Si chiama fascismo

Succede anche questo, quando cavalchi i peggiori istinti delle persone e le incoraggi a tirare fuori tutta la schifezza che hanno dentro.
Perché se blateri dalla mattina alla sera che gli stranieri sono esseri umani di serie B stai dicendo soprattutto che essere persone di serie A dipende dalla propria nazionalità, a prescindere da come ci si comporta: se sei un immigrato resti una merda anche quando dici la verità, e quindi gli italiani sono migliori di te anche se ti danneggiano e mentono spudoratamente.
Si chiama fascismo, e ho una gran paura che ormai ci siamo dentro fino al collo.

Questo post è stato pubblicato il 20 novembre 2010 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

13 Responses to “Si chiama fascismo”

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. @Bertoldo: se dai dei neo-post comunisti ai radicali, vuol dire che devi lasciar perdere e darti all'ippica (!!!).

    Per me Metil ha ragione da vendere: anni ed anni di becera propaganda per il solo scopo di racattare 4 voti, hanno plasmato le menti di intere generazioni di cittadini italiani.

    Qui nel nord est ci sono gruppi di giovani che girano con bandiere della lega o croci celtiche ed offendono qualsiasi persona di colore incontrino per strada.

    Qualche mese fa, un mio amico (Italiano) uscendo di sera dall'università di Padova è stato aggredito da un gruppo di pseudo ronde. L'hanno preso per il collo e gli hanno detto: "vattene via straniero di merda, noi delinquenti come te non li vogliamo... drogato di merda... ecc ecc"

    RispondiElimina
  3. @Bertoldo: per quanto riguarda Saviano... non ha detto nulla di sbagliato, il problema è che i suoi monologhi son leggermente lacunosi:

    http://www.casadellalegalita.org/index.php?option=com_content&task=view&id=9044&Itemid=1

    http://www.casadellalegalita.org/index.php?option=com_content&task=view&id=9039&Itemid=1

    I mafiosi contattano sempre chi governa nel territorio, per questo al nord si rivolgono prevalentemente a pidiellini e leghisti... non capisco tutto questo sensazionalismo.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Citazione: "Io chiamo "ex-neo-post-comunisti" gli "ex-neo-post-comunisti". Cioe' la gente che spara cazzate di sinistra.
    Se poi i radicali la pensano nello stesso modo sono cazzi loro".

    Ricordo con piacere la mia professoressa di italiano e storia, mi diceva sempre che chi usa il turpiloquio è sempre a corto di vocaboli necessari per imbastire un discorso, almeno avesse usato dei sinonimi.

    RispondiElimina
  6. Gli italiani stanno veramente regredendo. È un po' di tempo che che ho paura quando devo andare a fare la spesa, devo prendere l'autobus, devo andare a prendere il giornale. Mi guardo intorno e mi chiedo: queste persone sono pericolosi razzisti incapaci di intendere e volere?

    Poi incontro all'angolo il senegalese che vende paccottaglia e cd pirata e mi tranquillizzo. Almeno lui non è razzista.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. magari non ci fosse razzismo in africa, per esempio i ribelli hutu hanno ucciso migliaia di persone tra Rwanda e Rdc per non parlare poi di quello che succede in Sudan...

    RispondiElimina
  9. Cmq non mi sembra il caso di sminuire la devoluzione culturale xenofoba italiana; ho letto testimonianze degli anni '30 di tedeschi convinti elettori del partito nazionalsocialista: credevano che una volta al potere Hitler non avrebbe fatto niente di male, al massimo avrebbe cacciato qualche (secondo loro) "delinquente" ebreo.

    Anche se in Italia la situazione è migliore, non bisogna mai abbassare la guardia.

    RispondiElimina
  10. Ma chissenefrega se in Senegal o in GB sono più o meno razzisti che da noi. La signora in questione si è dimostrata razzista, sì o no? Si tratta di un episodio isolato o dell'ennesimo caso di razzismo in Italia e in particolare in Veneto, sì o no? Il resto è fuffa.

    RispondiElimina
  11. Concordo con Ale, il resto e' fuffa, tanto e' vero che al BNP non viene concesso nessuno spazio in televisone per il dibattito politico durante il peridodo delle elezioni perche' sono troppo RAZZISTI (ma al confronto di certi esponenti della lega, quelli del BNP sembrano dei chirichetti) e paradossalmente inziera' a prendere voti anche dagli stranieri ( bangla in cima alla lista) eh eh eh , ah ah ah

    RispondiElimina
  12. http://www.fotostorica.it/Pagine/EMIG/TOUR/EMIG22.html

    no comment

    RispondiElimina
  13. In questi giorni sto leggendo "I volenterosi carnefici di Hitler". Attenzione: non sto facendo paragoni tra l'Italia di oggi e la Germania degli anni trenta. Ma questo libro contiene diversi spunti - specialmente relativi al metodo con il quale si devono guardare i modelli cognitivi dei popoli - che sarebbe bene che tutti approfondissimo. Il rischio che corriamo è quello di affrontare un problema come quello del razzismo con un approccio stile "tifosi del Milan contro tifosi dell'Inter", o giù di lì.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post