I diritti dei gay e i diritti dei vescovi

Carlo Giovanardi, Sottosegretario di Stato, sugli omosessuali:

Premesso che la mia condanna dei fatti di violenza che hanno colpito i gay è totale,
dai, è già qualcosa: vediamo come prosegue.
sono tuttavia dell’avviso che la manifestazione dell’omosessualità,
eccolo che arriva...
come anche dell’eterosessualità,
apperò, stavolta ce l'ha pure con gli altri...
in luoghi pubblici debba sempre seguire criteri di buon gusto e di rispettabilità.
cioè, non ci si deve abbandonare al sesso orale in mezzo al traffico? Suvvia, questo non l'ha mica chiesto nessuno...
Questo vale sia per le coppie etero che per quelle gay, sia chiaro.
perbacco, si sta mantenendo: e chi se lo aspettava?
Ecco, prego i gay, come anche gli etero, di contenere nell’ambito del lecito le loro effusioni nel rispetto della collettività.
vabbe', dai. Un po' bacchettone, ma in fin dei conti ci si può stare. Come dite? Ah, non ha finito? Ahia...
Se mi trovo in contesto familiare,
sì?
che so, in una spiaggia affollata di famiglie
be', io avrei pensato più al cenone di Natale, ma insomma...
o in un asilo con minorenni che vanno in giro,
certo, in un asilo normalmente i minorenni vanno in giro, a meno che non li leghino...
credo che certe cose non debbano accadere. Questo vale per tutti. Le effusioni provocatorie vanno bandite.
andiamo, sottosegretario, chi vuole che rivendichi il diritto di andare a fare petting spinto negli asili in mezzo ai bambini che corrono di qua e di là? Mi pare un po' una forzatura, insomma...
A Paola Concia e Franco Grillini ho sempre chiesto cosa c’entri la difesa di un orientamento sessuale diverso con il Gay Pride,
non saprei: potrebbe darsi che c'entri quanto la difesa della famiglia cattolica c'entra con il Family Day? Così, tanto per fare il primo esempio che mi viene in mente.
nell’ambito del quale le persone ballano nude,
ah, tipo le veline in televisione in prima serata? Inaudito...
si travestono da preti e da suore, irridono alla religione, prendono per i fondelli il Vaticano.
be', pure il Vaticano, da parte sua, non è che se ne stia con le mani in mano: cioè, se uno ti dà del malato, del pervertito e del porco tutti i santi giorni, magari ci sta pure che una volta l'anno lo prendi in giro per qualche ora, no?
Che cosa c’entra l’omosessualità con la sguaiataggine, il carnevale e la provocazione?
aridaje: a occhio e croce c'entra tanto quanto dovrebbe entrarci la religione con l'insulto, la criminalizzazione e la segregazione.
Sono assolutamente favorevole se una norma preveda un’aggravante di pena a tutela di chi viene aggredito soltanto ed esclusivamente per il proprio orientamento,
giusto!
che sia una donna vestita con abiti provocanti o un omosessuale che indossa l’orecchino,
(nell'immaginario di Giovanardi, evidentemente, tutti i gay hanno l'orecchino, si vestono con giubbotti di pelle borchiati senza maniche e camminano a passo di danza cantando YMCA...)
ma non sono d’accordo ad aggiungere anche che debba essere punito chi ritiene che a scuola vada insegnato che il rapporto normale è quello fra uomo e donna.
ah, eccolo! Ci siamo! Cioè, finché picchiano gli omosessuali è giusto punirli, ma se si limitano a dire ai bambini che sono degli anormali, allora no. Un po' come se fosse censurabile dare un calcio in culo a un politico, ma accusarlo pubblicamente e senza motivo di essere un pappone fosse ammissibile... interessante teoria, non c'è dubbio.
E’ fuori discussione che il rapporto fisiologico che fa continuare il mondo è quella tra un uomo e una donna
per essere esatti, il "rapporto fisiologico che fa continuare il mondo" nel senso che intende lei è quello tra un uomo e una donna, entrambi in età fertile, purché non siano affetti da problemi di sterilità: che facciamo, con tutti gli altri, li scomunichiamo?
e un vescovo deve poter continuare a dire questo senza essere incriminato.
non fa una grinza: ultimamente prendono a sprangate gli omosessuali un giorno sì e l'altro no, e il problema è la libertà dei vescovi di dire quello che vogliono.
Voi che ne dite: non trovate che si tratti di un concetto di libertà un tantino singolare?
---
Grazie a Alessandro per la segnalazione.

Questo post è stato pubblicato il 07 giugno 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

25 Responses to “I diritti dei gay e i diritti dei vescovi”

  1. Posto che Giovanardi è censurabile anche quanto guarda in silenzio, e su questo non ci piove, che vuol dire "la famiglia cattolica"?

