Altro che low cost


Una volta gli amici che tornavano da un viaggio esotico in un paese del terzo mondo ti invitavano a cena e poi, davanti al limoncello e alle diapositive, ti raccontavano le cose incredibili alle quali avevano assistito: polizia che si permetteva impunemente brutali abusi, ronde di cittadini che se ne andavano in giro facendosi giustizia da sé, aziende che utilizzavano come se niente fosse dei veri e propri eserciti privati.

Ecco, mettiamola così: adesso, limoncello e diapositive a parte, non c'è neanche bisogno di muoversi da casa.

Questo post è stato pubblicato il 10 novembre 2009 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

2 Responses to “Altro che low cost”

  1. Hai ragione. Se vai nelle più turbolente capitali africane (lagos, Nairobi) la cosa che ti colpisce è la gran quantità di gente armata, con divise tutte diverse tra loro: la polizia regolare è solo una delle polizie. In effetti, l'impiego dei vilgilantes, oltre a essere palesemente illegale, è roba da terzo mondo.
    E' da capire se erano armati. In ogni caso è un brutta cosa.

    RispondiElimina
  2. ah i bei tempi in cui quelli come il proprietario dell'eutelia li prendevano e li mettevano in una grotta umida finché non arrivava il riscatto! (sto scherzando, prima che vi mettiate a insultarmi)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post