Il rap delle firme

Ieri uno dei miei commentatori si chiedeva se dopo le ultime vicende legate alla raccolta delle firme del PdL i politici che hanno già manifestato attitudine a questo tipo di composizione artistica avessero intenzione di scrivere un rap adatto alla circostanza. Siccome ne dubito fortemente, ho provveduto io (indegnamente) al loro posto: mentre vi comunico che la base è la celeberrima "Non m'annoio" di Jovanotti, vi invito a cantare a squarciagola la mia versione tenendo in cuffia l'originale. Buon divertimento.

Firme
comunque vadano le cose le prendo
e me ne frego se qualcuna è tarocca
tengo chiusa la bocca e faccio finta di niente
dandola a bere a tutta quanta la gente
e tutt'al più se un radicale demente
da un momento all'altro tira fuori un ricorso
c'è sempre modo di cambiare discorso
l'unica cosa che mi resta da fare
è aver le firme per potermi far votare
sì farmi votare
per riprendermi posti sedie poltrone
la mia voce per i posti, i posti e le poltrone
per far gli appalti
per far votare gli elettori sugli spalti


ma m'hanno escluso
e sì che m'hanno escluso m'hanno escluso
e sì che m'hanno escluso m'hanno escluso
sì che m'hanno escluso sì che m'hanno escluso


firme
ne ho raccolte trecento al minuto
forse qualcuno non l'avrò riconosciuto
la chiave per capire questo tipo di raccolta
che a molte orecchie può sembrare un po' sciolta
è liberare la tua parte creativa
chiudere gli occhi e aprire l'inventiva
che non c'è firma che vale di più
di quella firma che non hai messo tu


non mi presento
io no non mi prese' non mi presento
io no non mi prese' non mi presento
no non mi presento no non mi presento


sono passate mille generazioni
dalla Democrazia Cristiana a Berlusconi
i demitiani, gli andreottiani, i ciellini
e ogni volta gli stessi casini
perché le firme non si fanno vedere
sono sfuggenti come le chimere
e quando un giorno manca l'autenticazione
l'Italia è pronta a una nuova legislazione


ma m'hanno escluso
e sì che m'hanno escluso m'hanno escluso
e sì che m'hanno escluso m'hanno escluso
sì che m'hanno escluso sì che m'hanno escluso


firme! preziose!

conosco un modo per rimanere a galla
non abboccare a questa grande balla
dellle firme da certificare con il notaio
che se non autentica magari passi un guaio
sfuggi dal gruppo e pensa con la tua testa
e l'elezione sarà sempre una festa
se riuscirai a far la lista lontano dalla gente
non c'è nessuno che potrà dirti niente
sfuggi dalla folla e non lasciarti controllare
non mi presento ma continuo a parlare


non mi presento
io no non mi prese' non mi presento
io no non mi prese' non mi presento
no non mi presento no non mi presento


firme
quando le prendi vanno via come un lampo
ma se le conti un attimo sembra eterno
e il paradiso può diventare inferno
firma ti prendo ma utilizzo il mio criterio
ti chiudo in una lista di aspetto molto serio
e ti organizzo in formato in quattro fogli
e allora non avrai tempo di far gli spogli
e con le firme faccio anche il listino
con i miei amici vicino vicino
perché potranno poi darmi una mano
dalla pianura al comune montano
e con le firme cercherò di governare
questa regione, ma intanto parlare
sarà piacevole, sarà indispensabile
anche se forse sarò ineleggibile


...aaaahh...

ma m'hanno escluso
e sì che m'hanno escluso m'hanno escluso
e sì che m'hanno escluso m'hanno escluso
sì che m'hanno escluso sì che m'hanno escluso.

Questo post è stato pubblicato il 02 marzo 2010 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Il rap delle firme”

  1. Alessandro, questa volta di sei veramente superato. Forse è la mia cosa preferita che tu abbia mai pubblicato da quando ti leggo.
    Un applauso :)

    RispondiElimina
  2. Tu sei un genio. Punto e basta.
    OT.Che bel template nuovo! :-)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post