Follia

Alla vigilia della sua esecuzione, un condannato a morte dell'Ohio ha tentato il suicidio in carcere e, per prestargli i soccorsi necessari e salvargli la vita, la sua esecuzione è stata rimandata di una settimana. Protagonista della vicenda è Lawrence Reynolds, 43 anni, condannato a morte nel 1994 per omicidio. L'uomo - ha riferito una portavoce del carcere - è stato trovato incosciente nella sua cella la notte prima di essere trasferito nella prigione in cui, di lì a 24 ore, sarebbe stato ucciso.

Questo post è stato pubblicato il 09 marzo 2010 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

10 Responses to “Follia”

  1. Io sono fermamente contrario alla pena di morte, alle manipolazioni fisiche (sterilizzazione) e all'ergastolo.
    Sono 3 giorni che eccellenti figure spiegano e ripetono che nella legge forma e sostanza coincidono, a proposito del decretino.
    Ciò che sta succedendo in Ohaio è aberrante perché a monte c'è una legge aberrante (quella che istituisce la pena di morte) ma, stabilito che per certi reati è prevista l'esecuzione, stabilito che, anche in virtù della delicatezza del tema, debba avvenire secondo precise regole, e infine sentenziato che una persona ne sia condannata, ciò deve avvenire esattamente nel rispetto della procedura.
    Ergo: è giusto che la autorità facciano di tutto per salvare la vita a quel condannato per poi giustiziarlo secondo la procedura.
    E ripeto: se il tutto appare aberrante, non è per la burocrazia (che è sacrosanta) ma per la legge che a monte prevede la pena di morte.
    Ergo: non c'è follia. Ci sarebbe follia se avessero lasciato al condannato morire da sé (che, in tempi di crisi, avrebbe potuto costituire anche un precedente su cui sviluppare folli, queste si, idee).

    RispondiElimina
  2. se non fosse un'orrenda tragedia, sarebbe quasi da ridere...
    "non puoi morire perché ti dobbiamo ammazzare...".

    la pena capitale è ancora una pesante ombra sugli USA...

    ma... come ci sono arrivati i farmaci a un condannato a morte?

    RispondiElimina
  3. comunque la vogliate mettere io la follia ce la vedo tutta!

    RispondiElimina
  4. Grazie per aver pubblicizzato questa notizia, siamo alla follia pura.

    RispondiElimina
  5. ok. allora cosa avrebbero dovuto fare le autorità? Fare finta di niente e aspettare che il detenuto finisse la sua agonia, così da risparmiare bei quattrini? Ci vedete più senso della legge e della vita umana in questa ipotesi?
    Oppure la follia di cui parlate è quella del detenuto che poteva pure aspettare, mannaggia a lui?
    Oppure visto che aveva dimostrato la buona volontà di voler morire, lo si premiava con l'ergastolo (cosa peraltro ancora fattibile, staremo a vedere)?

    L'unica follia è la pena di morte, ed è la stessa identica follia che c'è in qualsiasi esecuzione capitale, da quelle che vanno liscie liscie, a quelle paradossali come questa.
    Se la follia la vedete solo in questo caso, o maggiormente in questo caso, è perché, proprio come i berluscones, non capite che nella legge forma=sostanza, e che le procedure vanno rispettate; e se proprio la legge non funziona, va cambiata dai legislatori, non dagli addetti di un carcere, che sono tenuti a seguirla finché è valida.
    E' come il caso dell'estracomunitario arrestato mentre cercava di lasciare l'Italia e tornarsene al suo paese: non è il fatto in sé la follia, ma la bossi-fini che, se crea queste situazioni, è per forza di cose una cattiva legge. Ma una cattiva legge è cattiva sempre, non solo quando mostra i suoi limiti.
    Ergo: la pena di morte è cattiva sempre, non quando in Ohaio un condannato tenta il suicidio.
    Ergo: questo caso specifico non è folle più di quanto, eventualmente, possano esserlo tutti i casi di condanne capitali.
    Ergo: è la condanna capitale in sé che è sbagliata, non quanto successo in Ohaio.

    RispondiElimina
  6. Non capisco il punto, certo che dovevano salvarlo. Che avrebbero dovuto fare?
    A parte il fatto che anche un minuto prima dell'esecuzione la condanna può essere sospesa per un qualsiasi motivo e rinviata a data da destinarsi.

    RispondiElimina
  7. gente, la follia è tutta la situazione, una norma così assurda che provoca simili paradossali situazioni.

    RispondiElimina
  8. Dov'è il paradosso? Non c'è un paradosso, la pena di morte è una barbarie punto e basta.

    RispondiElimina
  9. ma vogliamo lasciare i boia senza posti di lavoro? stiamo scherzando?
    camilla

    RispondiElimina
  10. Certo che è follia. La pena di morte è clamorosamente in collisione con qualunque accettabile concetto di civiltà. Normale che produca aberrazioni, incogruenze logiche ed etiche. E' tutto sbagliato dall'inizio, con la pena di morte.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post