Marco, una grattatina no?



Don Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria, saluta a modo suo (che modo cristiano, nevvero?) l'uscita dell'autobiografia di Marco Pannella.

Dammi retta, Marco: al posto tuo prenderei in seria considerazione l'idea di fare qualche scongiuro.

---
Si ringrazia FanzaGate per il file.

Questo post è stato pubblicato il 27 novembre 2009 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

15 Responses to “Marco, una grattatina no?”

  1. oh LORO dio..perchè mio di certo nn é!!!!

    RispondiElimina
  2. il salmo 89 è diverso:
    Gli anni della nostra vita sono settanta, ottanta per i più robusti,
    ma quasi tutti sono fatica, dolore;
    passano presto e noi ci dileguiamo.


    ma gli ultracoattolici, oramai sono come il partito della libertà, fanno un po' come cazzo gli pare.

    RispondiElimina
  3. e io che credevo stesse leggendo le frasi dei Baci Perugina

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. "'sto prete" purtroppo non è così ininfluente... essendo il direttore di radio maria ha una platea di ascoltatori non indifferente e anche qualche seguace...

    RispondiElimina
  6. domanda, quanti anni ha il direttore?

    RispondiElimina
  7. E allora Giulio Andreotti? Non ha 90 anni? Chi stabilisce la durata della nostra permanenza non è certo il direttore di Radio Maria, nè le sue interpretazioni........

    RispondiElimina
  8. sapete qual'è la cosa bella e divertente di questo post? il fatto che facciate finta di non aver capito le parole che vengono dette. a me non è simpatico questo prete e non sono qui per difenderlo. piuttosto ce l'ho con chi usa certi piccoli mezzucci pur di dire qualcosa anche quando non ha nulla da dire. ed è il caso di questo post. saluti a tutti.

    Carlo.

    RispondiElimina
  9. Il post è evidentemente giocoso: non mi pare un'invettiva contro chicchessia. Semplicemente, mi pare un intervento di cattivo gusto, specie nella prima parte. Credo che il tuo commento sia un po' esagerato.

    RispondiElimina
  10. Scusate ma io un'invettiva contro il tizio la tiro assai volentieri. Mavaffanculo!!

    RispondiElimina
  11. nessun cattivo gusto invece. si tratta di una citazione biblica che il prete utilizza per augurarsi una conversione di fede da parte di Pannella, giunto ormai alla soglia degli 80 anni, ossia di quella età in cui la fine della vita è per forza di cose imminente. non vedo nessun malaugurio o cattivo gusto.
    piuttoto dal titolo di questo post sembra l'ennesima sparata di qualche anticlericare a tutti i costi...di quelli che pur di versare qualche quintalata di cacca addosso alla chiesa non perde occasione di farlo. a costo anche di rinunciare a capire quello che legge o che sente.

    saluti,
    Carlo.

    RispondiElimina
  12. Non servono gli anticlericali (termine sbrigativo, ma va bene) per seppellire di sterco non la chiesa, che è una comunità più complessa, ma i corrotti violenti e simoniaci che pretendono di dirigerla. A quello pensano da soli, ogni giorno.
    Le citazioni bibliche non c'entrano, specie quelle riarrangiate dal mitico direttore di radio maria, ciò che è da sottolineare, oltre all'abituale cattivo gusto, è la rabbia velenosa delle cagnette a cui avete sottratto l'osso, come diceva il buon De Andrè.

    E già che ci sono, mi gratto pure io, hai visto mai...
    :)

    RispondiElimina
  13. Concordo con Metil...è proprio di cattivo gusto...

    RispondiElimina
  14. Wow....basta una mancia al cameriere per sperare nel Paradiso???

    Miticoooo....dehihiahehoh!!!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post