Omofobia: magari il problema fosse solo Berlusconi

Siete sconvolti anche voi per la battuta di Berlusconi sui gay?
Be', risparmiatevi un po' di indignazione per tutti gli altri politici che, più o meno esplicitamente, hanno espresso posizioni altrettanto omofobiche, se non addirittura peggiori.
Date un'occhiata qua sotto e arrivate fino in fondo: ne varrà la pena, perché fra i giustizieri degli omosessuali ce ne sono alcuni che fino ad oggi avevate considerato assolutamente insospettabili.
Siamo messi molto peggio di quanto sembra, o sbaglio?

Se lei mi chiede: "Un maestro dichiaratamente omosessuale può fare il maestro?" Io le dico di no. Capito? Perché ritengo che non sia educativo nei confronti dei bambini.
(Gianfranco Fini)

E se ancora non si è capito essere culattoni è un peccato capitale e, pertanto, chi riconosce per legge una cosa del genere è destinato alle fiamme dell'inferno.
(Roberto Calderoli)

Meglio noi del centrodestra che andiamo con le donne, che quelli del centrosinistra che vanno con i culattoni.
(Umberto Bossi)

E' meglio che un bambino stia in Africa con la sua tribù, piuttosto che cresca con due uomini o due donne, con genitori gay.
(Rosy Bindi)

Le adozioni gay? Non credo che sia una scelta che la società possa accogliere e neppure penso che sia utile per il bambino essere adottato e crescere con due persone dello stesso sesso.
(Piero Fassino)

L’omosessualità è una devianza della personalità: un comportamento molto diverso dalla norma iscritta in un codice morfologico, genetico, endocrinologico e caratteriologico.
(Paola Binetti)

Le coppie gay sono costituzionalmente sterili.
(Mara Carfagna)

Altre forme di convivenza sono di serie B rispetto alla famiglia.
(Pierferdinando Casini)

La fiction che mette in scena due ragazze lesbiche che si sposano veicola l'idea di una parodia di matrimonio che mette a rischio il futuro della nostra società.
(Carlo Giovanardi)

Per le coppie omosessuali sono assolutamente contraria alla fecondazione o al fatto che abbiano figli. Lo dico a favore dei bambini perché hanno diritto di avere un padre ed una madre. E’ una questione di principi di riferimento.
(Giorgia Meloni)

Le unioni di fatto? Sì al riconoscimento dei diritti per le coppie eterosessuali. Ma il problema sono i gay.
(Clemente Mastella)

E' indegno che un drappello di ministri partecipi a una manifestazione vergognosa come il gay pride.
(Maurizio Gasparri)

Le minoranze omossessuali non devono essere discriminate, ma è sbagliato quel che ha deciso la Spagna di Zapatero, stabilendo che le coppie omossessuali possono adottare bambini. Noi non lo consentiremo mai.
(Francesco Rutelli)

Ma l’omosessualità è una devianza. Quindi niente famiglia e niente adozioni. Il gay dichiarato non può essere né insegnante, né militare, né istruttore sportivo.
(Pier Gianni Prosperini)

Baciarsi e denudarsi nella piazza della Cattedrale di Roma è un modo esibizionista che fa molto male ai gay perché genera una reazione. Si lamentano posizioni omofobiche ma quando si offende il sentire comune con forme esibizionistiche poi nessuno può controllare le reazioni.
(Savino Pezzotta)

La famiglia è una sola, quella fondata sul matrimonio tra un uomo ed una donna: il resto è ciarpame da non prendere neanche in considerazione.
(Giuseppe ciarrapico)

Meglio fascista che frocio.
(Alessandra Mussolini)

Sono certa che tutti i genitori italiani sperano di avere figli eterosessuali.
(Daniela Santanchè)

Sul piano politico e sociale sono contro ogni disriminazione contro i gay. Ma moralmente penso che sia sbagliato. Come non pagare le tasse.
(Rocco Buttiglione)

I gay sono delle persone ammalate, devono essere comprese e posso comprenderle. Però non possono offendere, andando ad occupare un territorio dove ci sono persone che non sono della loro stessa tendenza. Devono farsi curare, se sono curabili, altrimenti devono stare dentro le loro mura, perché non possono invadere la libertà altrui.
(Riccardo Missiato)