    RispondiElimina
  2. Mi spiace ma non riesco a fare un commento serio al riguardo. No davvero. Sto morendo dal ridere! :)

    RispondiElimina
  3. Non per essere pignolo, ma gli omosessuali in effetti non sono normali. In che senso?
    Nel senso della parola, che indica lo stato che appartiene ai più. In uno stato pieno di omosessuali gli anormali sono gli eterosessuali, per esempio. La distinzione, e sopratutto l' accorgimento che si dovrebbe avere, è quello di non associare il significato di normale con il significato di buono e giusto, e con anormale, cattivo e deprecabile. Giusto perchè sono cose che non hanno collegamento logico.
    Antonio

    RispondiElimina
  4. Per stato nel primo caso non intendevo quello Italiano, ma come stato di cose.

    RispondiElimina
  5. Rispetto alle uscite precedenti, vd. quella su Cucchi, è mooolto migliorato. Anche se ogni volta che parla, sembra di essere davanti ad un sosia del compianto Gino Bramieri.

    RispondiElimina
  6. beh, qualcuno mi dice xchè io vedo la pubblicità si scientology su questo sito??

    Cioè, mi sembra un attimino controsenso!! Toglietela..

    RispondiElimina
  7. Quando si parla di questi temi e l'interlocutore inizia, come Giovanardi, con le due parole "Premesso che" lo fermo immediatamente: non c'è bisogno di continuare, quanto seguirà è superfluo.

    RispondiElimina
  8. Allora non capite, abbiamo bisogno che voi facciate bambini i quali saranno i nostri schiavi futuri, educati male da scuole fatte peggio.
    E smettetela di accoppiarvi tra gente dello stesso sesso che se no finite all'inferno come i pedofili!

    RispondiElimina
  9. certe volte, sempre, mi soffermo a immaginarmi questi soggetti mentre trombano , poi mi ripiglio e mi dico: questi soggetti non conoscono la sessualità, sarà per questo che son tutti tesi a parlarne sempre.

    RispondiElimina
  10. @Antonio: dunque chi vota il cavaliere mascarato è normale chi vota, che ne so, i radicali, è anormale :) noooooooooooooooooooo!!!! eh eh eh

    Firmato: un diversamente normale.

    RispondiElimina
  11. Qui l'unico che non è normale è proprio Giovanardi. Lui e questo strazio di famiglia cattolica, che di fatto è una categoria quasi estinta, che gli piaccia o no...

    RispondiElimina
  12. chi è il genio che ha scritto l articolo? giuro, ho riso molto...grande!

    RispondiElimina
  13. Quanto mi rode il culo ad essere tra quelli che lui chiama "normali"!

    RispondiElimina
  14. sarò breve XD
    Allora l'omosessualità essite in natura! l'uomo sta andando oltre le normali legi della natura, si è snaturato questo però nn tolgie a madre natura di fare cioè per cui esiste, contrallare le sue creature, siamo troppi! stiamo sovraffollando il mondo, l'omossessualità è uno dei modi che la natura ha di evitare la soprappopolazione di una specie, come le catostrofi naturali carestie ecc ecc, e perchè non sterilità morti giovanili ecc ecc ecc, se fossimo tutti etero saremo il 20% in più al mondo ( 3 o 4 miliardi ) se fossi ttti omosessuali moriremo dopo qualche decennio! fatevi questo ragionamento logico, tutto torna è naturale che sia così! ciao ciao

    RispondiElimina
  15. Perfetta. La foto di Giova su quest'argomento é perfetta.

    RispondiElimina
  16. geniali i commenti della "voce fuori campo"! mi sto ancora pisciando dalle risate!!
    ..la cosa che fa ridere un po' meno è vedere come certa gente abbia libertà di parola, che ultimamente sembra essere diritto solo di alcuni...

    RispondiElimina
  17. @bellobello
    Esattamente, poichè quella pare essere la norma

    @Anonimo 08 giugno 2010 13.01.00 GMT+02.00
    Infatti Natura, sul dizionario dice: tutti gli istinti e le inclinazioni e cose presenti nell' universo. Il resto è fuffa, la stessa parola natura comprende qualsiasi cosa tu possa pensare!
    Antonio

    RispondiElimina
  18. Premesso che la mia condanna dei fatti di frodi, cricche, corruzione e simili che tanto sono diffusi nella classe politica è totale,

    sono tuttavia dell’avviso che la pretesa della conoscenza della verità e l' ostentazione di una non confermata "rettitudine" in luoghi istituzionali debba sempre seguire criteri di buon gusto e di rispettabilità.

    Questo vale sia per la destra che per la sinistra, sia chiaro.

    Ecco, prego i politici, come anche i cittadini, di contenere nell’ambito del lecito le loro dichiarazioni nel rispetto della collettività.

