Generatore automatico di proteste contro la Corte Europea dei diritti umani


Istruzioni: fare il refresh della pagina per una nuova protesta.

Questo post è stato pubblicato il 05 novembre 2009 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

40 Responses to “Generatore automatico di proteste contro la Corte Europea dei diritti umani”

  1. La scureggia silenziosa appartiene da sempre alla nostra cultura più verace. La sua rimozione dalle agenzie immobiliari sarebbe uno schiaffo all'unità nazionale.

    RispondiElimina
  2. Il panettone appartiene sicuramente alla nostra cultura più autentica. La sua rimozione dalle caserme dei pompieri sarebbe un danno alle pari opportunità.

    RispondiElimina
  3. L'assemblea condominiale appartiene da che mondo è mondo alla nostra educazione più sincera. La sua rimozione dagli studi dentistici sarebbe un affronto allo stato di diritto.

    RispondiElimina
  4. La virgola sulle piastrelle dei bagni pubblici è senza alcun dubbio indicibile riconoscimento dell'identità nazionale. La sua rimozione da Montecitorio sarebbe un grave danno all'intero ecosistema.

    RispondiElimina
  5. Ti ho rubato l'ecosistema e l'ho aggiunto al generatore.

    RispondiElimina
  6. Che stronzata... a cosa serve ??

    RispondiElimina
  7. A sfottere i tordi come te, anonimo.

    RispondiElimina
  8. Ma che c'entra la Commissione europea? La CEDU appartiene al Consiglio d'Europa. (Si vuole sfottere Feltri?)

    RispondiElimina
  9. si, hai fatto bene. l'ecosistema fa parte della comunità europea... (anonimo della virgola).

    RispondiElimina
  10. Sfottere Feltri non è comunque mai una cattiva idea, nel dubbio..

    RispondiElimina
  11. si potrebbero aggiungere:

    il tiramisù
    le corna alla moglie
    la canotta pezzata
    il caffè caffè macchiato caldo con tazza a parte
    la spaghettata di mezzanotte
    il superenalotto
    Pippo Baudo

    RispondiElimina
  12. La discografia dei Pooh appartiene visceralmente alla nostra tradizione più genuina. La sua rimozione dalle sale giochi sarebbe un'offesa al principio di progressività delle imposte.

    *O*


    asuka_excel

    RispondiElimina
  13. Totò che mangia gli spaghetti con le mani appartiene sicuramente alla nostra formazione più verace. La sua rimozione dalle salumerie sarebbe una lesione alle minoranze linguistiche.

    RispondiElimina
  14. si può aggiungere "Il calendario della Carfagna"?

    RispondiElimina
  15. è molto divertente, lo condivido sul nostro blog :)

    RispondiElimina
  16. - 90° minuto
    - il Ponte sullo Stretto
    - il divieto di fare il bagno prima di quattro ore dopo il pranzo
    - Berlusconi

    RispondiElimina
  17. Rocco Siffredi appartiene da sempre alla nostra identità più schietta. La sua rimozione dalle piscine sarebbe una lesione all'unità nazionale.

    RispondiElimina
  18. Il fascio littorio appartiene visceralmente alla nostra tradizione più genuina. La sua rimozione dalle scuole sarebbe una lesione alle pari opportunità.

    Ehmm...perfetto per la russa, direi

    RispondiElimina
  19. il crocifisso si può togliere ; ma non con le motivazioni date dalla Corte per cui sarebbe una minaccia alla libertà religiosa e al diritto dei genitori di scelgiere come educare i figli
    Se qualcuno si sente minacciato dalla presenza del crocifisso il problema risiede in lui e non nella croce

    Negli scontri ideologici tra integralismo laicista e cattolico il crocifisso è solo un espediente

    L'Europa fessa contro il crocifisso nelle scuole.

    RispondiElimina
  20. • La lettera di raccomandazione
    • L'intervista in ginocchio al potente di turno
    • Il din don dan scampanato a intervalli di trenta minuti
    • La canottiera della salute, costume atavico riportato alla luce dal coraggio di Umberto Bossi
    • La dolce Euchessina
    • Oh sole mio
    • L'ampolla con il sangue di San Gennaro
    • La barzelletta sui carabinieri

    … appartiene
    • da millenni al DNA degli italiani.
    • senza se e senza ma all'identità della nazione.
    • all'ispirazione più profonda del nostro popolo di santi e di navigatori.
    • innegabilmente alla memoria culturale, letteraria e artistica, della penisola.
    • fuori da ogni dubbio alla patria di Beppone e Don Camillo.
    • per unanime riconoscimento degli studiosi alla nostra specifica antropologia culturale.

