Una rimonta miracolosa

Allora, gente, la vicenda è andata più o meno così. verso l'ora di pranzo il sondaggio che potete trovare a questo indirizzo era chiuso dalla mezzanotte di ieri, come si evince dalle parti cerchiate in rosso nell'immagine che segue (cliccare per ingrandire):

Il risultato, invero piuttosto mortificante per chi aveva concepito il sondaggio, parlava chiaro: quasi il 98% dei frequentatori del sito (il loro, mica questo blog) riteneva che le regole sono regole, e che quindi per le liste presentate in modo scorretto il PdL doveva attaccarsi e tirare forte.
A quel punto ho deciso di far presente ai miei lettori il singolare esito della consultazione, e dopo pochi istanti (evidentemente la voce si era sparsa) sul sito ha cominciato a succedere di tutto. Tanto per iniziare, il sondaggio è stato immediatamente riaperto, come si evince dallo screenshot qua sotto, e i voti in favore del "No" hanno iniziato repentinamente a salire:

Da quel momento, più uno refreshava, più i voti per il "No" salivano, com'è agevole riscontrare da questa sequenza di immagini, salvate nel giro di pochi minuti:

A questo punto, probabilmente soddisfatti dal prodigioso recupero, gli estensori del sondaggio hanno deciso di chiuderlo di nuovo, peraltro lasciando nell'indeterminatezza il momento in cui le consultazioni avevano avuto termine:

e premurandosi, perché non si sa mai, di cancellare il link dalla pagina dei sondaggi del sito.
Insomma, una rimonta tanto miracolosa quanto rocambolesca, che si è sviluppata attraversando un vivamaria di chiusure dei termini, riaperture, cancellazioni, sparizioni, riapparizioni e via discorrendo.

A questo punto, se tanto mi dà tanto, la domanda sorge spontanea: si riferiscono a questo tipo di operazioni, quando dicono di voler bypassare la burocrazia?

Update: sul sito è apparso l'avviso (poi scomparso e successivamente riapparso leggermente modificato: avete deciso di farmi diventare matto, eh? :-) ) che vedete qua sotto:

Mentre sottolineo di non nutrire livore verso alcuno, mi corre l'obbligo di ricordare che le cose, come del resto testimonia questo post, non sembrano essere andate nel modo descritto nel disclaimer: il quale, infatti, non fa menzione della riapertura del sondaggio, dell'aumento dei voti "No" ad essa successivo e della sua definitiva chiusura a quote diverse da quelle indicate (86% al posto del 98%). Io mi sono limitato a raccontare fedelmente quello che ho visto: ditemi voi se questo corrisponde ad un concetto distorto di libertà.

Questo post è stato pubblicato il 04 marzo 2010 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

41 Responses to “Una rimonta miracolosa”

  1. Mi consola sapere che non solo io penso male e ci indovino!!!!

    RispondiElimina
  2. Questo dimostra anche quanto siano lontani dal sentire comune: solo un folle (appunto tutto chiuso nella propria convinzione suicida...) poteva mettere online un sondaggio dove non poteva che perdere...

    RispondiElimina
  3. Basta guardare i commenti sul sito de "Il Giornale"... pochissimi se la prendono con i "comunisti", i "giudici rossi" e la solita fuffa... sono tutti inviperiti contro i loro stessi funzionari di partito...

    RispondiElimina
  4. E' chiaro che il motivo del sondaggio negativo rispetto alle aspettative e' dovuto alla votazione di elettori non pdl.(questo pero' conferma ancora una volta come i "fan" di Berlusconi non siano soliti frequentare il web).
    La rimonta credo sia frutto di un raggiro:quando hanno riuppato il sondaggio il link ad esso presentava una votazione gia' effettuata (ricordo che alla fine dell'url c'era "=numero" ,di solito questo e' indicativo),per cui chiunque fosse entrato avrebbe votato no in automatico.
    Non l'ho verificato di persona,ma ho letto molte lamentele in tal senso

    RispondiElimina
  5. Pensavo non potessero fare peggio di così, invece in questo preciso istante entrambe le opzioni risultano allo 0%.

    RispondiElimina
  6. Concordo con Claudio.
    E' evidente che ormai si sta sparando sulla croce rossa.
    Nel giro di una settimana sono precipitati fino al collo in un fossato pieno di m..da, e non contenti hanno preso a sguazzarci allegramente..

