Nun ce posso crede

Ma veramente hanno radiato Aldo Busi da tutte le trasmissioni Rai per aver detto:

L'omofobo è un omosessuale represso, sono un danno per la società
?
  1. Vorrei sapere chi si dichiara contrario al fatto che gli omofobi siano un danno per la società (le dietrologie tipo omofobo = omosessuale represso lasciano il tempo che trovano);
  2. Dove sarebbe il riferimento esplicito al Papa che gli è valso l'espulsione? Qualcuno forse ha la coda di paglia?
  3. E anche se avesse attaccato il Papa, qual è il problema?

Questo post è stato pubblicato il 18 marzo 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

17 Responses to “Nun ce posso crede”

  1. quando il reality supera la realtà

    RispondiElimina
  2. A me pare un'ottima occasione per veicolare l'attenzione su altri temi, e Busi fa la parte dell'agnello.
    Mica possono mandare il servizio della giraffa Iulbecca che ha partorito nello zoo di Bisceglie nell'edizione serale!
    Busi invece si, eccome se si, oltretutto l'omosex bastonato si sa' che fa odience. Ed oltretutto se fosse stato una persona seria, un'intellettuale serio, di certo non andava a quella cazzata di reality. Chi la fa' l'aspetti. (peccato comunque, mi piace Busi)

    alsalto

    RispondiElimina
  3. Ho visto un pezzo dell'intervento di Busi, beh devo dire che mai un reality aveva raggiunto un tale livello culturale come in quel momento.
    Inaccettabile!!! Dopo tutti i soldi spesi a rinc*****nire la gente.

    Comunque non è stato buttato fuori per quello ma per le critiche al papa.
    È facile capire il desiderio del berluska di diventare papa...

    RispondiElimina
  4. Prima nomina il Papa esplicitamente. Cmq di che ci stupiamo. Se uno puo' essere squalificato perche` bestemmia tra se`, sottovoce durante una partita di calcio, penso sia appropriato bandirlo dalla RAI per un attacco al Papa sui gay e un attacco a berlusconi sulle tasse. Non possiamo mica usare due pesi e due misure.

    RispondiElimina
  5. Sono diviso: da un lato Busi mi sta sul cazzo, lo trovo un saccente, borioso ometto che si crede meglio e disprezza chi non la pensa come lui. Dall'altro, se ha detto quelle cose, non posso che essere d'accordo con lui. :-/ I piccoli drammi della vita.

    RispondiElimina
  6. Aldo Busi andrebbe nominato direttore del TG1!!! Non c'è un utente (io non lo sono) di Facebook che apra una pagina per cadidarlo direttore al posto di Minchiolini?

    RispondiElimina
  7. Busi ha dato del "represso" al Papa. Quest'ultimo riguardo gli omosessuali ha detto cose molto più pesanti. Dico solo questo. Chi squalifichiamo ora?

    RispondiElimina
  8. Dov'è il problema? Dov'è il problema? La RAI è proprietà vaticana. Nessuno si deve permettere di insultare il santo padre.

    RispondiElimina
  9. BASTAAA, non se ne può più, l'italia scivola sempre di più nell'integralismo. Il papa mi insulta ogni sacrosanto giorno, e uno non può muovere delle critiche senza essere cacciato da uno schifoso reality televisivo?? Sono ateo e mi sono rotto di leggere continuamente discettazioni di uno che crede in babbo natale e in zeus olimpo, il quale si permette di trattare le persone razionali, che si rifiutano di assoggettarsi a queste bambinate, come esseri superficiali e immorali. Non sono gay, ma immagino la rabbia e la frustrazione di chi lo è, che viene trattato come un porcone o come un malato di mente da questi rattusi pedofili e che non può neanche permettersi di replicare, perché altrimenti insulta la guida spirituale di milioni di persone...

    enrigo

    RispondiElimina
  10. Premetto che non sono un fan dell’Isola dei famosi (spettacolo che non mi attira), e nemmeno del personaggio Busi. Ma escludere un concorrente solo perchè ha OSATO criticare il Papa è una vergogna! Siamo forse un satellite del Vaticano? La Rai è gestita dallo Stato Pontificio? Il contrasto tra l’omertosa copertura dei misfatti dei preti pedofili e l’omofobia di una chiesa che si rifiuta di firmare una petizione contro la criminalizzazione dell’omosessualità con pretesti risibili è lampante. La RAI (Radiotelevisione Imbavagliata) non contenta di aver censurato i programmi di approfondimento politico e i talk show sotto elezioni, ora si permette di censurare Busi pedrchè dice quello che moltissimi italiani (ed Europei ed Extraeuropei) pensano. Ma non si vergognano ?

