Fuori dalla comunione, dentro l'inumazione


Il tizio che vedete nella foto si chiamava Enrico De Pedis (in arte "Renatino"), era uno dei capi della famigerata "banda della Magliana" e venne ucciso il 2 febbraio 1990 nell'ambito di un regolamento di conti tra criminali.

Le sue spoglie furono seppellite a Roma, nella Basilica di Sant'Apollinare, dove tuttora riposano.

L'occasione mi è gradita per chiedere a Monsignor Crociata cosa intenda esattamente, quando dice che i mafiosi sono "fuori dalla comunione con la Chiesa".

Questo post è stato pubblicato il 11 novembre 2009 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

24 Responses to “Fuori dalla comunione, dentro l'inumazione”

  1. «Non si seppelliscano cadaveri nelle chiese, eccetto che si tratti di seppellire il Romano Pontefice oppure, nella propria chiesa, i Cardinali o i Vescovi diocesani anche emeriti.» [http://www.vatican.va/archive/ITA0276/_P4I.HTM#35]

    RispondiElimina
  2. e se fosse un cardinale diacono?

    http://it.wikipedia.org/wiki/Cardinale#Ordini_cardinalizi

    RispondiElimina
  3. Immagino quindi (anche se non lo credo) che a Totò Riina e a Bernardo Provenzano, laddove sono detenuti, il cappellano del carcere neghi la comunione della domenica: "mi spiace, padrino, ma monsignor Crociata non vuole..."

    RispondiElimina
  4. Il famoso "Dandi" di Romanzo Criminale.

    Bellissimo libro, bruttissima storia.

    RispondiElimina
  5. Il rettore della basilica, monsignor Piero Vergari, attestò con una lettera lo status di grande benefattore di De Pedis:

    "Si attesta che il signor Enrico De Pedis nato in Roma - Trastevere il 15/05/1954 e deceduto in Roma il 2/2/1990, è stato un grande benefattore dei poveri che frequentano la basilica ed ha aiutato concretamente a tante iniziative di bene che sono state patrocinate in questi ultimi tempi, sia di carattere religioso che sociale. Ha dato particolari contributi per aiutare i giovani, interessandosi in particolare per la loro formazione cristiana e umana".

    Quindi De Pedis è lì sepolto perchè la religione di sinistra non prevede perdono e pietà, mentre quella cristiana e la Chiesa si.

    RispondiElimina
  6. In effetti, la religione cattolica prevede pietà per i delinquenti ma non per i malati come Welby, a cui è stato perfino rifiutato il funerale in chiesa.
    Ma vergognati, va'.

    RispondiElimina
  7. Funziona quindi come con la vendita delle indulgenze:se paghi Dio ti perdona?...e scusate,quanto costa un perdono...cosi' mi regolo!!!!

    RispondiElimina
  8. come siete prevedibili e scontati
    ancora vi attaccate a queste storie, sempre le stesse
    le ripetete come preghierine atee
    siete bigotti a modo vostro

    e pinochet
    e il tipo della banda della magliana
    e l'esenzione ici
    ecc ecc

    in assenza di argomenti VERI vi attaccate a queste cose come la coperta di linus
    oltretutto parlandone in modo parziale e senza tener conto della complessità della vita, dei contesti e degli argomenti
    che non si possono liquidare con due battutine da bar

    RispondiElimina
  9. Sarò anche un disco rotto, ma la Chiesa queste cose le ha fatte, e continua a farle, senza mai chiedere scusa a nessuno.
    Perché un delinquente come De Pedis è sepolto in una basilica? Riesci a dare una giustificazione plausibile? Spiegacela, 'sta complessità, ché sono tutto orecchi e non censuro nessuno.
    Dove sarebbe l'assenza di argomenti VERI? Questi sono argomenti VERISSIMI, ai quali i baciapile come te non riescono a dare alcuna risposta: l'unica di cui siete capaci è accusare gli altri di essere dei dischi rotti...

    RispondiElimina
  10. Mica parlate delle missioni an Africa e nel terzo mondo
    mica parlate delle opere di carità verso i poveri e i disabili
    mica parlate dei preti nelle comunità dei tossicodipendenti
    mica parlate dell'enorme e grandiosa tradizione culturale cristiana, quella di S agostino. S Tommaso, Pascal e decine e decine di grandissimi poeti, e poi le bellissime chiese che adornano l'occidente
    mica parlate dello sviluppo etico e culturale che ha portato l'avvento di cristo, la grande rivoluzione del concetto di persona

    no, niente
    appiattite il cristianesimo, un movimento un fenomeno immenso, su pochi episodi mal approfonditi e per voi il cristianesimo è quello lì, e giù a vomitare insulti come gli scolaretti che insultano la maestra nella ricreazione

    RispondiElimina
  11. Non ce l'ho con il cristianesimo, ma con la Chiesa Cattolica: tu, che sei tanto desideroso di approfondimento, dovresti percepire distintamente la differenza.
    Dopodiché, io parlo di quello che voglio: almeno finché i tuoi amici me lo consentiranno.

    RispondiElimina
  12. E che c'entra? Che fai, ti attacchi alle parole? Il mio discorso è ugualmente riferibile al cattolicesimo, che è stato il principale veicolo del cristianesimo e del verbo

    certo che parli di quello che vuoi, ma data l'incompletezza la parzialità e la pochezza culturale, non stupirti se quello che dici ha poca autorevolezza
    parli di cose complesse in modo superficiale e chiunque se ne accorge

    RispondiElimina
  13. caro anonimo
    mi spiace che tu prenda una posizione così netta a prescindere..
    se solo cerchi su WIKIPEDIA scopriresti che il nostro "buon" renatino è morto ammazzato dai suoi amici/nemici, e i soldi con cui ha fatto "tante opere di bene" sono proventi di rapine e traffico di droga.
    io mi guarderei bene dal perdonare ed assolvere certe personcine

    RispondiElimina
  14. "Mica parlate delle missioni an Africa e nel terzo mondo"
    Il terzo mondo nn sarebbe terzo mondo con un solo anello del papa!!!

