Chi è che deve chiedere perdono?

Monsignor Odo Fusi Pecci, Vescovo Emerito di Senigallia:

La violenza va sempre e comunque biasimata e punita con rigore e fermezza e non è mai giustificabile, perché va contro la legge dell'amore.
giusto!
Ma vorrei anche aggiungere qualche cosa.
ahi...
Precisato che chi ha colpito è fuori della legge,
sì?
va anche detto che spesso i gay provocano,
ah, sì? Cioè insultano, mostrano il dito medio, si calano le mutande esclamando "baciami il culo"?
fanno dell' inutile esibizionismo in pubblico
cagano per terra davanti ai negozi di alimentari? Si masturbano davanti agli asili? Bestemmiano col megafono davanti alle basiliche?
con abbracci e baci
ah, sarebbe questo, l'inutile esibizionismo...
e questo loro comportarsi può urtare la sensibilità e la sucettibilità di qualcuno.
il quale dev'essere davvero un tipo sensibile, se reagisce prendendoli a sprangate...
Insomma anche loro provocano,
ovvio. D'altronde anche le donne in minigonna provocano gli stupratori, no? Per non parlare dei bambini in bermuda, che provocano i pedofili.
quando bene farebbero ad esercitare le loro attività e la loro sessualità, se proprio non possono frenare questo istinto, in casa,
certo, magari con le tapparelle abbassate, le finestre chiuse e lo stereo a manetta: non si sa mai, qualche vicino potrebbe percepire un gemito e, urtato nella sua suscettibilità, suonare il campanello e dar loro una sensibilissima coltellata.
meglio farebbero a pentirsi e pregare chiedendo perdono a Dio.
ho capito. Sono gli omosessuali, quelli che farebbero bene a pentirsi chiedendo perdono a Dio, mica gli squadristi che li picchiano.
E, a quanto pare, neppure i vescovi che li giustificano.

Questo post è stato pubblicato il 18 giugno 2010 in ,,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

17 Responses to “Chi è che deve chiedere perdono?”

  1. Mi piace come hai impostato l'articolo, complimenti...
    che schifezza, e dire che siamo nel 2010 e non nel Medioevo...

    RispondiElimina
  2. Non so se ti perdonerò di avermi mandato con il link in un sito di una setta come Pontifex - blog di libera informazione cattolica. Ora "loro" potrebbero avere traccia del mio passaggio, identificarmi e farmi del male... e tu ne sei responsabile!

    RispondiElimina
  3. Molto evocativo.
    Ed è incredibile e assurdo che continui a parlare di sesso chi fa della mortificazione degli istinti corporali la sua missione nella vita.
    E anche l'amore predicato dalla Chiesa mi pare tutto fuori che Amore.

    RispondiElimina
  4. MA AVETE LETTO LE ALTRE USCITE DI QUESTO IMBECILLE?? (MI RIFERISCO ALL'EMERITO VESCOVO OVVIAMENTE)
    DA TENERE D'OCCHIO!!!
    PAOLO

    RispondiElimina
  5. Vedo che ti stai specializzando nel riportarci tutte le str...ops, no volevo dire caz...no scusate, sciocchezze che sfuggono alle alte cariche del clero. Questa e' vera informazione...

    RispondiElimina
  6. "che schifezza, e dire che siamo nel 2010 e non nel Medioevo"
    Non ho notato la differenza!

    RispondiElimina
  7. papi, monsignori, cardinali... tutti la stessa merda

    RispondiElimina
  8. Non so se qualcuno si rende conto di che cosa si implica, dal punto di vista della teologia cattolica, con "Chi rinnega il Magistero del Papa e della Chiesa nella interpretazione della Scrittura pecca di orgoglio e contro lo Spirito Santo". In italiano vuol dire: "gli unici che possono dire qualcosa sulle scritture sono il papa e la chiesa cattolica, chi lo nega va all'inferno". Il peccato contro lo spirito santo è infatti quello che non si può perdonare.

    Mi piacerebbe avere l'indirizzo di questo bravo Odo Fusi Pecci (Mazzanti Viendalmare?) per scrivergli che razza di m... che è.

    RispondiElimina
  9. Di norma il perdono lo chiedono quelli che provano vergogna e colpa. Sentimenti che di questi tempi sembrano caduti in disuso.

    RispondiElimina
  10. Tanto più che dopo averli giustificati se sono minorenni se li trombano! Per noi e per tutti in remissione dei peccati... AMEN.

    RispondiElimina
  11. Alla fine è sempre la solita storia, che l'omosessualità è considerata deviazione, ergo bene sarebbe che, se proprio questi non ne possono fare a meno, lo facciano di nascosto!!
    Ma la differenza con l'assurdità di un Islam che impone alla donna il velo perchè questa non tenti l'uomo, dov'é?

    RispondiElimina
  12. Non c'è differenza. Nessuno si deve pentire dell'amore o del sesso fra adulti consenzienti. Piuttosto il Fuso Pecci, "emerito" escremento, dica ai suoi colleghi preti pedofili di pentirsi! E si penta lui delle calunnie contro noi gay

    RispondiElimina
  13. Ma tutta sta importanza a sti quattro parrucconi imbalsamati...mah...

    RispondiElimina
  14. Credo sia giusto cominciare a scamazzare di legnate i cattolici che ostentano la loro fede in pubblico. E non c'è giornata che passi nella quale questa convinzione non ne esca rafforzata.
    Poi glielo spiego che è un effetto della legge causale della Vita,eh.
    Mica sono un energumeno qualsiasi.

    RispondiElimina
  15. eh... magari la questione fosse di cosi' facile soluzione: mi schiero a favore o mi schiero contro?

    Ma la realta' non e' mai una cosa binaria (0 o 1), e' sempre un continuo numerico (0, 0.01, 0.011, ..., 1.0) .....

    Purtroppo e' vero, dal punto di vista biologico l'omosessualita' e' una deviazione (in quanto non produce l'effetto naturale a cui il sesso dovrebbe portare: la riproduzione) ed in generale la religione (della quale tutto si puo' dire salvo che non sia una maniera di garantire, tramite leggi "mistiche", la sopravvivenza della specie) non puo' fare a meno che condannare questa deviazione.

    Se da un punto di vista biologico, quindi, la religione e' quella che si comporta in modo corretto (...) da un punto di vista del senso di giustizia umano tale condanna risulta in un soppruso, una imposizione della volonta' di alcuni (i "giusti" religiosi) sui pochi (gli "sbagliati", "deviati" o semplicemente coloro che non sono in riga).

    Il problema e' che ogni uomo la pensa in modo diverso, quindi ci sara' qualcuno che si schierera' a favore dei religiosi (per qualsiasi assurdita' estremistica possano dire) e chi, invece, contro, adducendo la loro scelta ad un principio di "giustizia umana" che nulla ha a che vedere con le regole religiose.

    L'omosessualita' e' un bene o un male? Io non mi pongo nemmeno il problema perche', come detto prima, la si puo' vedere con entrambi i risultati (basta cambiare prospettiva). Io dico che semplicemente l'omossessualita' ESISTE, e che gli omosessuali sono innanzitutto PERSONE che meritano rispetto e gli stessi diritti dei non-omosessuali.

    Ma come per tutto, a quanto pare a questo mondo c'e' anche chi non la pensa cosi' (e credetemi, ce ne sono molti, magari anche qualcuno che non osa esprimersi liberamente e che e' seduto di fianco a voi.....)

    RispondiElimina
  16. Li provocano.
    Nel senso che preti e machonazi si eccitano.
    E per punire se stessi di ciò senza avere le palle di ammettere la loro natura, menano.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post