Che altro deve succedere?

Che altro deve succedere, presidente Fini, per convincerla ad assumersi la responsabilità di quanto va solennemente predicando a destra e a manca da qualche mese a questa parte?
A quanti altri capolavori di spregio delle istituzioni, di indifferenza per la legge, di maschilismo e di omofobia e dovremo assistere, prima che ella li giudichi abbastanza incompatibili con la sua pretesa aspirazione di incarnare la destra liberale italiana da decidersi a sottrarre il suo appoggio a chi li manda in scena tutti i giorni?
Delle due l'una, presidente Fini: o la smette di abbaiare, oppure si decida a mordere; altrimenti, a prescindere dai più o meno verosimili calcoli politici che le vengono attribuiti, va a finire che non le crede più nessuno.
Dia retta, ci manca tanto così.

Questo post è stato pubblicato il 02 novembre 2010 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

22 Responses to “Che altro deve succedere?”

  1. Caro Metil, Fini non stacca la spina perche` se si va ad elezioni vince di nuovo Berlsuconi e a quel punto non ci sara` piu` niente da fare.

    RispondiElimina
  2. Dai! NON PUò VINCERE ANCORA!! Non posso nemmeno pensarci ,qualche soluzione debbono trovarla|

    RispondiElimina
  3. purtroppo sono d'accordo sia con il post che con il commento di Mattia. Non ci fa una bella figura Fini, ma d'altro canto l'attuale opposizione non durerebbe un mese al governo. Se mai riuscisse a vincere le elezioni.

    RispondiElimina
  4. Sentite; sono tre mesi che Fini fa il tiremmolla. L'Italia è stufa, Fini rompa con il Caimano delle minorenni!

    RispondiElimina
  5. CIAO!ho creato un gruppo su facebook per tentare di riunire e pubblicizzare un gran numero di blog italiani. Mi sembra un modo carino e comodo per potersi confrontare e aumentare la visibilità dei nostri blog!
    Se sei interessato, unisciti a noi e pubblica il link del tuo blog sulla pagina di facebook:
    http://www.facebook.com/#!/group.php?gid=153706914659766&ref=ts
    o cerca “Blogger Italiani”.

    GRAZIE!
    Maddy

    RispondiElimina
  6. Si ok, e il giorno dopo che succede?

    Oh, ma mica siete i soli ad essere stufi del caimano, ma da qui a regalargli stupidamente il paese un altra volta ci corre.

    Ci vuole un pò di malizia, fa bene Fini ad aspettare che il cav si rosili a fuoco lento con le sue mani. Fini vuole civilizzare e democratizzare l'elettorato del pdl, se stacca la spina di netto se lo gioca quel elettorato, ma davvero non lo capite?

    Cristo santo, è talmente palese che si vuol far cadere la colpa su Fini, ma lui mica è scemo da farsi fregare. Anche noi, dovremo almeno una caccola essere riconoscenti per aver messo in discussione il nano di hardcore, e non pressarlo per puro spirito antiberlusconiano, fregandocene della sorte di quelli che hanno in parte permesso ciò.

    Lo dico chiaro, se dovrò per 1 volta nella mia vita votare a destra (FLI) per rafforzare l'area finiani in ottica antiberlusconiana, bè io lo farò.

    Salvo successivamente tornare al mio nido radicale. Per archiviare il Berlusconismo questo ed altro.

    RispondiElimina
  7. Io invece consiglierei alla Sinistra Italiana in Menopausa di creare un programma di governo, sottoporlo all'elettorato attraverso i suoi giornali e le sue trasmissioni televisive (Santoro andrebbe benissimo) e aspettare che l'elettorato cominci ad apprezzarlo.

    Regola fondamentale: non nominare il nome di Berlusconi invano.

    Appena i sondaggi dicono che il nuovo messaggio politico comincia a filtrare, aprire la crisi e scatenare una colossale campagna elettorale nascondendo nello sgabuzzino per tutta la sua durata Tonino Di Pietro, troppo terrone e volgare per trascinare le folle.

    D'avanzo e Travaglio dovrebbero partire per una lunga crociera nei Caraibi.

    Scalfari e il Mortadella dovrebbero rifugiarsi in una baita alpina a giocare a scopone per due mesi.

