Soluzione sanitaria finale

Mentre due immigrate clandestine abortiscono in casa e rischiano di rimetterci le penne per paura di essere denunciate, la giunta regionale di centrodestra del Friuli Venezia Giulia fa chiudere i quattro ambulatori, uno per provincia, in cui venivano curati gli stranieri senza permesso di soggiorno.

Per la serie: se non riesci a cacciarli tutti, siediti e aspetta che si ammalino. Poi resta a guardare mentre crepano come cani.

Facile, no?

Questo post è stato pubblicato il 14 marzo 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

11 Responses to “Soluzione sanitaria finale”

  1. Sembra che noi italiani ci siamo dimenticati quando un po' di anni fa i nostri nonni andavano a lavorare come emigrati in germania, stati uniti e belgio. Prima ci lamentavamo che gli italiani erano trattati male all'estero, ora noi cosa stiamo facendo? La stessa identica cosa, stiamo diventando un popolo ignorante e incivile.

    RispondiElimina
  2. Per la serie: se non riesci a cacciarli tutti, siediti e aspetta che si ammalino. Poi resta a guardare mentre crepano come cani.

    e se nel frattempo qualcuno cerca di aiutarli, ARRESTALO
    http://www.altracitta.org/2010/02/10/aiutare-gli-immigrati-e-reato-arrestato-un-sacerdote-siciliano/
    I pretipedofili in galera no........ma quelli semplicemente umani si

    RispondiElimina
  3. Non è corretto: siediti e aspetta finché non crepiamo tutti. Infatti che io sappia bacilli, virus e germi non chiedono i documenti prima di infettare qualcuno, e se ne fregano se sei italiano o padano o australiano.

    Vale anche per i leghisti, con la sola eccezione della meningite: non avendo cervello, molti di loro sono geneticamente immuni.

    RispondiElimina
  4. è una decisione che offende ogni democratico e viola i principi della nozìstrra Costituzione, secdondo la quale il diritto alla salute è un diritto del'individuo e non esclusiva dei cittadini italiani

    RispondiElimina
  5. Volevano abortire e per molti già questo è abbastanza per definirle come carnefici e non più vittime in questa situazione, Qualcuno dirà sicuramente "gli sta bene, così imparano ad abortire".

    RispondiElimina
  6. io a volte non riesco a pronuinciare nemmeno una parola di conforto...quella che mi viene più spontanea è che tutto è uno schifo...che tutto viene fatto e deciso solo in merito a fatti di soldi e corruzione.
    A volte anche chi vuole aiutare a proprie spese rischia di essere punito...bisognerebbe diventare tutti missionari di mille e più missioni.

    RispondiElimina
  7. Mi vergogno di essere italiano...
    Mi vergogno di avere dei connazionali che hanno votato berlusconi e la lega solo per il loro gretto tornaconto.
    Ho paura...in Italia ha preso piede una cultura di morte..
    Ho paura.

    RispondiElimina
  8. Domanda:
    I nostri nonni emigravano all'estero per lavorare, ma erano clandestini o no?

    Io non sono contrario al fatto che vengano gli stranieri in Italia, anzi è bello che gente di culture diverse vivano insieme.
    Però l'illegalità può solo portare problemi e quindi va combattuta.

    RispondiElimina
  9. @Anonimo
    se rendi di fatto impossibile il permesso di soggiorno la conseguenza è l'illegalità diffusa...

    RispondiElimina
  10. Noto un certo fondamentalismo ideologico negli interventi.

    La verità é che mia nonna materna a 15 anni era a far mattoni alla periferia di Budapest con il permesso di lavoro regolare e questo succedeva 100 anni fa in Ungheria.

    Non fate confusione, la stragrande maggioranza dei nostri emigranti sono andati a lavorare in tutto il mondo, mica a delinquere.

    La clandestinità non é mai legalità e anche secondo le direttive Europee va combattuta.

    E' solo regolando i flussi in entrata che possiamo pensare di accogliere e non da clandestini coloro i quali arriveranno, solo così potremo garantire loro un alloggio, un lavoro, la sanità, quella riservata a tutti.

    Altrimenti, i clandestini, saranno sempre individui che andranno inevitabilmente a ingrossare le fila della malavita organizzata, portando scompiglio, malattie, disordine sociale.

    Spalancare le porte a tutti significherà portare una marea di derelitti nel nostro paese non potendo garantire loro che diritti di carta.

    RispondiElimina
  11. @ Roberto.
    Se rendi impossibile il permesso di soggiorno, allora perchè cavolo vogliono venire qui? Che se ne stiano nel loro paese.
    Devono venire qui per forza?
    Sanno che non li vogliamo e vogliono venire.
    Che vadano da un'altra parte.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post