sono molto contenta che vengano fuori queste cose,anche se non ne vedo la fine,o meglio una fine la vedo la totale scomparsa del clero mediante napalm.

    RispondiElimina
  6. Ma quanto è tedesco questo modo di ragionare: cioè io gli schiaffoni glieli ammolavo, poi però mi pentivo, ma per farmi smettere davvero c'è stato bisogno del divieto. Insomma alla coscienza si può pure non dare retta ma alla legge (das Gesetz) si deve ubbidire!

    RispondiElimina
  7. E il tutto si svolgeva in lingua tedesca. Poferi pimpi...

    RispondiElimina
  8. Quando si praticano tecniche volte a trasformare il sacerdote in una "pentola a pressione" (sic), cosa altro potremmo aspettarci?: http://bit.ly/b7rbBb

    RispondiElimina
  9. Che schifo..e sarebbero LORO i predicatori di pace, gli EDUCATORI..facile prendersela con i più deboli..e poi essere così schifosamente ipocriti da pentirsi perchè la SACRA LEGGE TE LO IMPONE!!Vergogna!!!

    RispondiElimina
  10. Ora, lo si può considerare riprorevole (ma ricordiamo che un tempo l'uso era diverso), ma guardando il titolo... picchiare è ben diverso da dare un ceffone, suvvia...

    RispondiElimina
  11. Fosse stato per lui, li avrebbe gassificati. A quell'istinto lì, non ha mica ceduto. E basta attaccare i Ratzinger anche quando non hanno fatto chissà che! Du' schiaffoni ai bimbi del coro, chi non glieli vorrebbe dare? Ma l'avete visto mai lo Zecchino d'oro?

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post