Ma insomma, dobbiamo fare l'elogio degli invertiti? Ma se lo fossero tutti si estinguerebbe la razza umana!
(Giulio Andreotti)

Darò subito disposizioni alla mia comandante dei vigili urbani affinché faccia pulizia etnica dei culattoni.
(Giancarlo Gentilini)

No, non sono favorevole al matrimonio tra omosessuali, perché il matrimonio tra un uomo e una donna è il fondamento della famiglia, per la Costituzione. E, per la maggioranza degli italiani, è pure un sacramento.
(Massimo D'Alema)

A Firenze non è mica vietato l’accesso agli omosessuali. Non sono stati invitati al convegno perché si parla di famiglie e i gay non lo sono.
(Antonello Soro)

I fondatori della psicologia moderna descrivono l’omosessualità come patologia clinica.
(Luca Volontè)

Gli omosessuali devono smetterla di vedere discriminazioni dappertutto. Dicano quello che vogliono, la loro non è una condizione di normalità.
(Flavio Tosi)

Nella vita penso si debba provare tutto tranne due cose: i culattoni e la droga.
(Renzo Bossi)

Ho tanti amici gay e non penso che il matrimonio o l'adozione siano una loro priorità. Le persone che conosco io vogliono semplicemente poter vivere serenamente questa loro condizione.
(Renata Polverini)

Cosa taglierei per aumentare i fondi della ricostruzione spara? Gli aiuti alle coppie gay.
(Claudio Scajola)

Ho tutto il rispetto possibile per le persone omosessuali, li conosco, ho delle amicizie, nessuna discriminazione: ma il Gay Pride è un fatto di esibizionismo sessuale ed io sono contrario all’esibizionismo.
(Gianni Alemanno)

Una cosa sono i diritti individuali, e un’altra è equiparare il matrimonio naturale tra persone di sesso diverso con quello tra persone dello stesso sesso, finalizzato alla procreazione, perché quella è la ragione del fatto che il matrimonio sia protetto dal diritto pubblico: di questo non se ne parla.
(Ignazio La Russa)

Nel nostro Paese ognuno può vivere come meglio ritiene, basta che stia all'interno delle leggi. Non si possono però trasformare i desideri in diritti illegittimi. Bene quindi ha fatto la Consulta a rigettare le istanze che volevano far introdurre di fatto nel nostro paese il matrimonio gay.
(Isabella Bertolini)

Sono sempre stata contraria al riconoscimento giuridico delle coppie di fatto.
(Livia Turco)

In Europa si approvano leggi che disgregano la famiglia e si mettono con arroganza e protervia al voto popolare i valori della persona e della vita: il riferimento è chiaramente è alla legge spagnola sulle coppie omosessuali e al referendum italiano sulla fecondazione assistita.
(Marcello Pera)

Il PDL ed il centrodestra si sono battuti strenuamente per difendere la famiglia fondata sul matrimonio dagli attacchi, provenienti da sinistra, tesi ad un’odiosa equiparazione tra unioni civili e famiglia tradizionale.
(Gabriella Carlucci)

Già cinque anni fa Forza Nuova aveva fatto un manifesto in cui si diceva che dietro ad un pedofilo si nasconde un omosessuale, il che non significa dire che tutti gli omosessuali siano pedofili, bensì che tra i pedofili è forte l'omosessualità latente o manifesta.
(Roberto Fiore)

Nel nostro Paese non c’è spazio per il riconoscimento della coppia omosessuale.
(Italo Bocchino)

Questo post è stato pubblicato il 04 novembre 2010 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

62 Responses to “Omofobia: magari il problema fosse solo Berlusconi”

  1. La migliore è quella della Carfagna. Come dire il nulla moltiplicato il nulla.

    A questo proposito, noto che anche una società di preti, frati e suore (casti!!) in pochi decenni produrrebbe l'effetto Andreotti: "Ma se lo fossero tutti si estinguerebbe la razza umana!"

    RispondiElimina
  2. Apprezzo l'elenco bipartisan. Anche il PD deve fare un bell'esame di coscienza e soprattutto deve prendere una posizione chiara. La possibilità di una politica "alternativa" allo schifo attuale si gioca molto su questioni etiche e sociali come i diritti delle coppie omosessuali.

