Un lungo e commosso applauso

Augusto Minzolini si esprime sulla vicenda del TG1 che usò la parola "assolto" invece di "prescritto" a proposito del processo a carico di David Mills:

Non mi scuso,
ecco, non avevo dubbi...
non mi devo scusare.
ci mancherebbe: anzi, magari c'è pure rimasto male perché non gli hanno detto bravo.
È successo per un'esigenza di sintesi
fra i tanti modi possibili di qualificare l'esigenza per cui è successo, "sintesi" mi pare il meno appropriato, ma lasciamo correre.
e comunque si usava quel termine solo nel titolo,
ah be', in tal caso...
il pezzo era corretto.
capito? il pezzo era corretto! e allora che andate cercando? tu, per esempio, sì, tu là in fondo: come ti chiami? Antonio? ecco, poniamo che uno scriva sul titolo di un giornale "Antonio è un ladro stupratore di bambini", ma che poi nel pezzo sia scritto a chiare lettere che Antonio è una persona mite e onesta che non ha mai fatto male a una mosca, ebbene, pensate che Antonio potrebbe mai aversela a male solo per quel titolo, anche se magari, dico così per dire, la locuzione "ladro stupratore di bambini" fosse stata usata due o tre volte di seguito? suvvia, non scherziamo, ché qua c'è gente che ha da fare e mica può perdere tempo con queste cazzate...
E già dall'edizione successiva abbiamo precisato,
già dall'edizione successiva? cioè, non dopo, che ne so, sei o sette edizioni? stupefacente, un esempio di giornalismo da premio Pulitzer.
precisazione peraltro subito apprezzata dal cdr del TG.
Roma - Stamattina verso le otto un lungo e commosso applauso ha salutato l'ingresso di Augusto Minzolini, autore della tempestiva precisazione già dall'edizione successiva, nella sala riunioni del cdr del TG. Nel tripudio generale i componenti del comitato hanno anche tentato di portare in trionfo il direttore, che però ha rifiutato: "Vi ringrazio ma basta perdere tempo, abbiamo da lavorare", avrebbe dichiarato ai suoi collaboratori, "la buona e corretta informazione non può aspettare".

Questo post è stato pubblicato il 15 marzo 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “Un lungo e commosso applauso”

  1. come fai a sapere che mi chiamo veramente Antonio???

    RispondiElimina
  2. P R E S C R I Z I O N E
    A S S O L U Z I O N E

    Ha ragione Minzolini, e` stato fatto solo per rientrare nel numero massimo di battute permesse nel titolo.

    RispondiElimina
  3. La Corea del Nord...ecco l'unico posto al mondo dove, oltre all'Italia, si possono declamare idiozie e falsità e venir applauditi...

    RispondiElimina
  4. a hollywood è già in preparazione una pellicola su questa straziante vicenda.
    per la parte di minzolini è stato contattato john malkovic, solitamente a suo agio in ruoli da psycopatico

    RispondiElimina
  5. Ieri sera alla Zanzara, radio 24, cruciani, novello minzo, ha detto che prescritto vuol dire innocente... hai visto mai! giovani minzo crescono!
    elena

    RispondiElimina
  6. Beh...i leccasilvio non sono mica solo a Rai1...
    Il trucco è metterli un po' dovunque. Ribadisco il calzante paragone tra l'Italia e la Corea del Nord...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post