I miei soldi per la sua propaganda



Il sindaco di Milano, Letizia Moratti, è contenta di "raggiungerci nelle nostre case" per illustrarci "quanto abbiamo fatto dall'inizio del mandato".
Ho ricevuto a casa il suo opuscoletto patinato e per qualche secondo ho avuto il dubbio che la Sindaca governasse un'altra città.
Così nella cassetta della posta, insieme alla pubblicità della Esselunga, del Simply e di qualche povero cristo che si offre per piccoli traslochi, ho trovato questa brochure che canta, o divina, l'ira funesta della petroliera che infiniti addusse costi ai Milanesi.
E sì, perchè io a Milano ci vivo e, sino a che avrò occhi per guardare, non c'è propaganda di parte che possa sostutire il nulla assoluto che vedo.
E finchè pagherò, come faccio, tutte le tasse sino all'ultimo euro che devo, voglio anche sapere come vengono spesi i miei soldi.
Sindaca, quanto sono costate la realizzazione e spedizione del suo opuscolo di personale propaganda?
Perchè invece di pagarselo da sola, lei che è miliardaria, lo ha messo in conto al Comune e, cioè, a me?
Non le è bastata la condanna che si è già beccata dalla Corte dei Conti per la sua attitudine a spendere inutilmente i fondi del Comune?
Queste ed altre domande sono state poste alla Sindaca da molti, oltre che dai Consiglieri comunali di opposizione. Ma chi vive qui sa che la Sindaca non risponderà: in Comune neanche va, perchè a lei, la politica, piace farla dal suo salotto.
A spese nostre, però.

Questo post è stato pubblicato il 14 novembre 2009 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “I miei soldi per la sua propaganda”

  1. Per una cosa simile (ben più costosa) Penati è stato condannato
    http://www.ilfazioso.com/penati-paga-la-sua-propaganda-con-i-soldi-della-provincia-e-viola-la-par-condicio.html

    RispondiElimina
  2. Grazie Christian, ottima segnalazione. In effetti ieri cercavo anche un qualche link per ricordare di quando il capostipite di questa generazione di scrocconi, il nostro caro premier, ci bombardò in tv di spot governativi (ossia pagati coi nostri soldi) di mera propaganda di parte.
    Te li ricordi?
    Quelli che concludevano con la scritta "FATTO!" in sovrimpressione...

    RispondiElimina
  3. ad uno che scive sul suo blog che e' un sito anticomunista dovrebbero revocare tutti i diritti sindacali avuti dalle lotte della sinistra italiana. Non dovrebbe avere l'assegno di maternita' per la compagna, non dovrebbe aqvere tredicesima e quatordicesima, niente cassa integrazione, Troppo comodo fare i froci col culo degli altri. Se sei anticomunista devi avere i coglioni per rinunciare a tutto cio' che puoi beneficiare grazie alla cultura della sinisra italiana, zecca che non sei altro.

    RispondiElimina
  4. sono invidioso a me non è arrivato....

    ma sono tanti fogli bianchi?o ci sono le foto dei "non" cantieri dell'expo.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post