    Se mi trovo in contesto parlamentare
    che so, alla camera, in senato, o anche in un colloquio/dichiarazione alla stampa credo che certe cose non debbano accadere.
    Questo vale per tutti. Le dichiarazioni provocatorie vanno bandite.

    A Paola Concia e Franco Grillini ho sempre chiesto se sia sufficiente per la difesa di un orientamento sessuale diverso una manifestazione come il Gay Pride,nell’ambito del quale le persone esprimono liberamente i propri comportamenti con l'intento di provocare l'opinione pubblica al fine di rendere visibile una parte della popolazione da sempre vilipesa e abusata anche prendendo per i fondelli istituzioni ecclesiastiche che si permettono, ad esempio di sostenere la pena di morte per gli omosessuali semplicemente in quanto tali.

    Che cosa c’entra la fede con la pedofilia, l'arroganza, e con una storia di secoli di guerre, roghi, persecuzioni?

    Sono assolutamente favorevole se una norma preveda un’aggravante di pena a tutela di chi viene aggredito o violentato da chi invece dovrebbe dargli consigli spirituali, che sia una donna vestita con velo nero simile ad un burka, o un uomo vestito in abiti medioevali, tempestati di gemme, ori e gioielli ma non sono d’accordo ad aggiungere anche che debba essere emarginato chi ritiene che a scuola non vadano inculcati modelli di vita razzisti o sessisti .

    E’ fuori discussione che chi non è in grado di procreare (anziani, malati, casti...) ha altrettanto diritto di vivere che le coppie eterosessuali fertili o con i singoli che decidono di procreare e un vescovo non deve poter continuare a negare questo senza essere incriminato.

    uhmmmm forse non ho capito bene il senso dell'intervista?

    Ciao,
    Giovanni

    RispondiElimina
  19. farei ancora degli appunti sul passaggio.. "E’ fuori discussione che il rapporto fisiologico che fa continuare il mondo è quella tra un uomo e una donna".

    Giovanardi e la Chiesa dovrebbero sapere che la nostra Terra ha dei limiti e uno dei gravi problemi attuali è la sovrappopolazione.
    Dunque se qualche umano non si riproduce perchè omosessuale non fa un gran danno al sistema Terra, inoltre non è così fuori luogo la riflessione secondo cui l'omosessualità potrebbe essere un modo del tutto naturale all'interno delle specie animali per contenere le nascite; quest'ultima cosa non ha fondamento scientifico, ma ha lo stesso valore del dire che l'omosessualità è contro natura.

    La ricorrente favola del contro-natura anche non regge; se una cosa esiste in natura è del tutto naturale, per l'uomo è molto più contro-natura volare in aereo che essere omosessuale...

    quindi sappiano lor signori che sono assai più contronatura loro a girare in auto blu o papamobile, e ancor più quando volano senza possedere per natura delle ali come gli uccelli...

    RispondiElimina
  20. Quoto quanto scritto da anonimo sull'affermazione negativa di anormale e quella positiva di normale. Se vista così però Giovanardi avrebbe "delicatamente" fatto notare la differenza tra le due affermazioni, però conclude dicendo che la religione può accusarli e i gay nn deridere le loro accuse. Maddai insomma in questa società sempre chi può e chi non può...un eterno Marchese D'onofrio " Alla faccia della democrazia e delle caste inesistenti...c'avete rotto i cojoxi !

    RispondiElimina
  21. Manca solo un elogio di San Pacciani, che tutelava la pubblica moralità punendo le coppiette sfrontate che osavano turbare il decoro fiorentino con i loro abbracci... Brr!

    RispondiElimina
  22. Suggerimenti per giovanardi:

    1 "premesso che ho tantissimi amici gay"
    2 "non che una volta certe cose non ci fossero, però i panni sporchi si lavavano in casa..."
    3 "rosso di sera bel tempo si spera"
    4 "ma cosa vogliono ancora? dovrebbero ringraziare di non essere nati in iran o a cuba!"
    5 "che poi diciamo la verità... Qualcuno ci sarà anche, non dico di no, ma molti lo fanno per moda"
    6 "meglio soli che mal accompagnati"
    7 "mogli e buoi dei paesi tuoi"
    8 "finghè fanno lu sozzo a casa loro tando bbene, ma nun vengano a chiede de sposasse e adottà li fii!!!" (cit. anonima signora marchigiana)

    RispondiElimina
  23. giovanardi è l'unico di questo governo che ha il coraggio di esprimere una sua opinione sulla questione omosessuale ;chissà che verrebbe fuori se dovessero farlo chessò tremonti piuttosto che berlusconi e compagnia bella..un ginepraio di pregiudizi e cazzate di ogni genere.

    RispondiElimina
  24. Ah, che fastidio questi omosessuali che gli fanno perdere tempo e non gli permettono di occuparsi di tutti quei divorziati da mandare al rogo!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post