Razzismo controproducente

Una domanda: quando vi trovate a dover attraversare la città nel cuore della notte vi sentite più sicuri se c'è un locale aperto ogni cinque metri, oppure se le saracinesche sono tutte abbassate e in giro non si vede anima viva?
No, perché mi pare evidente che proclamare il coprifuoco nelle zone in cui vivono gli immigrati, oltre che un'odiosa discriminazione, sia una misura che allontana le persone perbene dalle strade e consegna interi quartieri nelle mani dei delinquenti.
Che facciamo, oltre al razzismo vogliamo metterci pure il rischio di peggiorare la sicurezza?

Questo post è stato pubblicato il 23 novembre 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Razzismo controproducente”

  1. esserci.. esserci... uscire.
    Fatela, quella festa.
    La presenza non è occupazione, e i gruppi di persone non sono (le famigerate) ronde.

    RispondiElimina
  2. E' un'odiosa discriminazione, ed illegale per giunta. Ed anche imbecille, come è imbecille ogni razzismo.

    RispondiElimina
  3. Cosa dire, siamo vittime dell'ignoranza e della strategia del terrore...
    :(
    Vero

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post