    Bersani dovrebbe farsi un parrucchino come quello del Berluska.

    Bertinotti e Diliberto dovrebbero essere momentaneamente confinati in un Argipelago Gulag.

    L'Unita' dovrebbe cambiare nome e diventare: "Nuova Forza Italia".

    E D'Alema dovrebbe partire con la barca per un giro del mondo in 80 giorni.

    Su queste premesse, con una classe politica giovane con le Mani Pulite e il sostegno dell'ex-fascista Fini che riconosce finalmente in un annuncio televisivo a reti unificate che la moglie trescava con il fratello, all'insaputa del marito un po' coglione, e gli passava informazioni su come acquistare a poco prezzo l'appartamento di Montecarlo, sono sicuro che, a queste ferree condizioni, la Sinistra ce la fara'.

    Anonimo Sinistro per la Svolta e la Riscossa.
    ASSR

    RispondiElimina
  8. Caro ASSR, la fantapolitica mi è sempre piaciuta. Lo dico senza ironia.

    RispondiElimina
  9. D'Alema, in giro per 80 GIORNI??
    Anni, vorrai dire!

    RispondiElimina
  10. Una falsita' a forza di essere ripetuta con convinzione viene assimilata e data per scontata.
    Non e' affatto vero, come strillano il B e la lega in continuazione, che se cade il governo si debba votare e che sarebbe antidemocratico, un golpe addirittura, un'altra maggioranza e un altro governo, tecnico o di salute pubblica che sia.
    Sono loro, che dicendo cosi' stravolgono la Costituzione, che dice tutt'altro.
    Solo che a forza di dirlo convincono gli italiani e intimidiscono il Presidente.
    E Fini, in quest'ottica, ha ancora meno scusanti.

    RispondiElimina
  11. D'accordo con Mattia e con l'Anonimo delle 19.31 (sono anch'io tendenzialmente radicale, ma pur di porre fine a questo scempio non esitero' a votare FLI, anche perche' in tempi di crisi come questi non possiamo permetterci di attaccarci alle ideologie).

    Se andassimo al voto ora sarebbe il disastro. Anche se Berlusconi perdesse (e non ne ho la certezza, visto che dell'elettorato italico poco mi fido) chi penderebbe il timone? FLI non e' forte abbastanza per fare un governo (forse nemmeno se si alleassero con Casini, prospettiva che personalmente non mi aggrada), la sinistra e'impresentabile (e comunque in tempo di crisi una nazione difficilmente vota a sinistra). Molto probabilmente l'alleanza pdl+lega vincerebbe, e a quel punto senza Fini a "fare ostruzionismo" sarebbero liberi di fare tutto cio' che vogliono. Figuriamoci poi se ad avere la maggioranza assoluta fosse la lega! Uno scenario a dir poco apocalittico.

    Per il resto, trovo sommamente fastidioso il fatto che Bersani chieda a Fini di "staccare la spina". Ma chi e' che sta all'opposizione, lui o Fini? E' la sinistra che dovrebbe adoprarsi per staccare la spina al governo invece di limitarsi a borbottare e indignarsi in maniera sterile come una manciata di pensionate di paese in fila alle poste. "Che mondo, siora mia, che mondo!". Contestano tutto cio' che accade senza avanzare una proposta costruttiva che sia una.
    Ha ben ragione Fini a dire che la sinistra campa di rendita...

    I.

    RispondiElimina
  12. No, dico, ma voi di sinistra da soli non siete propri capaci di fare un kaiser? Avete sempre bisogno di qualcuno, dell'utile idiota, della spintarella della magistratura laica & repubblicana, dell'aiutino mafioso di qualche istituzione? Parlo di cose semplici: e vincere le elezioni, come fanno tutti in tutto il mondo, no?

    RispondiElimina
  13. l'aiutino mafioso e' prerogativa di quel delinquente che sostenete ancora. Chiedere a Ciancimino e Dell'Utri. Vedo nel tuo blog inneggiare a Tocqueville. Credo ora si stia rivoltando nella tomba a leggere le stornzat che scrivi nel tuo blogghino. Era uno che criticava aspramente gli USa e conio' il termine di dittatura della maggioranza,concetto a te astronomicamente lontano dai tuoi canoni di democrazia sostanziale.

