Schiave, schiave, schiave

Tanto perché non pensiate che il post di ieri dia conto di un caso isolato, vi incollo qui di seguito qualche brano tratto da alcuni siti che si occupano di apologetica cattolica. Tenetevi forte, e riflettete ancora una volta su un interrogativo: c'è davvero qualche differenza, tra gli integralisti islamici e questa gente?

Come una fonte
Tanto femminismo che per anni ha rivendicato una parità col sesso maschile... non so in effetti quale parità abbia mai desiderato...

Splendore di luce
Oggi la figura della moglie viene sempre presentata in maniera ampiamente artificiosa dai moderni mass(-onici) media, ...come belva insuperbita, regina della casa, del portafoglio, dei figli e, ...del marito, ...ridotto a sproposito, dai suddetti... "mezzi di disinformazione di massa" ...a povero "servo inutile" (...ma non in senso evangelico!). E' in atto, ed è ben lungi dal termine, un maldestro e ben articolato tentativo di sovvertire i ruoli ed il reciproco rispetto all'interno della famiglia (...quella cosiddetta: "normale"), ...e non solo!

Genitori cattolici
Questa "rivoluzione" eretica, di cui ci preavvisò la Madonna a Fatima e che sta ancora inquinando la nostra società, ha liberato la donna dal marito e dalla casa e l'ha resa schiava dello Stato, della pubblicità, del carrierismo, dell'impudicizia. L'ha cioè sottomessa alla Bestia! E mentre il Signore ha stabilito che la moglie sia obbediente al marito (per quanto ovviamente non in contrasto con la Parola divina), satana è riuscito, a causa del nostro peccato, a far sì che una moglie possa, addirittura legalmente, abortire senza il consenso del marito o contro la sua volontà: cioè che possa uccidere un figlio, tale anche per un padre.

Fuoco vivo
Oh donna, la moda ti ha svestita quasi del tutto, e non hai più vergogna! Sei convinta, anzi, di esserti aggiornata, di esserti liberata da certi "tabù" fastidiosi. In verità, tu hai semplicemente perduto il fascino più grande che possedevi: quello del pudore! Rifletti un po' seriamente...
  • Tu affermi che, con le tue nudità, non fai nulla di male.
    E perché, allora, i peccati e le violenze sessuali sono spaventosamente aumentati e i costumi morali sono scesi così in basso?
  • Tu non hai, quasi mai, intenzione di peccare.
    Malgrado questa tua intenzione di non voler peccare, resta il fatto che, con la tua nudità, provochi il maschio.
  • Ma tutte sono così!
    E non ti accorgi, così dicendo e facendo, di avvilirti profondamente? Vuoi regolarti secondo quanto dicono e fanno gli altri, o secondo la tua coscienza e la legge della tua Fede? Sei così schiava dell’opinione pubblica da temere più un "risolino" ironico che il giudizio di Dio? Ci tieni tanto ad essere libera e indipendente, e ti adatti così pecorilmente ad una tirannia anonima e capricciosa, qual è la moda? E la chiami modernità e libertà la tua?
  • Gli uomini si sono oramai abituati anche a certe nudità!
    Lo credi? Ma anche se così fosse, non ti è lecito profanare il tuo corpo mettendolo in mostra! Ma io ti dico: non ti illudere! A certe nudità non ci si abitua mai! Quelli che dicono di essersi abituati, molto probabilmente o sono degli anormali o degli ipocriti viziosi! Ricordati bene: i casti di corpo e di mente non si abitueranno mai! Le tue nudità, perciò, rischiano sempre di rovinare un fratello!
  • Né dire che tu sei molto più modestamente vestita di tante altre.
    E' un'illusione credersi a posto solo perché si è meno svestite... Anche quelle che hanno ridotto il vestito a uno straccetto, possono vantarsi di essere più coperte di altre!

Questo post è stato pubblicato il 05 marzo 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

32 Responses to “Schiave, schiave, schiave”

  1. Non vi passa x la mente che forse le donne cattoliche vogliono proprio questo?!
    a parte alcuni aspetti risibili,soprattutto dove si parla della Bestia!,con tutti i mariti bestiali che ci stanno...., insomma comunque il legame servo -padrone è una delle chiavi piu importanti x comprendere la societa' occidentale(basta ripensare al tutto fassbinder...).
    Mirko

    RispondiElimina
  2. Complimenti, in particolare ai redattori di "fuoco vivo".
    Concentrare in poche righe così tante cazzate è segno di una certa abilità.