    RispondiElimina
  7. per non saper ne' leggere ne' scrivere 'sti maghi della rete hanno eliminato anche qualunque riferimento quantitativo. chi va ora sul link non trova nessun commento, solo un comico 0-0.

    tra questo e il ritardo nel ricorso, in compenso, oggi non ci hanno fanno mancare il buonumore... :-)

    RispondiElimina
  8. Ora hanno messo mano alla tabella del database, ma non sanno come fare e hanno mandato in vacca la pagina: ecco alle 17:07:



    Sondaggio a cura del Club di ,
    Il sondaggio termina alle ore 24:00 del -- :

    Sì, le regole sono regole. 0%
    No, i cittadini hanno il diritto di poter eleggere i loro candidati. 0%
    Sondaggio terminato


    Non ci sono commenti



    You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near 'ORDER BY data DESC limit 20' at line 1

    RispondiElimina
  9. Gianni,sai una cosa? A me sembrano parecchio strani questi ritardi... Sulla loro competenza non ci metto di certo la mano sul fuoco :D pero' mi sembra troppo assurdo:prima le liste fuori tempo,poi vanno in tribunale quando e' chiuso... temo che qualcosa stia bollendo in pentola

    RispondiElimina
  10. Chi è di voi che non ha pensato alle elezioni? Questi vanno guardati a vista da due cecchini e fatti muovere con due pitbull per ogni calcagno. La realtà non gli interessa. La democrazia non gli interessa, le regole non gli interessano. Hanno una missione da compiere. Per Silvio. Ovvio che non possono venir fuori per quello che sono, dei sinistrati mentali. Proprio per quello starei molto attento alle prossime elezioni. Molto, ma molto attento. Altro che "i brogli della sinistra".

    RispondiElimina
  11. Copio e incollo quello che leggo sul sito riguardo il sondaggio: "Care Amiche, cari amici, Il sondaggio sulla presentazione delle liste del Popolo della Libertà proprio per l'assoluta trasparenza con cui lavoriamo sul sito, senza alcun filtro di moderazione, è nuovamente diventato facile preda di chi non aspetta altro per esternare il suo livore.

    E’ di tutta evidenza che una consultazione nata per i nostri simpatizzanti difficilmente riuscirebbe a generare risultati così polarizzati (98% di contrari alla presentazione delle liste PDL) senza manomissioni. Accanimenti di persone evidentemente non della nostra parte politica, rischiano di creare danni ben più gravi al nostro sito.

    per questo motivo abbiamo dovuto sospendere la pubblicazione del sondaggio. Era già successo con il SI B Day ed è successo nuovamente oggi.

    Del resto questo è il concetto di libertà dei nostri avversari politici.".....non so a voi, ma a me cominciano a stare simpatici!!!!^^

    RispondiElimina
  12. Ridicoli... vuoi far votare solo chi pare a te? crea un cavolo di login...
    poi troppo divertente la parte sui danni delle votazioni ^^

    RispondiElimina
  13. Oggi sono andato anch'io a votare (per il si) e dopo il mio voto la percentuale del si è scesa... che cosa curiosa!!

    RispondiElimina
  14. ora non c'è traccia del sondaggio, non riesco a vedrlo io o lo hanno rimosso??

    RispondiElimina
  15. Riusciranno mai a farsi una ragione che il web non si presta alle manipolazioni a cui sono abituati con i giornali e i tg? E' meglio che se ne tengano lontani o continueranno a infilare figuracce come queste.

    RispondiElimina
  16. "Senza manomissioni" è stato cambiato in "senza intromissioni".
    Giustamente si erano resi conto che non si può accusare qualcuno di manomissione dopo aver loro stessi manomesso, quindi accusano di intromissione, così non gli si può rinfacciare niente, visto che loro non posso intromettersi in se stessi.
    Geniali, non c'è che dire.

    RispondiElimina
  17. Sarebbe interessante sapere come sarebbe andata senza che nessuno ci mettesse zampa.
    La prossima volta proviamo a ignorare il prurito alle mani?Per pura curiosità..

    RispondiElimina
  18. E cosa dovrebbe dimostrare? Che i sondaggi sono taroccati? Beh, la scoperta dell'acqua calda: per quanto non mi rechi alle urne da anni e non intenda farlo più in futuro... la risposta è tutta nel disclaimer. Da un lato si lanciano sondaggi "farlocchi" e dall'altra non si ha niente di meglio da fare che passare il tempo a criticare i passi falsi dell'avversario. Mi ricorda un po' gli sketch di Bertolino in cui irride quelli del Moige che guardano la TV tutto il giorno solo per rompere le scatole, mentre i figli si drogano e/o si uccidono: è un po' il paradigma della sinistra... cui non piace ciò che fa il Governo (e potrei anche essere d'accordo), ma non ha nulla di alternativo da proporre. Anche perché quanto a corruzione pari sono.