    RispondiElimina
  3. Mara Carfagna è costituzionalmente idiota

    RispondiElimina
  4. come sempre anche la democratica sinistra é sconcertante e cavalca i compromessi......
    Sinistra e destra sono da abbattere.....distruggere politicamente

    RispondiElimina
  5. Forse lo dico perché sono d'accordo con loro, ma non etichetterei le frasi di Rutelli e Fassino (adozioni) come omofobe. Per il resto, sconfortante.

    RispondiElimina
  6. Credo che alcuni dei commenti appena letti nulla hanno a vedere con l'omofobia. Un conto è ritenere (stupidamente ed ignorantemente)che l'omosessualità sia una "malattia" o che dietro ad un pedofilo si nasconde un omosessuale o ancora più aberrante ritenere che sia meglio per un bambino del terzo mondo rimanere a vivere nella propria tribù piuttosto che essere adottato da una coppia gay...un altro è ritenere che il gay pride è un evento puramente esibizionistico ed a me le forme estreme di esibizione non piacciano indipendemente se i protagonisti sono eteri o omosessuali. RIguardo alla dichiarazione della Santanchè riguardo al fatto che ogni genitore si augura di avere figli etero, in qualità di mamma di 3 figli posso assicurare che la mia unica preoccupazione riguarda il fatto di riuscire a tirar su figli onesti, con sani principi, che possano innamorarsi dell'arte sotto ogni sua forma, che imparino ad essere studenti diligenti e lavoratori irreprensibili, che sappiano divertirsi senza drogarsi che non si vergognino mai di essere italiani nonostante la classe dirigente, oggi, ma anche ieri predica bene e razzola davvero male. Ecco quello per cui prego la sera quando vado a letto. L'eventuale possibilità di avere un figlio gay rappresenterebbe un "problema" per la famiglia perchè E' UN PROBLEMA per il nostro stato.

    RispondiElimina
  7. Sono d'accordo con luc e con l'anonimo qui sopra.

    Bisogna anche dire che molti gay sono intolleranti tra di loro etichettando alcune categorie come "checche", quanta ipocrisia.

    RispondiElimina
  8. sinceramente se la famiglia è attaccata alla base da una manciata di persone che vogliono avere dei diritti minimi (e che non si sposerebbero comunque con una persona dell'altro sesso), non è così stabile come vogliono farci credere. Al solito chi dice scemenze si offende da solo

    RispondiElimina
  9. In molte culture i figli sono cresciuti dalle cosiddette famiglie allargate (che esistevano anche in occidente prima della nuclearizzazione urbana e industriale)o persino dalla comunità, dal villaggio, talvolta dalle sorelle più grandi, dalle zie eccetera. I bambini saranno allora tutti "devianti"? Effettivamente non conoscono la "naturale" famiglia nucleare fondata da un padre e una madre. Hanno più padri e più madri a volte, e allora ? Tutti promiscui o omosessuali ? Io sono per l'adozione delle coppie gay perchè un bambino è capace di crescere e capire la diversità meglio di un adulto. Non a caso l'integrazione dei migranti dovrebbe partire dalla scuola. Il problema saranno i genitori etero che vieteranno ai loro figli di frequentare quel "figlio di finocchi", n'est pas ?

    Sottolineo di sfuggita che l'omosessualità non appare come malattia nè devianza nel DSM IV (bibbia degli psichiatri) e che recentemente si è trovata una spiegazione perfettamente naturale e scientifica dell'omosessualità (esiste un gene a quanto pare che, se presente negli uomini, determina l'orientamento omosessuale e invece, se presente nelle donne, induce le medesime a riprodursi copiosamente; i conti tornano anche se ancora non si spiega l'omosessualità femminile). Tra parentesi queste spiegazioni scientifiche altro non sono che nevrosi moderne nel voler spiegare tutta la diversità di madre natura per darle un'ordine. Credo che la scoperta di questo gene abbia rassicurato soprattutto gli eterosessuali perchè a mio avviso un gay se ne frega di queste chiaccere genetico-deterministiche, credo preferirebbe farsi la sua vita senza doversi giustificare costantemente in base alle ultime scoperte della scienza (chi amerebbe essere una cavia da laboratorio ?).