    RispondiElimina
  3. mi sono fatta forza e ho visitato i siti linkati:
    l'ultimo è chiaramente di un povero esaltato...

    RispondiElimina
  4. Si, gli italiani sono un popolo che come caratteristica peculiare è composto da 57 milioni di ritardati mentali e qualche migliaio di normodotati spaesatissimi (chi non sta facendo le valigie per andare a vivere nel terzo millennio, cioè ovunque meno che in questa fogna).

    RispondiElimina
  5. Una domanda. Ma invece voi pensate di "rendere migliori" le donne facendole diventare identiche agli uomini?

    RispondiElimina
  6. esistono milioni di uomini e sono tutti diversi...la tua affermazione è risibile: come sarebbero gli uomini?!?
    Mirko

    RispondiElimina
  7. La donna che provoca l'uomo e causa le violenze sessuali fa molto "è colpa sua se l'hanno stuprata, aveva la gonna troppo alta". Un punto di vista evoluto, come dire.

    RispondiElimina
  8. "rendere migliori le donne facendole diventare identiche agli uomini" è già una ridicolaggine notevole!!!!!

    RispondiElimina
  9. L'unico commento che mi viene spontaneo è un sospiro.

    RispondiElimina
  10. http://www.youtube.com/watch?v=i7FCwhXdPII
    passa tutto con Padre Pizarro!

    RispondiElimina
  11. questo è più in linea con il post
    http://www.youtube.com/watch?v=5JESGmwY7Y4&feature=related

    RispondiElimina
  12. Oggi vi conosco e già vi apprezzo! interessante l'articolo su i sondaggi.

    INCREDIBILE!Quello che si legge su "cultura medioevale"(schiave) buon lavoro

    Uno che si è seduto dalla parte del torto (ma per terra, perchè mi hanno fregato anche la sedia) ciao claudio

    RispondiElimina
  13. Il fatto che le donne non vogliono essere uguali agli uomini ma che vogliono semplicemente il diritto di scegliere cosa essere come individui non li sfiora manco di tangente. D'altronde a questi tizi inutile spiegare alcunchè. A parte il fatto che sono una minoranza così infima da non raggiungere neanche gli iscritti al Partito Comunista dei Lavoratori di Ferrando.

    RispondiElimina
  14. Dimenticavo: girerei il contenuto di "Fuoco vivo" alla ASL più vicina in modo che provveda con adeguato TSO.

    RispondiElimina
  15. Devo dire la verità: mi fa paura questa gente.

    RispondiElimina
  16. Muhuahuahuhauhuah! Frustrati del cazzo. Vedi a non scopare mai cosa succede? ahi ahi!

    Luca

    RispondiElimina
  17. NOOOOOOOOOOOO!
    Ho appena scoperto che questo "fuoco vivo" è mio concittadino!
    NOOOOOOOOOOOO!

    RispondiElimina
  18. avete mai visto 'sto matto ?
    fa 'politica' ...
    http://www.maschio100x100.org/


    se avete tempo e voglia di farvi 4 risate
    date un'occhiata pure ai suoi video

    http://www.youtube.com/user/maschio100x100

    RispondiElimina
  19. "Dio"... queste emerite teste di c...o si permettono di affermare che una donna viene stuprata per colpa sua, per come si veste.. ma ci rendiamo conto?? Non sarà che un "maschio" si ritiene giustificato a farlo perchè qualcuno, nelle loro tanto amate lezioni al catechismo ( alle quali il maschio è andato rigorosamente accompagnato dalla madre "casalinga-educatrice-schiava"!! Che poi educatrice di che?? Una che non ha visto nient' altro che il focolare, di cui è padrona??!) gli avrà inculcato queste parole??? Semplicemente ridicoli e ignoranti. Si permettono di sputare sentenze sul matrimonio, i figli, come se loro ne avessero uno,predicano la povertà e l' umiltà con gli anelli di oro al dito... Esortano alla pace quando con le loro parole invocano già ad una guerra tra sessi... VERGOGNA.. Veronica

    RispondiElimina
  20. "Una domanda. Ma invece voi pensate di "rendere migliori" le donne facendole diventare identiche agli uomini?"

    Questo commento mette perfettamente in luce l'idea di donna che hanno certe persone: un oggetto di proprietà dell'uomo. Caro (ma anche no) Anonimo, noi non vogliamo rendere le donne in alcun modo, se non libere: le donne non sono oggetti che plasmiamo a nostro piacimento, ma persone con i nostri stessi diritti e, in generale, molta più dignità di coloro che la pensano come te.

