Guinness della cazzata

Mi sono sorbita tutto il discorso del Berluska, ma alla fine la cazzata del secolo ha retribuito i miei sforzi (e Giuncas l'ha trasportata in formato youtube - sopra):
Vogliamo anche vincere il cancro, che colpisce ogni anno 250.000 italiani e riguarda quasi 2 milioni di nostri concittadini.
Capisco, il messaggio è: votate Pdl alle regionali che debelliamo il cancro!
Ma se è così semplice mi candido anche io: votate me e sconfiggeremo l'AIDS, un virus che al momento affligge 35 milioni di persone in giro per il mondo e ha fatto 25 milioni di morti dalla sua scoperta.
Questa volta è andato un po' oltre, non vi pare?

Questo post è stato pubblicato il 20 marzo 2010 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

19 Responses to “Guinness della cazzata”

  1. Si ne sono rimasto sconvolto pure io, vuole farci credere che c'è un rapporto diretto tra il PDL al governo e la cura del cancro? Non sa più che pesci pigliare e la cosa triste è che molta gente lo voterà sperando proprio in questo.

    Io mi candido per la pace nel mondo, già che ci sono.

    Non ci sta bene un generatore automatico di utopie?

    RispondiElimina
  2. a me sconvolge il fatto ke la gente ascolti certe cose lobotomizzata e senza reagire...possibile che siamo cosi pochi,o meglio troppo pochi nel renderci conto di queste assurdita???

    RispondiElimina
  3. Geniale...Consiglio al PD di appigliarsi alla peste: ha fatto decine di milioni di morti nei secoli ed è facile da debellare...
    E' l'unico genere di battaglie che il Pd più sperare di vincere...

    RispondiElimina
  4. Come no. Parola di uno che da 15 anni non fa altro che tagliare i fondi alla ricerca.
    Cinismo squallido, roba da far rabbrividire.

    RispondiElimina
  5. Ma non c'era là un sano di mente, uno solo cazzo!! che saliva sul palco e lo prendeva a calci nel culo???
    Se davvero, come si dice, un popolo ha i governanti che si merita allora io me ne vado cazzo!!

    RispondiElimina
  6. Abbiamo un presidente del consiglio ridotto a uno stato così pietoso che perderebbe lo scontro elettorale anche se il suo avversario fosse un distributore di merendine. Ma purtroppo c'è il PD, dall'altra parte, ad allungargli la vita.

    RispondiElimina
  7. vallo a dire ai ricercatori precari...

    Nature 455, 835-836 (16 October 2008)

    http://www.nature.com/nature/journal/v455/n7215/full/455835b.html... Mostra tutto

    "It is a dark and angry time for scientists in Italy, faced as they are with a government acting out its own peculiar cost-cutting philosophy..."

    non isulto ma mi sento vermaente preso per il culo e sono incazzato nero

    RispondiElimina
  8. quella di abolire l'ici era già esilarante, berlusconi è insuperabile!

    Forse ha il cancro...insomma l'ici era per lui

    RispondiElimina
  9. da un nanopirla cosa ci si può aspettare? uno che dice che è il miglior statista degli ultimi 150 anni! uno che dice che è unto dal signore.....
    Gesù, perdona coloro che non sanno cosa fanno. E poichè io non sono Gesù, noon perdono proprio niente!
    Si dic e che alcuni abbiano ricevuto 100 euro per fare le comparse alla manifestazione! Manco per mille avrei mischiato la mia faccia alla sua!

    RispondiElimina
  10. Maria Pia molti erano disoccupati o pensionati...
    Come dar loro torto?
    Si sono fatti una gita gratis e hanno guadagnato una cento.
    Con i chiari di luna che ci sono in questo periodo....
    La cosa aberrante è che quell'individuo specula sulle povertà altrui...materiali...di intelletto e quant'altro e si fa forte di una torma di leccaculo che per il profitto personale si venderebbero pure la mamma.
    Viva l'italia!

    RispondiElimina
  11. il suo elettore medio ormai si è bevuto di tutto. Può benissimo bersi anche questa.

    RispondiElimina
  12. Forse, più che del cancro, dovrebbe preoccuparsi dell'Alzheimer o meglio della demenza senile, che è già da un po' in zona rischio.

    RispondiElimina
  13. Miscredenti che non siete altro! Se Berlusconi ha detto che debellerà il Cancro, lo farà! Lui è l'uomo del fare! Ha sicuramente già pronto un decreto legge di estrema urgenza:

    Tutte le persone a cui viene diagnosticato il Cancro, possono essere considerate guarite se dichiarano che hanno votato per il maggiore partito di Governo.

    La norma è retroattiva, chiunque può presentare la domanda di guarigione all'ospedale più vicino entro le ore 12 del giorno successivo all'entrata in vigore di suddetto decreto. La presentazione della domanda si considera ottemperata se l'interessato si trova all'interno degli uffici con la documentazione necessaria più un panino alla mortadella all'orario suddetto.