    Gay non si diventa, o, detta diversamente, l'orientazione omosessuale non è indotta o "deviata"; ma ovviamente un gay formerà la sua identità partendo anche dal presupposto che ama persone del suo stesso sesso. Detta tra noi, io penso sinceramente che l'eterosessualità "pura" non esista, è una costruzione culturale che si basa sulla sessualità fallica (uomo attivo: donna passiva) e che omette o rifiuta le altre sessualità, come ha omesso l'esistenza del piacere femminile per secoli.

    RispondiElimina
  10. "Io non sono omofobo, ci ho pure un amico gay, però 'sti gay sono esibizionisti, intolleranti blablabla" e via blaterando scemenze e luoghi comuni. Oh, ma senza omofobia eh! Chiaro, chiaro...

    Angelone

    RispondiElimina
  11. e guardatevi il film che la Moore ha presentato a venezia e piantatela di dire fesserie sulle famiglie gay. ho la fortuna di vivere in un posto dove si può sposarsi e adottare... beh, le famiglie gay non funzionano peggio di quelle tradizionali (anzi).

    RispondiElimina
  12. @Max

    Who cares?
    I gay sono esseri umani. Come esseri umani possono essere sciocchi, stupidi e intolleranti.
    L'idiozia e l'intolleranza non sono prerogative degli esseri umani gay, ma degli esseri umani.
    Sono anche ipocriti?
    Ripeto: who cares.

    Il senso di numerosi post su questo blog non credo sia "Trattiamo i gay meglio degli altri" bensi' "Trattiamoli esattamente come gli altri, al punto da non percepire piu' alcuna reale distinzione".

    Un ipocrita e' un ipocrita, che sia gay o etero.

    RispondiElimina
  13. Beh la frase della santanchè però è una grossa verità.
    Visto il modo in cui sono trattati gli omosessuali in Italia, anche io se avessi figli spererei che fossero eterosessuali. Amarezza.

    RispondiElimina
  14. D'accordo con anonimo e Max,

    alcune di queste non sono dichiarazioni omofobe dai.

    Prendiamo l'ultima di Bocchino. Lungi da me difendere Bocchino, ma la sua frase, più che una dichiarazione omofoba, mi sembra una triste ammissione della realtà del nostro paese.

    RispondiElimina
  15. A proposito del consueto discorso sull'"esibizionismo da Gay Pride", ritengo che un'esplosione vitalistica e autoironica (perché il GP lo è molto) da parte di una categoria indicata dai più come "cricca di malati" che "si dovrebbero nascondere tra le loro mura per fare quelle cose" è sacrosanta, liberatoria e anzi consigliabile. Se fatta sotto casa del Papa, meglio ancora.

    (Possibile che non ci siano altri etero che adorano la coreografia di "Finally" in "Priscilla, la regina del deserto"? :P)

    RispondiElimina
  16. Quando si dice: "Chi e' senza peccato scagli la prima pietra". Vergognosa sinistra..
    P.s.: il link (massimo d'alema) non funziona (e non e' un male!).Ciao Metil, GG

    RispondiElimina
  17. Mi sembra che oggi essere uomo o donna come Dio creò è proibito. Vogliono il matrimonio tra persone dello stesso sesso, chi la pensa diversamente per loro è discriminante. Mi sembra propio che il mondo cambierà nome, si chiamerà Sodoma e Gomorra.

    RispondiElimina
  18. @Engine credo che su questo siamo tutti d'accordo con te, la mia era solo una provocazione per far riflettere ;)

    RispondiElimina
  19. AH SINDACO TOSI...E COSA NE PENSA DEI VIADOS???

    RispondiElimina
  20. Grandissimo, Metil! Giusto per ricordare (e ricordarsi) quanto l'insulsaggine non abbia colore, in barba ai finti paladini dei diritti civili. Viviamo davvero in un Paese oltre il Terzo e Quarto Mondo, direi un Mondo a parte.

    RispondiElimina
  21. Riccardo Missiato dice
    Se sono malati devono curarsi e se sono incurabili "E questo lo dico io" (A MARE)

    RispondiElimina
  22. Ma perché invece di tante parole i gay non praticano un bello sciopero fiscale. Niente più bolli, tasse, entrate a uno stato che li discrimina. Cominciare a colpire nel portafogli questi politicanti indegni e vergognosi.