    RispondiElimina
  14. Se fosse sicuro di andare ad elezioni e di vincerle, Lucignolo avrebbe già preso l'iniziativa.Il gioco ristagna a centro campo e in questo Paese siamo tutti fermi sullo zero a zero.

    Il PDL potrebbe facilmente stanare Fini mettendolo seccamente davanti ad un qualsiasi provvedimento sulla giustizia di quelli che Fini ha detto e stradetto che non accetterà mai.

    Se non lo fa è proprio perchè sa che le elezioni anticipate non sono per niente scontate e quindi non può rischiare che una forza disperata di tutti contro uno coaguli e si compatti.

    D'altra parte il tempo non gioca a vantaggio di Fini perchè in questa guerra di logoramento anche il favore con cui è visto a destra Futuro e Libertà potrebbe consumarsi se il nuovo partito non prende iniziative concrete e coerenti con le dichiarazioni sui valori che animano il movimento dei futuristi.

    E quindi a questo punto Fini non ha scelta. Deve andare fino in fondo e prendersi il merito, non il biasimo, di aver messo fine ad un governo ormai alla deriva e guidato da un mezzo pazzo ormai incapace anche d'intendere.

    RispondiElimina
  15. per quanto mi riguarda siamo già oltre il punto di "non credibilità".
    Senza enfasi.

    Voiz

    RispondiElimina
  16. per quanto mi riguarda siamo già oltre il punto di "non credibilità".
    Senza enfasi.

    Voiz

    RispondiElimina
  17. D'Alema, in giro per 80 GIORNI??
    Anni, vorrai dire!

    RispondiElimina
  18. Sentite; sono tre mesi che Fini fa il tiremmolla. L'Italia è stufa, Fini rompa con il Caimano delle minorenni!

    RispondiElimina
  19. Caro Metil, Fini non stacca la spina perche` se si va ad elezioni vince di nuovo Berlsuconi e a quel punto non ci sara` piu` niente da fare.

    RispondiElimina
  20. Concordo con alcune delle analisi "anonime" sopra esposte.
    Dal post sembra quasi che Fini debba far contenta la sinistra. Fini però - uno dei pochi uomini politici rimasti in questo paese - non è di sinistra, né ha mai fatto l'uomo di sinistra (anche se è più laico di tanti sgranarosari del PD).
    E' vero che paradossalmente avrà molti voti di simpatizzanti di sinistra che in lui comunque vedono un (piccolo) baluardo di laicità, rispetto per la costituzione e senso delle istituzioni, però i suo elettorato è un altro.
    Tanti elettori di destra votano da anni Berlusconi per avere stabilità e governo, o semplicemente perché odiano la sinistra (non che possa dar loro torto, visto quanto bene si comporta...). Penso che Fini punti a raccogliere questi voti, che sia questo l'elettorato che in pectore rappresenta da anni e che non può correre il rischio di deludere.
    Se facesse cadere lui il governo, sapete vero che cosa direbbero tutti i TG e molti giornali, vero?

    Silvia

    RispondiElimina
  21. Concordo sul fatto che Fini sia simpatico a sinistra perché baluardo della legalità. Non credo invece che intercetterà voti a sinistra, non comunque in modo significativo.

    Credo invece che da sinistra, da destra e da centro, bisogna dargli credito senza se e senza ma, per provare a ricostruire tutti insieme, trasversalmente, un minimo di dignità, di valori comuni di base, di progettualità.

    Per ripartire da una politica dallo stile diverso, nel rispetto dell'aversario, con idee diverse ma nell'identità condivisa dei valori fondanti di una comunità civile.

    Questo è, ad oggi, l'unico obiettivo da porsi, se vogliamo risollevare le sorti del nostro malandato paese.

    L'eterna partita fra Rossi e Neri.

    RispondiElimina
  22. @Luigi
    Non intercetterà i voti dell'estrema sinistra, né di quella ideologizzata. Ma tantissime persone più moderate potranno essere attirate. Quelle, tanto per dire, che avevano consentito a Prodi di andare al governo e che all'elezione successiva hanno votato Berlusconi...

    Silvia

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post