Stefano Cucchi e il doppio barile


Mi pare che in giro se ne parli sempre meno, e la cosa mi dispiace un po'.

Soprattutto se vengono fuori le foto che testimoniano le percosse subite da Stefano Cucchi, non si sa se durante il fermo dei carabinieri o durante la sua traduzione in carcere, ma comunque prima di entrare in ospedale.

Qualche giorno fa, allorché le forze dell'ordine e gli operatori sanitari sembravano rimpallarsi vicendevolmente la responsabilità del dramma, ebbi a prospettare l'ipotesi che ci trovassimo di fronte al solito, squallido scaricabarile.

Ecco, e se invece i barili fossero belli pieni tutti e due?

Questo post è stato pubblicato il 06 novembre 2009 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

10 Responses to “Stefano Cucchi e il doppio barile”

  1. Che se ne parli un pochino meno sarebbe anche normale. Quello che dispiace a me è che qualcuno OSI parlarne così:

    http://femminileplurale.wordpress.com/2009/11/06/sottosegretario-la-capra-crepa/

    Allora forse preferisco il silenzio... non so. Tu?

    RispondiElimina
  2. In generale, preferisco che quelli come Giovanardi si esprimano: meglioi sapere che esistono, insomma, per poter prendere le dovute contromisure.

    RispondiElimina
  3. eppure, dopo il caso Aldrovandi mi pare si sia aperto uno spiraglio per continuare a sperare nella giustizia. Che mai, restituirà la vita rubata.

    RispondiElimina
  4. Metilparaben, ma quali contromisure? (domanda vera eh, non è retorica)

    RispondiElimina
  5. @isaroseisarose
    Culturali, tanto per cominciare.

    RispondiElimina
  6. @ Metilparaben - Allegra
    Va beh. giuro: non voglio fare polemica e non voglio sfogare qui le orribili emozioni che m'ha provocato la lettura di giovanardi. solo in generale mi piace quello che dite e su questa cosa precisa vorrei un confronto.
    dunque, è bene che giovanardi parli (M.) così noi possiamo prendere contromisure "culturali" (A.). bella frase ma tradotta in pratica? esempi? (a meno che un blog non sia una contromisura a giovanardi ma mi parrebbe un poco ottimista).

    RispondiElimina
  7. non vorrei essere fraintesa, il vostro blog è bellissimo e un blogghino ce l'ho anch'io ma non purtroppo postare non mi sembra una contromisura sufficiente. o sì? mah.

    RispondiElimina
  8. Ciao Alessandro, ho seguito la vicenda, e, non per difendere la categoria, ma il ragazzo per essere conciato in quel modo, è stato portato così nella Matricola del Carcere, quindi le percosse le ha avute fuori dal carcere. Ciao Eugenia

    RispondiElimina
  9. Invece qualcosa si muove...l'opinione pubblica,imbambolata da anni di fiction di brave forze dell'ordine,inizia a dubitare e a scandalizzarsi...ancora 6 o 7 morti scandalose...a questo ritmo,temporalmente pochi mesi,un annetto,e vedrete che la coscienza collettiva si formera'...pazientiamo il passaggio di altri cadaveri...su su...
    Mirko

    RispondiElimina
  10. Ho rivisto nuovamente le foto scattate come "Nuovo giunto", quelle dell'immatricolazione, che poi sono quelle che girano, come l'hai anche tu nel post, ebbene, in Matricola è arrivato in quel modo, malconcio, adesso io non so come ragionano quelli di Roma, ma un nuovo giunto in quelle condizioni, non si accetta!!!!!!!!
    Ciao, Eugenia

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post