Ristabilire la verità

Mentre Berlusconi (come ti sbagli?) parla di complotto, l'Espresso pubblica la ricostruzione dei fatti dei radicali. Mi pare che il confronto tra le due versioni parli da solo.

Questo post è stato pubblicato il 11 marzo 2010 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

6 Responses to “Ristabilire la verità”

  1. Vedere il banner di Casini unione di centro su questo blog mi fa venire la pelle d'oca.

    RispondiElimina
  2. Non vorrei sembrare troppo puntiglioso ma anche oggi Bersani ha evitato accuratamente ogni riferimento a prove che smascherano le menzogne di Berlusconi, limitandosi a un rimbrotto condito dal solito "basta" che non avrà spaventato nemmeno la Carfagna.
    Trovo questo atteggiamento al limite della collusione e mancante di rispetto verso i propri elettori ed i propri alleati.
    Poi, chiaramente, ognuno la veda come vuole.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Sono battaglie perse, se uno vuole modificare la documentazione fino all'ultimo sono affari suoi. Corre il rischio che ci siano difetti nella lista e quindi esclusa. ma questo è un paese di matti dove la forma e la sostanza vengono rigirate a proprio piacimenti (anche maschilista l'atteggiamento). Quando si considera consegnata la documentazione? Quando c'è la "traditio brevi manu" (in questo caso consegna del materiale all'ufficio) o quando siamo all'interno del tribunale? Finché non c'è la consegna di forma e di sostanza e di animo (se piace il diritto romano) si può modificare, a proprio rischio, ogni cosa. E se qualcuno volesse dargli fuoco alla sua documentazione? Saranno affari suoi o no?

    RispondiElimina
  5. http://diarioquasigiornaliero.blogspot.com/2010/03/quello-che-fa-uno-di-buonsenso-mentre.html

    ecco, prima e ultima volta. Teo ci teneva tanto..

    RispondiElimina
  6. ogni studente universitario sa bene che il giorno di un esame anche se sei presente in aula,finche non rispondi all'appello, risulti assente...in fondo puoi sempre cambiare idea, uscire e andare al bar per presentarti l'appello successiovo...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post