Chi semina vento raccoglie tempesta


Continuate pure a lasciarli fare: ma poi, per piacere, abbiate la decenza di non indignarvi quando succedono fatti come questi.

Questo post è stato pubblicato il 20 novembre 2009 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

18 Responses to “Chi semina vento raccoglie tempesta”

  1. il sciur padrun i danè ul curà il laurà son sempre stati cosi anche quando votavano DC un attimino peggiorati lo sono era logico con la scuola di borghezio calderoli ecc ..

    RispondiElimina
  2. però quelle statistiche sono un dato di fatto...o no?

    RispondiElimina
  3. I buoni laureati meridionali.sono
    tollerati dalla lega,solo se espatriano

    RispondiElimina
  4. Alcune considerazioni...

    1)Treviso non è in Friuli.

    2) è possibile che quel bambino puzzasse sul serio. In ogni classe o ambiente di lavoro c'è sempre uno che puzza come una capra e quando glielo si dice apertamente si offende. Mai una volta che cogliesse l'occasione per lavarsi. Vabbè...

    3) Sarà un caso ma i peggiori insegnanti che ho avuto erano tutti meridionali. Anche alla scuola materna di mia figlia ci sono due insegnanti meridionali che sono una peggio dell'altra.
    Simpatiche, mosse da buona volontà, ma poco professionali e poco preparate. Io continuo a sforzarmi a credere al caso.

    4) i fenomeni di bullismo li subiscono anche i non meridionali

    RispondiElimina
  5. sei patetica....per anni ho insegnato nel moderno nod dove non conoscono neanche la geografia(figuriamoci la grammatica)e per nessuna ragione ragione al mondo tornerei a sprecare il mio tempo e la mia cultura per delle capre(chiedo scusa alle capre!)

    RispondiElimina
  6. "Sarà un caso ma i peggiori insegnanti che ho avuto erano tutti meridionali."

    Non sei rappresentativa, parla quindi solo per te.

    "Anche alla scuola materna di mia figlia ci sono due insegnanti meridionali che sono una peggio dell'altra."

    Parla sempre per te.

    "i fenomeni di bullismo li subiscono anche i non meridionali"

    il bullismo non dipende dalla provenienza ma da come si instaurano i apporti e le relazioni fra gli individui.

    RispondiElimina
  7. Vuole il caso che anche i miei peggiori professori fossero meridionali. Non solo erano impreparati e pigri, erano sciatti.
    Fortuna che vi erano altri professori degni di totale stima.

    RispondiElimina
  8. Ops, ho dimenticato di dire che sono napoletano e che i miei studi li ho effettuati in provincia di Napoli e Salerno.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. paola, i tuoi casi e le tue coincidenze mi sembrano un tantinello razzisti, ma giusto una puntina

    RispondiElimina
  11. Giacinto, puoi condividere o meno il contenuto,ma ... Paola ha parlato per sè. In quello che scrive non c'è niente di generalizzato, cita solo casi personali. Naturalmente dimentica la grande tradizione umanistica Campana e Siciliana, solo per fare un esempio. Ma forse Benedetto Croce non insena alla materna di sua figlia. Boh? La questione è oziosa. I fancazzisti non hanno latitudine, così come i volenterosi

    RispondiElimina
  12. "parla per te"

    Perché forse non lo ha fatto? Per chi avrebbe parlato?

    "per anni ho insegnato nel moderno nod dove non conoscono neanche la geografia(figuriamoci la grammatica)"

    Noto che a questo commento nessuno ha suggerito "parla per te".
    Chissà come mai.
    Naturalmente il nord (tutto) non conosce geografia né grammatica, così come il sud (tutto) è pieno di fannulloni incapaci.

    Chissà come mai.

    RispondiElimina
  13. Da insegnante che lavora nel profondo Nord noto che qui si pensa molto a fare i soldi e non a spenderli per la cultura. Ho allievi che non sono mai stati in un museo, che non hanno mai assistito ad un concerto di musica classica finchè non li ho portati io, e non ho avuto aiuto da parte dei genitori, perchè per loro era perdere tempo. Però hanno quasi tutti il SUV e non lesinano sui videogiochi dei figli...ma comprare un libro, mai!

    RispondiElimina
  14. IPAZIA:

    Nel profondo SUD, invece, nessuno pensa ai soldi e tutti vanno a teatro e visitano musei e affollano le biblioteche e contribuiscono all'economia nazionale in un modo che al Nord se lo sognano. Ah! Se non ci fosse il Sud, davvero non saprei che posto occuperebbe l'Italia nell'elenco dei paesi sviluppati: accanto al Marocco? o Alla Libia di Gheddafy?
    Ma come sono ignoranti i giovani del Nord! Pensano solo a lavorare e non vanno mai nei musei!

    RispondiElimina
  15. Anch'io, come te, caro Sciltian, sento che mi e' calato un inverno profondo nel culo.
    Come inculava la Brenda non inculava nessuno! E le sbocchinate, poi, erano da antologia.
    Ci manchera' la Brenda: manchera' a noi e a tutta la sinistra culattona italiana che non va a puttanone di lusso come il Berlusca, ma incula democraticamente le Brende delle favelas brasiliane per dare loro un futuro, un'opportunita', un visa, un permesso di soggiorno affinche' possano lavorare onestamente spacciando coca e guadagnarsi da vivere pagando le tasse e votando alle amministrative....
    La facciamo una sottoscrizione per tutte le Brende brasiliane che non possono andare in Canada e devono venire per forza in Italia, dove gli inverni sono miti e i culattoni di sinistra sono tanti?

    RispondiElimina
  16. Caro Anonimo delle 13.59,
    io ti parlo per esperienza personale, non per frasi fatte.

    Probabilmente la situazione culturale al Sud è più o meno la stessa, ma non quella economica di certo. Dove esistono sacche di povertà di sicuro non si pensa ai libri o al teatro.
    Ma dove i soldi abbondano dovrebbe essere un po' diverso, ti pare?

    RispondiElimina
  17. Con la lega il "nord" si sta auto-distruggendo... La criminalità, la violenza, l'ignoranza avanzeranno. La qualità della vita peggiorerà, anche dal punto di vista economico.

    Fra un po' ci sarà un'emigrazione della gente di buona cultura dal nord d'Italia verso il resto del mondo (sud d'Italia compreso.). Grazie lega.

    RispondiElimina
  18. fosse per me tutti al rogo i meridionali che vengono al nord...sono solo dei parassiti in cerca del "posto fisso"...null'altro..se ne stiano in mezzo alle loro spiagge sporche al mare inquinato e al sole che è l'unica cosa bella che rimane loro(giusto perchè è fuori dal loro territorio, altrimenti ci smaltirebbero l'immondizia!)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post