    RispondiElimina
  11. Ci sono 2 cose 2 che in Italia non si possono nominare: una è appunto il Papa, l'altra ovviamente è Sua Eccellenza il Pres. del Cons. Silvio Berlusconi.

    RispondiElimina
  12. vorrei ricordare a chi INNALZA il sig. busi che egli è un apologeta della pedofilia
    Una frase estrapolata dalle sue ''perle di saggezza e cultura''“Non vedo nulla di scandaloso se un ragazzino compie atti sessuali con una persona più grande,non è peccato se un ragazzino consenziente fa una “sega” ad un adulto…, ma dov'è... il male... Mostra tuttosociale di questo.....”il tutto ''godibile' qua
    http://www.youtube.com/watch?v=j0XZUBu9O-U
    http://www.youtube.com/watch?v=QEWc61Iv_Pg

    Questo signore andrebbe bandito da qualunque trasmissione ...nuoce agli omosessuali, agli etero , alla cultura ......alla laicità e all'ateismo...per non parlare degli adolescenti (mi auguro che i bambini vedano altro)
    E questa ''cultura dominante'' è anche frutto di quanto diceva Foucault
    Mi permetto di citare "Follia e psichiatria" di Foucault il quale scrive:

    «…lo stupro nei confronti dei ragazzi non esiste,
    è il problema del bambino che viene sedotto.
    O che comincia a sedurre voi.
    Si può fare al legislatore la seguente proposta?
    Con un bambino consenziente, con un bambino che non si rifiuta,
    si può avere qualunque tipo di rapporto, senza che la cosa rientri nell’ambito legale?...ci sono bambini che acconsentono…
    se il bambino non si rifiuta non c’è alcuna ragione di sanzionare il fatto qualunque esso sia».

    e mi permetto di citare anche Mario Mieli che è considerato uno dei fondatori del movimento omosessuale/ transgender in Italia,
    estrapolando da wikipedia, http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Mieli#Il_pensiero

    quanto segue:

    «Noi checche rivoluzionarie sappiamo vedere nel bambino non tanto l'Edipo, o il futuro Edipo, bensì l’essere umano potenzialmente libero. Noi, sì, possiamo amare i bambini. Possiamo desiderarli eroticamente rispondendo alla loro voglia di Eros, possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono, possiamo fare l’amore con loro. Per questo la pederastia è tanto duramente condannata: essa rivolge messaggi amorosi al bambino che la società invece, tramite la famiglia, traumatizza, educastra, nega, calando sul suo erotismo la griglia edipica».
    Ci sarebbe tanto altro da dire, ma non mi pare il luogo e il caso.



    poi fate voi.......passerò per omofoba

    RispondiElimina
  13. @Leggoquestoblog: non sei omofoba se sei solo "pedofoba".
    Però ho la sensazione che tendi, colpevolmente, a mischiare le due cose per cui: si, sei omofoba.

    RispondiElimina
  14. Prima di Busi la scure RAI, o chi per essa, si è abbattuta su Morgan e Bigazzi.
    Tutto in meno di due mesi. Possiamo immaginare l'esistenza di una regia omologante che avverte velatamente di non uscire da una "Norma"?
    Almeno come esercizio letterario si, non classifichiamolo solo come bassa dietrologia. Consideriamo le "coincidenze" come un campanello d'allarme...

    RispondiElimina
  15. Ragazzi ma voi guardate la RAI....
    Per l'amor del cielo! La...RAI?
    No dai non ci credo, siete dei burloni..

    RispondiElimina
  16. E poi la busa fino a ieri skekkava con il travestitone di maiale 5 e mo??
    Siccome non può fare la pazza come gli pare nelle reti pontificie e dello psicopedopornonano pluriprescritto corruttore allora dice che l'uva è acerba.
    Ma che se ne andassero tutti a prenderselo nel culo.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post