    RispondiElimina
  21. "c'è davvero qualche differenza, tra gli integralisti islamici e questa gente?"

    No, i prodotti delle religioni monoteiste sono più o meno gli stessi dappertutto.

    RispondiElimina
  22. Il problema secondo me è che non si tiene conto che la donna come anche l'uomo sono creature di Dio e come tali vanno rispettate.

    RispondiElimina
  23. "Il problema secondo me è che non si tiene conto che la donna come anche l'uomo sono creature di Dio"

    Dio non esiste.

    RispondiElimina
  24. E soprattutto ricordatevi.......non vi toccate o diventerete ciechi!

    RispondiElimina
  25. «Oggi la figura della moglie viene sempre presentata in maniera ampiamente artificiosa dai moderni mass(-onici) media, ...come belva insuperbita, regina della casa, del portafoglio, dei figli e, ...del marito, ...ridotto a sproposito, dai suddetti... "mezzi di disinformazione di massa" ...a povero "servo inutile"»

    Assolutamente d'accordo con questo passo. Ammesso che poi di mogli ce ne siano più tante. Le donne di oggi sono per la maggior parte insuperbite, complessate, sessocentriche e senza il minimo rispetto di niente e di nessuno se non del loro personale tornaconto. "Trasformate in ignobili bagasce dall'egocentrismo delirante, incapaci di suscitare altro che un legittimo disgusto." scrive Houllebecq.

    Se c'è un qualcosa di buono nell'umanità, è FEMMINILE, se poco-poco fa brutto tempo, è colpa del "maschio occidentale".

    Questa è l'insensatezza insopportabile, per qualsiasi persona sana di mente, propinataci di continuo.

    E giù giornali a consumare fiumi d'inchiostro beatificando il femminismo più becero - per non parlare della TV che è praticamente diventata para-pornografica.

    Stiamo creando una popolazione di individui indistinti, né maschi né femmine, maschi eunuchi (palestratissimi e con le sopracciglia rifatte) e femmine androginizzate (e possibilmente anoressiche, salutiste da rivistina, ma che fumano e bevono come delle indemoniate).

    E il tutto a mero servizio del Capitale e dei suoi ritmi disumani, tutti ballerini (stile De Filippi) alle note sol-do.

    Adesso non ci rimane che "goderci" questa manica di pazze con la mentalità stile "Lady GaGa".

    La voce fuori dal coro di questo predicatore, seppur intrisa di un misticismo medioevale, a mio parere ha molto senso.

    Care femminucce, dovevate essere "libere" con la parità, e vi siete solamente vendute al miglior offerente, Berlusconi e quelli come lui e la sua cricca sono i vostri veri paladini.

    RispondiElimina
  26. Indignata alla visione di certi commenti.. Si parla tanto della donna... vogliamo parlare dell' uomo e di quello che è diventato??... ops... o è sempre stato?? Un animale maschilista, infedele, che privo dell' uso della ragione utilizza la violenza per imporre alla moglie (sempre se oggi ce ne siano, in mancanza alla compagna, tranquillo!)le sue idee (o ordini???), che si ritiene autorizzato a stuprare una donna, che vive per il "calcio"... ma che razza di discorsi fai wik72...chiaro che a te, dato il tuo alto quoziente intellettivo e la tua idilliaca considerazione della donna, una donna intelligente neppure ti si avvicina ..che ti lamenti a fare... muahhh ... ma invece di dire stronzate sforzatevi di capire un concetto semplicissimo... "LA DONNA DEV' ESSERE LIBERA, COME LO è L' UOMO, DI FARE E PENSARE CIò CHE VUOLE.. NON SIAMO Nè IO Nè TU A STABILIRE A PRIORI COSA SIA LA DIGNITà"... "vivi e lascia vivere... ( e aggiungerei " e non dire stronzate").." Veronica

    RispondiElimina
  27. e' la mancanza di amore che ci ha portato a perderci dentro i discorsi. INTERPRETIAMO. nella coppia, nella famiglia, nella società. la realtà è molto semplice. la verità è dentro di noi.

    RispondiElimina
  28. Veronica, ma , cosa ne sai tu de "l'uomo e quello che è sempre stato"? Gli "animali maschilisti infedeli privi della ragione stupratori" sono frutto delle tue fantasie MALATE e del vostro vittimismo che è a livelli insopportabili. Fare di tutta l'erba un fascio a questo modo è di una pochezza intellettuale disarmante.