    RispondiElimina
  14. è significativo che, in una giornata dove l'applauso è stato selvaggio e indiscriminato, questo annuncio non abbia sortito il minimo effetto sulla folla; forse gli stessi manifestanti si sono resi conto dell'idiozia dell'affermazione.

    RispondiElimina
  15. Questa volta il Premier dell'Amore ve l'ha fatta sotto il naso.
    Egli parla di 'vincere il cancro', non di curarlo.
    Il cancro si vince in due modi: curandolo oppure (ed è preferibile) inibendone l'insorgere.
    E' possibile inibire l'insorgere del cancro tramite l'azione legislativa: si elimina la carne dall'alimentazione della popolazione tramite disincentivi e divieti, si bonifica l'ambiente tramite incentivi e divieti, si adotta una normativa contro lo smog elettromagnetico e si disincentiva lo sport agonistico. Ed ecco sconfitto il cancro.
    Che queste siano azioni che Berlusconi non adotterà mai, non ci piove, ma la correttezza logica e formale delle sue affermazioni è pari, né più né meno, a quella degli altri annunci (tipo ridurremo le tasse).

    Forza con quelle meningi, lasciarsi raggirare dal miglior presidente degli ultimi 150 anni sul terreno della coerenza e della logica è davvero da baccalà.

    RispondiElimina
  16. non vorrei iniziare una polemica sul cancro ora, ma ciò che tu hai scritto Jinocchio è vero fino ad un certo punto.

    Le varie azioni da te elencate sono ottime alleate nella prevenzione del cancro, ma quelle non sono le uniche cause, a volte può venirti anche se segui uno stile di vita perfetto, puoi ridurre al massimo gli elementi cancerogeni ma può essere che in soggetti predisposti venga comunque oppure per altre cause per le quali non si può sempre agire.

    Tra le altre cose, dovremmo eliminare tutte le onde su cui viaggiano le linee dei telefoni, internet etc, dovremmo tornare ad uno stato primitivo per eliminare le cause "non naturali" create da noi e poi agire su quelle naturali, come l'alimentazione, e ancora, anche se magari molto ma molto meno, ci sarà ancora qualcuno che svilupperà il cancro.

    RispondiElimina
  17. @Sleeper: un cancro ridotto a una manciata di casi all'anno è un cancro sconfitto.
    E sono daccordo che diminuire i casi di cancro in percentuali che tendono al 100% (e ripeto: che tendono al 100%, non che arrivano al 100%) bisogna obliterare buona parte della nostra civiltà.
    Ma ripeto: il cancro è una malattia che in linea teorica può essere vinta da un governo, o da un parlamento.
    E sono daccordo che Berlusconi abbia usato in maniera vergognosamente puerile e vergognosamente strumentale il discorso su questa malattia.
    Ma ripeto: a livello formale il suo discorso è corretto, e se il suo discorso è formalmente corretto, sono formalmente stupidi buona parte dei commenti contrari.
    Al di là dei bizantinismi cià che voglio dire è che non bisogna mettere a riposo le meningi solo perché abbiamo a che fare con delle stupidaggini.
    Se anche Berlusconi riuscirre a ridurre i casi di cancro del 10% (e non ci riuscirà mai, perché le sue azioni sono di segno opposto a quelle necessarie a questo scopo) sarebbe cmq una vittoria più grande di quella che nello stesso arco di tempo potrebbe ottenere la ricerca con tutti i mezzi finanziari che potrebbe mai desiderare.
    Ottenere risultati con una politica più ecologica è più rapido ed economico che cercare quegli stessi risultati con la ricerca scientifica: ergo è stupido rispondere a Berlusconi cercando la contraddizione nel fatto che questo governo ha tagliato la ricerca.
    Questo governo fa schifo perché non ha rispetto dell'ambiente e delle persone, con buona pace della ricerca scientifica.

    RispondiElimina
  18. Io sono dell'idea che quando si promette una cosa, in politica, si deve almeno provare a mantenerla.

    E' inutile promettere cose a caso perché in linea teorica sarebbero realizzabili, bisogna renderle realizzabili in linea pratica o lamneo provarci.

    Mentre noi in Italia disquisiamo su cancro, amore, odio, invidia e numeri, in America Obama sta rendendo la sanità pubblica. Quello è un presidente che lavora e cerca di migliorare il paese, non solo a parole, ma anche a fatti, a differenza di quei 4 cialtroni che si alternano da noi.

    Quello che non mi piace di questo governo, tra le altre cose, è che tutto ciò che non è di centro-destra è automaticamente etichettato come il peggiore stereotipo di comunismo, però guai dire che il centro-destra attuale è fascista e autoritario perché allora si tratta di odio e invidia.

    Suvvia, poi mi spiegate quale libertà ci offre questo PDL? Datemene una e ve ne darò una di cui ci priva. Vediamo chi finisce prima.

    RispondiElimina
  19. per sua fortuna il cancro non è il suo avversario politico, altrimenti gli farebbe un culo grosso come una casa. peccato!!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post