    RispondiElimina
  23. Dal momento che si sono sempre registrate famiglie diverse da quella tradizionale (basti pensare alle famiglie allargate) il problema non si dovrebbe porre; ogni persona, al di là del proprio orientamento sessuale, è portatrice di diritti e doveri, non vedo perchè un cittadino che paga le tasse non debba avere il diritto di sposarsi con chi gli pare e avere figli nel modo in cui crede: chi dice che uno o due genitori gay siano peggiori di quelli etero? basti leggere i fatti di cronaca per farsi venire qualche dubbio...comunque finchè avremo politici come questi e preti che invece di guardare alle anime guardano nelle mutande della gente, non cambierà mai niente!
    a costoro, sempre così attenti a come deve essere composta la famiglia, consiglierei invece di fare in modo che tutte le famiglie abbiano la possibilità di formarsi, dando alle persone possibilità economiche e tutele, altro che gay!!!!

    RispondiElimina
  24. I gay (a suo tempo detti non in modo dispregiativo: FROCI)sono sempre esistiti e con il passar degli anni diventano sempre più numerosi e sempre più giovani; perché? di chi e di che cosa è la causa di questa deviazione sempre crescente? sessanta anni or sono andavi al cinema ( in ogni locale ne era presente almeno uno) e loro erano in avanscoperta per beccare il ragazzino e proporgli di appartarsi con lui, però non facevano il casino che fanno adesso, con esibizioni, spettacoli e quant'altro, anche di pessimo gusto. Cosa vogliono dimostrare? Il proverbio dice: vivi e lascia vivere; io aggiungo: vivi dignitosamente e non rompere vergognosamente. Se tu vuoi rispetto devi prima darlo agli altri e non pretenderlo facendo spettacoli ridicoli e diseducativi per i giovani. Forse i bambini che queste coppie adotteranno potranno finalmente credere (come ci dicevano da piccini) che i bambini li porta la befana, perché prima che possano comprendere la situazione vera passeranno qualche anno spensierati e felici, poi non so.

    RispondiElimina
  25. Questo è un problema che prima o poi dovrà essere affrontato e risolto. In Italia si farà fatica a causa del Vaticano che è contrario, ma accadrà quello che stà accadendo negli altri paesi, cioè i diritti verranno riconosciuti anche agli omosessuali.
    Da sempre esiste l' omosessualità, prima era nascosta, ora è palese, ma comunque sono esseri umani anche loro e come tali devono avere gli stessi diritti degli altri.

    RispondiElimina
  26. Quello di cui parlano certi esseri umani (definirli signori e signore è troppo, mi dispiace) senza cognizione di causa è ancora una volta una mistificazione: il Gay Pride può anche non destare scandalo in città come Roma o Milano, ma il GP non è roba di ogni giorno; parliamo degli altri 364 giorni dell'anno, o parliamo della profonda provincia italiana, sia del nord che del sud, o delle isole, in cui la mentalità corrente è che se ti vesti così, ti comporti cosà, e t'atteggi così, non solo ti becchi l'etichetta di frocio, ma rischi anche delle botte, o peggio. In più, sappiamo benissimo che la calunnia è un venticello... Quante persone hanno perso il posto di lavoro, o la casa?
    Quante contraggono matrimonio solo per poter vivere in maniera dignitosa anche se calepstano i propri sentimenti e son costretti a vivere di nasconsto la propria sessualità?
    Mi dispiace, non ci siamo. Non ci siamo proprio, ancora una volta si vogliono confondere le acque, si vuole mistificare riducendo il Pride ad una carnevalata di facinorosi esibizionisti, e negare i diritti civili di ogni santo giorno.
    E all'anonimo del messaggio di qui sopra, scritto alle 19.35, che dice "vivi dignitosamente e non rompere vergognosamente" rispondo questo:
    io spero che ti trovi a vivere senza potere esercitare i tuoi diritti, spero che la legge ti ignori, spero che il posto di lavoro che occupi ti venga rubato per darlo a qualcuno che non ha niente meglio di te, se non che se la fa con il tuo capo, o con la tua boss, nel pieno rispetto del rapporto eterosessuale. Spero che la tua giusta rabbia venga etichettata come smodata aggressività, che ti forzino a ricorrere ad uno psichiatra e che questo ti riempia la testa di puttanate sulla tua aggressività repressa e sul tuo modo di comportarti.
    Io spero che non riesca a raccapezzarti nella tua vita, e spero anche che le persone che chiami amiche ti voltino le spalle da un momento all'altro. Poi magari ne potremo anche riparlare.
    Ah, e cerca anche di vivere dignitosamente, eh!