    RispondiElimina
  19. Nel divertente marasma odierno, segnalo che il Tempo online titola da un po' '"Fateci votare Pdl": migliaia di firme', firme che mi sono preso la briga di contare (anzi di far contare al mio PC) e che sono, alle 19.00, 1827. Siccome "migliaia" bisognerà che siano almeno due, ne mancano quasi duecento: saranno quelle senza timbro.

    RispondiElimina
  20. è proprio vero!
    vogliono fare una legge ad listam!

    http://www.corriere.it/politica/speciali/2010/elezioni/notizie/bossi-decreto-urgente_b147d4ba-277e-11df-badf-00144f02aabe.shtml

    RispondiElimina
  21. Sei proprio un comunista.

    RispondiElimina
  22. Sono proprio delle merdacce. Ma veramente. Ma quanto fanno schifo?. Brrr...

    RispondiElimina
  23. Due annotazioni. La prima è che due candidati scomodi per il premier sono Formigoni, eletto direttamente dal popolo per due mandati nelle principale regione italiana per abitanti e Pil; e Polverini, candidata nella regione di Roma, che fa riferimento a Fini e che è stata contestatissima a dicembre dagli stessi sostenitori del centrodestra. La seconda è che le accuse del sito Pdl sulle manomissioni del sondaggio nascono dal buon senso: i simpatizzanti del Pdl non avrebbero votato così. Ma col buon senso saremmo ancora fermi a Tolomeo. Per fare delle accuse bisogna avere delle prove o almeno degli indizi, riferimenti a indirizzi Ip sospetti, che so, cose così. Altrimenti si chiama paranoia: si combatte contro i fantasmi.

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Per Alberto: l'accusa di manomissioni è stata ritirata. Come ha segnalato Stefano, alla parola "manomissioni" è stata sostituita "intromissioni".

    Insomma, secondo loro il sondaggio non è valido perché hanno votato anche i comunisti.

    Dicono che si trattava di un sondaggio interno ai simpatizzanti del Pdl. Ma in realtà la domanda era diretta a tutti:

    "La lista del PdL di Roma e Provincia non consegnata entro i tempi previsti, le 500 firme contestate in Lombardia a Formigoni. La consegnuenza: l’esclusione del PdL dalla provincia di Roma e dalla Lombardia. Trovi giusto impedire agli elettori del centrodestra di votare i loro candidati per formalità burocratiche?"

    RispondiElimina
  26. ma si fanno i sondaggi da soli? E io che credevo fossero aperti al mondo...ma poi, se il risultato non è quello sperato, allora non è valido? PErché farlo allora!? Comunisti hacker sovversivi.

    RispondiElimina
  27. Forse gli stessi elettori PDL dovrebbero punire i ritardatari così come proposto dalla Gelmini a scuola: tutti a fare LSU (lavori socialmente umilianti) non meritano altro.
    Fabjo53

    RispondiElimina
  28. Ma se usano questi mezzucci per un banalissimo sondaggio mi chiedo cosa sono capaci di architettare per ottenere qualche voto in più alle elezioni.

    RispondiElimina
  29. beh va detto che anche l'86% dei contrari mi sembra comunque na bella cifretta eh... :-)

    RispondiElimina
  30. Un dettaglio... ieri appena ho visto la pagina (pausa pranzo, circa le 13:00) il sondaggio avrebbe dovuto terminare il 7/3/2010. Venti minuti dopo il sondaggio era chiuso... nel pomeriggio lo hanno riaperto...

    RispondiElimina
  31. 86 % è già più che straordinario, 97 sarebbe stato francamente impensabile.

    RispondiElimina
  32. Che ci si aspetta dal Club della libertà di truccare come ci pare? Anche io avevo votato e il no era allora fermo al 97,8% circa, in più tutti i commenti erano praticamente a sfavore della cosa. Scandaloso.

    RispondiElimina
  33. La stessa pagina... oggi:

    http://www.clubdellaliberta.it/index.php?pagina=sondaggio&sondaggio=14

    RispondiElimina
  34. Mai sentito parlare dei minuti di recupero?
    Lo sanno tutti che non finisce mai al novantesimo...

    RispondiElimina
  35. E pensare che ci sono ancora alcuni pensionati e non
    che si fanno incantare da questo signore.
    Intanto,pensioni e stipendi dei lavoratori sono in ribasso, mentre i loro sono in rialzo. Sarebbe ora che ci dessimo
    tutti una regolata e pensassimo bene cosa votare.

    RispondiElimina
  36. HO LISTATO A LUTTO IL MIO BLOG. PRESIDENTE, NON DOVEVI FIRMARE!

    RispondiElimina
  37. E' che il concetto di scadenza, termine è tassativo solo per la prescrizione. Tutto il resto è relativo

    RispondiElimina
  38. Avevo documentato anch'io la "sola", sbugiardandoli su facebook

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post