    RispondiElimina
  15. come se in un testo sulla storia della medicina, invece di parlare delle scoperte che ci sono state nei secoli, delle medicine, dello sviluppo dell'arte medica, della diffusione del benessere, uno parlasse solo di alcuni sporadici episodi di malasanità e quella è la cosa più importante

    ecco tu col cattolicesimo, del quale con tutta evidenza non sai nulla di nulla, fai una cosa del genere

    milioni e milioni di persone che operano silenziosamente per il bene passano inosservati
    alla prima mela marcia buttate discredito su una religione intera che ha 20 secoli e miliardi di credenti
    poi da che pulpito! con tutti i mali, i fallimenti e i morti della sinistra accertati e documentati

    ragazzi cari non parlate di cose che non conoscete
    studiate con umiltà informatevi e non offendete inutilmente che fate la figura dei cretini

    RispondiElimina
  16. sei proprio un pallone gonfiato, ano

    RispondiElimina
  17. bravo collettivo
    argomenti zero, vero?
    tipico degli atei

    RispondiElimina
  18. Anonimo, hai ampiamente espresso il tuo punto di vista, e questo branco di ignoranti, evidentemente, non è stato all'altezza di capirlo.
    Ora puoi ritenerti soddisfatto, fare la faccina da furbetto e raccontare ai tuoi amici che hai sistemato una masnada di ignobili laicisti con la tua logica tagliente e implacabile.
    Salutaceli e tornaci pure a trovare per mortificarci ancora.
    Ciao.
    :-)

    RispondiElimina
  19. ma dai anonimo sii onesto. COme fai a dire cornuto a noi se quando chiediamo: dove sta Dio?
    I tuoi amici mi rispondono: nell'universo.

    E ma io non ci credo.

    E loro ti rispondono: devi avere la fede.

    Ma dai sii gentile, prima di dire agli altri che non hanno argomenti pensa ai tuoi rinomati dogmi. Ma dai ja, che nella bibbia ci sta scritto che Gesu' s è battezzato da adulto e costringete i bambini ad essere battezzati dai genitori dai. Un minimo di coerenza...........

    RispondiElimina
  20. Giacinto, io non ho la pretesa certo che tu abbiano la fede o siano credenti per forza
    quelli sono i musulmani che fanno le guerre sante per convertire
    io sono convinto che anche chi non crede deve avere consapevolezza storica spirituale e civile di una cosa grande come il cristianesimo
    anche perchè così facendo dite di non credere in una cosa senza nemmeno conoscerla bene

    A metil: purtroppo vedo che non accetti il confronto
    o forse preferite stare lì a dirvi bravi tra voi? se arriva uno che non è d'accordo non dovrebbe essere uno stimolo e un arricchimento? che c'entra la faccina da furbetto?

    emilio

    RispondiElimina
  21. infatti le crociate e l'inquisizione sono da addebitare ai mussulmani...

    RispondiElimina
  22. 1 - Cito:"poi da che pulpito! con tutti i mali, i fallimenti e i morti della sinistra accertati e documentati"; ora, visto che ho un argomento (e questo fa di me un gran fico), fratello anonimo: che c'entra la politica?

    2 - non si sta dicendo che i missionari sono cacca,
    non si sta criticando Her Majesty the Pope;
    ci si chiedeva: come mai un delinquente può avere il "privilegio" di essere sepolto in una cattedrale?;
    a me personalmente interessa tanto quanto la notizia del nuovo flirt di Melissa Satta (il Grande Capo non ha alcun fascino sulla mia persona), ma penso altresì che le persone che si son fatte quella domanda siano indignate dal fatto che un simbolo cristiano cattolico come una "casa di Dio" sia utilizzato a guisa di "contenitore per assassini".

    RispondiElimina
  23. Giusto inorridire dinanzi ad un sacrilegio simile, un malavitoso seppellito nella casa di Dio.
    Però, allo stesso tempo, credo che nell'eterna lotta tra laici o atei/cattolici o credenti sia necessario un pò di equilibrio.
    Coerenza vorrebbe che situazioni simili a quella definita nel post non si verificassero, ma non è uno o cento o diecimila incoerenze a rappresentare l'intero mondo cattolico, così come non è la mafia, o la malpolitica o la lega a rappresentare tutti gli italiani.
    Le dinamiche che stanno alla base di una religione possono essere comprese solo alla luce della fede, solo da chi ce l'ha. E la fede non si impara a scuola, non la si recepisce come insegnamento, nè la si può imporre (musulmani permettendo), nè la si può approfondire documentandosi.
    Nei piccoli centri urbani come il mio esistono pratiche cattoliche assurde, del tipo farsi 120 KM a piedi per raggiungere un santuario e percorrerne la navata lunga 70 e più metri in ginocchio! assurdo, per me, ma evidentemente non per le tante persone che lo fanno. Come si giustifica tutto ciò? Ovvio, solo con la fede, a meno di non ritenere tante parsone una manica di pazzi, o ciò che è peggio, di ritenersi superbamente intelligenti. Quindi è necessario tanto rispetto reciproco.
    p.s. basta anche col tirare fuori le crociate, sono roba di quasi mille anni fa, per fortuna il mondo di oggi è più maturo, mai troppo, ma sicuramente di più.

    Gilberto

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post