    … la sua rimozione
    • dalle strutture aeroportuali • dai vagoni ferroviari
    • dai centri ricreativi per la terza età
    • dai mercatini dell'usato
    • dai campetti parrocchiali di calcio

    … sarebbe
    • una secchiata d'acqua assassina sulla fiamma tricolore che sempre deve ardere nei nostri cuori.
    • un oltraggio alla rispettabilità dei vigili urbani e di ogni altro pubblico ufficiale.
    • uno sfregio irrecuperabile all'integrità del binomio natura-cultura, di cui il Belpaese va fiero.
    • una disfatta più umiliante della somma delle sconfitte subite dai nostri avi romani alle Forche Caudine, dal reale esercito a Caporetto e dalla nazionale azzurra nel 1966, a opera dell'infida compagine coreana.

    RispondiElimina
  21. Le imprecazioni contro la pioggia causata dal ladrocinio governativo ci appartiene come le nostre mutande. La sua sparizione dal nostro linguaggio gergale significherebbe la fine assoluta della nostra identità
    Rosalba

    P.S
    SEI GENIALE ALESSA'

    RispondiElimina
  22. ...che meraviglia Metil....e che interventi fantastici che hai scatenato!
    :-)

    RispondiElimina
  23. Il sistema ferroviario con i treni sozzi, intasati e perennemente in ritardo rispecchia in modo assolutamente veridico il disprezzo italico per la sfera pubblica. Cambiarlo significherebbe abbassare l'Italia a livello europeo.

    RispondiElimina
  24. Manca:

    - il pupazzo del Gabibbo
    - il superamento della fila alle poste

    nda

    RispondiElimina
  25. mie aggiunte:
    - lo spinterogeno
    - appiccicare chewwing-gum sotto la sedia
    - scaccolarsi in pubblico
    - rutti al taleggio
    - calzini corti
    - parlare con i rutti
    - orgasmo sonoro
    - allevare castori nel bagno
    - pettinarsi con le bombe a mano

    RispondiElimina
  26. Il fascio littorio appartiene da che mondo è mondo alla nostra cultura più autentica. La sua rimozione dalle pizzerie con forno a legna sarebbe un affronto allo stato di diritto.


    Bhe' la fine delle fascine e' proprio il forno ...
    Stavolta ha detto una verità sacrosante!

    Bookswor

    RispondiElimina
  27. La coda sulla tangenziale appartiene senza alcun dubbio alla nostra identità più genuina. La sua rimozione dalle caserme dei pompieri sarebbe un vulnus alle casalinghe.

    RispondiElimina
  28. Rimuovere Il lavoro nero e l'evasione fiscale dal Nostro Paese sarebbe un vero affronto alla libertà e alla democrazia.

    RispondiElimina
  29. La discografia dei Pooh appartiene dall'alba dei tempi alla nostra educazione più veritiera. La sua rimozione dalla ricevitorie del Lotto sarebbe un'offesa alla previdenza sociale.

    RispondiElimina
  30. Il santino sul cruscotto appartiene fisiologicamente alla nostra tradizione più autentica. La sua rimozione dai tribunali sarebbe una lesione alle minoranze linguistiche.

    RispondiElimina
  31. La bestemmia in dialetto appartiene assolutamente alla nostra consuetudine più sincera. La sua rimozione dalle cabine telefoniche sarebbe uno schiaffo all'uguaglianza dei cittadini.

    RispondiElimina
  32. il "passare" a qualcun'altro quando vedi delle suore ("TUA!!") appartiene da secoli alle nostre più profonde e sincere radici CRISTIANE/CATTOLICHE: la sua rimozione dalle pareti delle officine meccaniche sarebbe un oltraggio.

    RispondiElimina
  33. Silvio Berlusconi appartiene visceralmente alla nostra identità più genuina. La sua rimozione dai bordelli clandestini sarebbe un vilipendio alla pace sociale.

    olallà....

    RispondiElimina
  34. La malavita organizzata appartiene dall'alba dei tempi alla nostra educazione più verace. La sua rimozione dai tribunali sarebbe un affronto allo stato di diritto.

    RispondiElimina
  35. La grattata di palle con lieve flessione delle ginocchia è simbolo della tradizione nazionale di ridimensionamento del tragico. La sua abolizione dai commissariati di PS rappresenterebbe un irrimediabile svilimento delle regole di garanzia del diritto processuale penale.

    RispondiElimina
  36. Nel commento di anonimo (10 Novembre 2009 14:58:00 CET) si legga "divaricazione" in luogo di "flessione". Grazie.

    RispondiElimina
  37. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post