L'amore è contagioso

Questo post è stato pubblicato il 28 marzo 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “L'amore è contagioso”

  1. Botte da orbi... della politica ;-)

    RispondiElimina
  2. secondo voi perchè stamattina son così allegra?
    La Carlucci incerottata per una volta non da un chirurgo plastico mi ha messo il friccico

    RispondiElimina
  3. L'aggressività del soggetto era già nota...
    http://www.youtube.com/watch?v=e-FXBMuFtnk

    Però non mi dispiacerebbe avere una documentazione video dell'accaduto... potrei diffondere il Verbo dell'Amore...

    RispondiElimina
  4. Per un lemmario analogico dell’Amore
    di V.S. Gaudio

    Amore: analogicamente si va per sentimento amoroso, affetto, affezione, tenerezza, dolcezza, simpatia, attrazione, trasporto, infatuazione, innamoramento, ma c’è ardore, passione, desiderio, ma anche amore fraterno, materno, amore puro, vero, sincero, profondo, ci si avvicina, cieco, ardente, fervido, ci siamo, focoso, appassionato, travolgente, viscerale, sviscerato, possessivo, totale, segreto no, non lo è , nemmeno clandestino, illecito?, colpevole? Peccaminoso, sì, e libero, un po’ contro natura, un po’ infelice, ma è reciproco?
    Amare : con tutta l’anima, volere un bene dell’anima, intendersela con qualcuno, se la intendevano o se la davano, avere il cuore colmo di passione, avere il cuore infranto, l’Antonella cosa aveva infranto?
    Persone: corteggiatore, chi? Pretendente, chi? Ragazza, morosa, druda, ganza, anima gemella, amata:”Avvenne che uno che l’amava molto per carnale amore, le donò uno troppo bello sganassino”(Novellino, Frammenti aggiornati); compagna, consorte, dolce, affettuosa, passionale, gelosa, sospettosa.
    Azioni: innamorarsi, accendersi, ardere, mettere gli occhi, e le mani, addosso, perdere la testa, avere una persona nel sangue, infiammarsi, inzuccarsi, romperle la zucca, prendersi una cotta, una sbandata, prendersi una testata, attaccarsi a qualcuna, attaccare qualcuna, prendersi cura di qualcuna, fare all’amore: “Appena mi vide, mi disse che aveva saputo dalle altre che ero molto brava a fare all’amore e, come per darmi il via, aggiunse che suo marito era andato in città. Allora la presi e la feci così contenta che mi regalò un bel maglioncino di lana rossa con falce e martello a punto e croce e una bella quercia con le ghiande., la mia Ribalda Democratica(Comisso, Una donna al giorno, aggiornata).

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post