Roba di burocrazia

I dietrologi hanno ipotizzato che dietro il ritardo nella (non) consegna della lista del Pdl nella provincia di Roma ci fossero le divisioni all'interno del partito fra Forza Italia e Alleanza Nazionale e una guerra fra potenti locali con la volontà di cambiare l'ordine dei candidati in lista. Tutto smentito dai piani alti del Pdl, ovviamente, che hanno ripiegato sull'eccessiva burocrazia, rea di soffocare la democrazia.

Avrà ragione il Pdl a smentire il chiacchiericcio?
A guardare Gianfranco Fini un'ora prima dello scadere della consegna della lista si direbbe di no. Nelle foto pubblicate da Rocco Berardo sul suo blog si vede il Presidente della Camera chiaramente concitato dopo aver letto un "pizzino" consegnatogli nel bel mezzo di un convegno, costretto quindi ad assentarsi proprio prima del suo intervento per risolvere il problema presentatogli in quel bigliettino, e rientrato solo dopo aver trattato il caso.
Cosa ci fosse scritto in quel bigliettino consegnatogli da un suo assistente non ci è dato sapere. Ma di sicuro si trattava di qualcosa di grave.
Comunque possiamo stare certi che non si trattasse di un problema di burocrazia. No, per quelle robe lì il Pdl lascia fare a gente come Millioni.

Questo post è stato pubblicato il 06 marzo 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

6 Responses to “Roba di burocrazia”

  1. Cara Giulia,
    non credi di fantasticare un pò troppo?
    Nelle foto Fini appare solo una volta. Come fai a dire che è chiaramente concitato?
    Poi, hai ammesso di non sapere cosa ci fosse scritto in quel biglietto e subito pensi che debba riguardare le liste.

    Non avere mai troppa fretta di lanciare accuse!

    Saluti

    RispondiElimina
  2. LA SPIEGAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PPPPPPREPRRRRUBBLICA ITAGLIANA:
    Napolitano: "Norme e diritti dei cittadini
    sono beni ugualmente preziosi"

    ROMA - C'erano "in gioco le norme e diritti dei cittadini", che sono "ugualmente preziosi", e "l'esclusione del candidato e della lista del Pdl" rappresentava una situazione "non sostenibile". Così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, spiega le ragioni per cui ha firmato il decreto salva-liste, approvato ieri sera. Lo fa sul sito del Quirinale, rispondendo al messaggio di due cittadini, uno a favore e uno contro un provvedimento legislativo.

    "Egregio signor Magni, gentile signora Varenna, ho letto con attenzione le vostre lettere - scrive Napolitano - e desidero, vostro tramite, rispondere con sincera considerazione per tutte le opinioni dei tanti cittadini che in queste ore mi hanno scritto. Il problema da risolvere era, da qualche giorno, quello di garantire che si andasse dovunque alle elezioni regionali con la piena partecipazione dei diversi schieramenti politici".

    Il capo dello Stato continua: "Non era sostenibile che potessero non parteciparvi nella più grande regione italiana il candidato presidente e la lista del maggior partito politico di governo - sottolinea il presidente della Repubblica - per gli errori nella presentazione della lista contestati dall'ufficio competente costituito presso la corte d'appello di Milano".

    "Erano in gioco due interessi o 'beni' entrambi meritevoli di tutela: il rispetto delle norme e delle procedure previste dalla legge e il diritto dei cittadini di scegliere col voto tra programmi e schieramenti alternativi. Non si può negare che si tratti di 'beni' egualmente preziosi nel nostro Stato di diritto e democratico".
    _________________________

    RINVIARE LE ELEZIONI NO, EH??

    ho letto che i radicali stanno pensando di ritirare le liste, sarebbe un'ottima idea SE TUTTA LA SINISTRA lo facesse e per far correre da solo il PDL,ma siccome sono incollati alla poltrona o ci si vogliono incollare, il ritiro delle liste sarebbe come letto come un rosicamento radicale. Quindi, a mio avviso, meglio partecipare e fare di questa PORCATA un'argomento in più su cui discutere(anche se la gente vuole fatti concreti: lavoro casa sanità legalità diritti umani per tutti giustizia ecc)

    RispondiElimina
  3. Non ci è dato sapere la verità, quindi ci si organizza come si può, con i mezzi che abbiamo. Le congetture sono quindi ben accette.
    Tu, ad esempio, sei liberissimo di credere alla versione del panino.

    RispondiElimina
  4. EMMA BONINO
    E' INTERVENUTA FINO A POCO FA
    CON UN APPASSIONATO INVITO ALLA MOBILITAZIONE
    CONTRO IL DECRETO INCOSTITUZIONALE DEL GOVERNO
    SUL PALCO DEL PRESIDIO PERMANMENTE
    DEL POPOLO VIOLA
    A PIAZZA MONTECITORIO

    http://www.ustream.tv/recorded/5232413

    RispondiElimina
  5. Quelli del pdl e chi ha il coraggio di votarli... sono delle merdacce umane. punto.

    RispondiElimina
  6. ci stanno togliendo da sotto il naso la democrazia!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post