    La mia perssonale considerazione della donna è al livello di quello che si merita oggi, visto che, come ieri, in realtà AMA E RISPETTA SOLO L'UOMO BECERO E VIOLENTO - PER POI LAMENTARSENE A VITA (STUPRATORE DI QUA STUPRATORE DI LA).

    Fattelo tatuare da qualche parte: LA DIGNITA' SI ACQUISTA CON LA COERENZA.

    No facendo le furbette vittimine a ogni piè spospinto.

    RispondiElimina
  29. Wyk 72 Sei arrivato dove volevo portarti! Ora io porgo una domanda a te: "che ne sai tu de "le donne vittime ecc.." ti ho fatto un ritratto dell' uomo proprio di quel tipo (che purtroppo esiste e ti inviterei a leggere qualche articolo perchè, a mio malincuore, non è frutto di fantasia e vittimismo) per farti capire che non si può fare di tutta l'erba un fascio. Ed è esattamente quello che fai tu... Forse con un pò di arroganza e presunzione in meno e "mettendo da parte qll che tu stesso hai definito pochezza intellettuale disarmante", avrai la fortuna di conoscere qualche donna diversa.. E cmq, restando in tema, ti ricordo che tu non sei Dio scendi dal piedistallo... che la dignità è implicita in ogni essere umano e non sei tu a dover stabilire aprioristicamente coerenza e libertà. Veronica

    RispondiElimina
  30. "[…] si può dire ancora che vi siano delle 'donne'? Certo la teoria dell'eterno femminino conta numerosi adepti […]; altri sospirano: 'La donna si perde, la donna è perduta.'. Non è più chiaro se vi siano ancora donne, se ve ne saranno sempre, se bisogna augurarselo o no, che posto occupano nel mondo, che posto dovrebbero occuparvi. 'Dove sono le donne?'[…]. Ma innanzi tutto: cos'è una donna? 'Tota mulier in utero: è una matrice', dice qualcuno. Tuttavia parlando di certe donne, gli esperti decretano 'non sono donne', benché abbiano un utero come le altre. Tutti sono d'accordo nel riconoscere che nella specie umana sono comprese le femmine, le quali costituiscono oggi come in passato circa mezza umanità del genere umano; e tuttavia ci dicono 'la femminilità è in pericolo'; ci esortano: 'siate donne, restate donne, divenite donne'. Dunque non è detto che ogni essere umano di genere femminile sia una donna; bisogna che partecipi di quell'essenza velata dal mistero e dal dubbio che è la femminilità. La femminilità è una secrezione delle ovaie o sta congelata sullo sfondo di un cielo platonico? Basta una sottana per farla scendere in terra? Benché certe donne si sforzino con zelo di incarnarla, ci fa difetto un esemplare sicuro, un marchio depositato. Perciò essa viene descritta volentieri in termini vaghi e abbaglianti, che sembrano presi in prestito dal vocabolario delle veggenti. […] le scienze biologiche e sociali non credono nell'esistenza di entità fisse e immutabili che definiscano dati caratteri, come quelli della donna, dell'Ebreo o del Negro; esse considerano il carattere una reazione secondaria a una situazione. Se oggi la femminilità è scomparsa è perché non è mai esistita. […] il fatto è che ogni essere umano concreto ha sempre la sua particolare situazione. Respingere le nozioni di eterno femminino, di anima negra, di carattere giudaico non significa negare che vi siano, oggi Ebrei, Negri e donne: questa negazione non ha per gli interessati un significato di libertà ma una fuga dall'autenticità."

    Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949)

    RispondiElimina
  31. NI... o meglio, forse NO, non c'è differenza fra gli INTEGRALISMI. Le teste di cz sono teste di cz. Però... Eppure si, secondo me c'è - comunque - una differenza sostanziale fra l'integralismo islamico e quello cattolico, per il semplice fatto che - almeno sulla questione della donna!!! - l'uno ha più appigli dell'altro (in senso negativo).
    Esistono poi possibili, eventuali "appigli" in senso positivo.. e anche lì, in una religione ce ne sono più (o meno) che in un'altra.
    e sia chiaro: dico tutto questo come DONNA, nn certo come aderente a (o nemica di) qualsivoglia religione.
    ...nn so se avrai mai voglia di guardartelo, ma questo video dice gli appigli che potrebbe dare la religione cattolica, e che sono purtroppo inesistenti in quella mussulmana:
    http://www.youtube.com/watch?v=24JCileqfU0

    RispondiElimina
  32. Altro che Spinoza.it! Ragazzi, senza i siti cattolici integralisti internet sarebbe un posto triste e noioso... cosa altro provoca così tante risate?!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post