I diritti di un detenuto

Lo so, anzi lo immagino, che per molti un carcerato non ha diritto a delle condizioni di detenzione umane. Io non sono tra questi.
Giusto per essere chiari non sto parlando di organizzare feste e festini, ma non chiudere gli occhi davanti agli stupri. Non parlo di trasformare gli istituti penitenziari in spa, ma almeno di limitare il problema del sovraffollamento utilizzando le carceri che sono già state costruite. Non vorrei un chirurgo estetico in ogni carcere, ma evitare epidemie di scabbia, secondo me si deve, e non è quello che succede in carceri come quelle di Saluzzo, Brescia, Lecce (dove hanno a che fare anche con la tubercolosi). Magari lo psicologo personale è troppo (o anche no), ma un'assistenza psicologica di base per i detenuti e per la polizia penitenziaria, che dite, è chiedere la luna? Il fatto di essere detenuti (e solo la metà circa lo sono da giudicati) può giustificare i maltrattamenti che molti di loro subiscono? E perchè chi di dovere, se interpellato si gira dall'altra parte?
Per questi motivi trovo giusta questa iniziativa.
Perchè la privazione della dignità Umana e la privazione della libertà non sono la stessa cosa.
Perchè in questo modo, le carceri, sono istituti di tortura.

Questo post è stato pubblicato il 14 novembre 2010 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

Scrivi un commento

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post