    Skassalkazzaya

    RispondiElimina
  27. M.Pera toglierebbe gli aiuti alle coppie gay...Perchè, in Italia sono forse previsti da qualche norma? Non solo cretino, anche ignorantE!

    G.Andreotti dice che 2 i gay faranno estinguere la specie umana"...Beh, se così fosse il Pianeta si risparmierebbe la tragedia di dover sostenere personaggi come lui! E tutti gli altri dell'elenco di cui sopra...Ma si preoccupasse, il "gobbo" delle sue porcate con i porci della mafia!
    Per il resto c'è una tale desolazione che ti spezza le gambe...
    Saverio da CZ

    RispondiElimina
  28. Ma se anche il gay pride fosse una carnevalata di esibizionisti che libertà altrui minacciano? Non vi piace? Bene, non andateci. Non vi piacciono le persone esibizioniste? Ok, fatti vostri, le volete vietare per legge perché non piacciono a voi? La verità è questa: in questo paese illiberale anche le persone più aperte finiscono col pretendere che i propri gusti personali diventino legge!

    RispondiElimina
  29. Sono d'accordo con Anonimo, che fortunatamente ha detto quello che non avevo l'energia di scrivere. Sono quasi sempre d'accordo con te, ma mettere questi commenti allo stesso livello lo trovo piuttosto grossolano.

    RispondiElimina
  30. Diciamo che si fa un po' di confusione tra 'matrimonio' (?) gay, unioni di fatto, adozione, esibizionismo da parata, come è solito in questo paese. Tanto per impedire a chi non capisce ma che lo vorrebbe, di capirci qualcosa. Niente ostentazione, solo vivere in pace e pieni diritti da cittadini, come tutti. Francesca, 42 anni, felicemente vicina a una coetanea. punto.

    RispondiElimina
  31. Perchè hai messo quella di Fini, che di recente ha pubblicamente cambiato idea?

    Non mi sembra significativa la sua opinione del passato, altrimenti vanno messe anche le dichiarazioni del Duce o di Hitler...

    RispondiElimina
  32. ...e se fosse tutta una strategia per spostare l'attenzione sui problemi reali?
    Forse questo post ne è la conferma. Poi possiamo discutere a giornate intere, il problema resta e crea schieramenti....

    RispondiElimina
  33. " Credo che alcuni dei commenti appena letti nulla hanno a vedere con l'omofobia. Un conto è ritenere (stupidamente ed ignorantemente)che l'omosessualità sia una "malattia" o che dietro ad un pedofilo si nasconde un omosessuale o ancora più aberrante ritenere che sia meglio per un bambino del terzo mondo rimanere a vivere nella propria tribù piuttosto che essere adottato da una coppia gay...un altro è ritenere che il gay pride è un evento puramente esibizionistico ed a me le forme estreme di esibizione non piacciano indipendemente se i protagonisti sono eteri o omosessuali. RIguardo alla dichiarazione della Santanchè riguardo al fatto che ogni genitore si augura di avere figli etero, in qualità di mamma di 3 figli posso assicurare che la mia unica preoccupazione riguarda il fatto di riuscire a tirar su figli onesti, con sani principi, che possano innamorarsi dell'arte sotto ogni sua forma, che imparino ad essere studenti diligenti e lavoratori irreprensibili, che sappiano divertirsi senza drogarsi che non si vergognino mai di essere italiani nonostante la classe dirigente, oggi, ma anche ieri predica bene e razzola davvero male. Ecco quello per cui prego la sera quando vado a letto. L'eventuale possibilità di avere un figlio gay rappresenterebbe un "problema" per la famiglia perchè E' UN PROBLEMA per il nostro stato. "

    che bel commento, brava! meno male che in Itlaia c'è anche gente come te! :)

    RispondiElimina
  34. Che marea di banalità... tra essere omofobi e non plaudire alle adozioni da parte di coppie gay ce ne corre.
    E poi, quanti di quelli citati ci rappresentano innanzi al mondo come Presidenti del Consiglio?

    Ma perpiacere.

    RispondiElimina
  35. Ma che fastidio vi danno i Gay??? L'omofobo dovrebbe immedesimarsi anzichè criticare!. Chissa' quanti etero fan la doppia vita!!!!!??e non vengon mai alla luce! se siamo arrivati all'odio contro di essi è xchè c'è una devianza...dell'uomo che si crede superiore ad un altro!. E' come dire."io sono Dio, tu no". Vergognati Omofobo!

    RispondiElimina
  36. Un bel regalino per tutti coloro che vogliono informarsi su un mondo che è - per fortuna - variegato e positivo MA in cui la lotta deve continuare sempre, forte e chiara, contro l'ignoranza imperante.

    http://www.famigliearcobaleno.org/

    http://www.agedo.org/

    http://www.duevoltegenitori.com/

    http://maschileplurale.it/cms/

    Poche parole, inzomma.

    Buona giornata

    Francesca

    RispondiElimina
  37. Non capisco perché alcuni politici continuino a dire che la coppia gay sia una minaccia per la famiglia tradizionale. Eppure nei paesi scandinavi, dove il matromonio omosessuale è consentito fin dai primi anni '90, c'è una natalità sorprendente! Da noi, invece, bambini non ne nascono. E' ovvio, dunque, che le due cose non possono essere correlate.

    RispondiElimina
  38. Avete dimenticato il mitico Tonino Di Pietro che disse: “Meglio tombeur de femmes che tombeur d’hommes” (come riportato qui: http://www.queerblog.it/post/9391/meglio-tombeur-de-femmes-che-tombeur-dhommes-antonio-di-pietro-come-silvio-berlusconi)

    RispondiElimina
  39. Una volta,ora non lo so',i bambini crescevano negli orfanotrofi da personale dello sesso con l'aggravante di essere segregati,non credete sia meglio che crescano in una famiglia libera anche se i componenti sono dello stesso sesso.

    RispondiElimina
  40. Quello della polverini non mi sembra omofobo...calderoli ha vinto la speciale classifica del più idiota in compenso.

    RispondiElimina
  41. ma perchè i politici italiani invece di dire cazzate....vedono quello che devono fà per sto cazzo di LAVORO che manca, e ci stà gente che si muore di fame,e non ce la fà a campare a fine mese,intanto loro con gli stipendi che prendono si possono permettere anche di vestire griffati....e a quando pare mica gli fà tanto skifo anzi!!

    RispondiElimina
  42. Sì, i commenti dei politici - a parte un paio - non hanno nulla a che fare con l'omofobia. Semmai con l'etica e con la biologia della razza italiana che è in serio pericolo. Infatti, l'unico commento degno di nota è quello del senatore Giulio Andreotti.
    L'omosessualità fino a pochi (pochissimi) anni fa era inserita come patologia nei manuali e nei trattati di psichiatria tra le "devianze del comportamento". Oggi si vuole dare l'opportunità ai "deviati" di mettere su famiglia con prole. Esiti del cambiamento repentino della morale o della noia mortale?
    Personalmente credo che nell'attuale società gli omosessuali non corrano alcun pericolo, né d'integrazione, né tanto meno di discriminazione, a parte qualche sparuto episodio d'intolleranza che serve più a far parlare i media che ad altro.
    I problemi nel nostro Paese sono altri e molto più seri, problemi socialmente gravi come il sovraffollamento e l'aumento dei suicidi nelle carceri, o le morti sul lavoro, la disoccupazione, la condizione dei minori, la pedofilia...
    Trovo che sia illogico che malgrado ciò, malgrado il degrado culturale e sociale in cui naviga ormai da più di due decenni il nostro Paese, si continui a perseverare in queste diatribe inconcludenti e "perverse".
    Credevo che bastassero gli occhi e la fisionomica dei nostri Parlamentari a dissuadere il popolo da una tale condotta civica intrisa di pappagallismo e vojerismo, ma ciò non è.
    Ho l'impressione che presto saremo talmente occupati a difenderci dagli esiti di questa deriva storica che non avremo né tempo, né voglia di confrontarci in tali disquisizioni da bar dello sport.
    Questo, naturalmente è solo un mio pensiero.
    Chi vivrà vedrà...

    RispondiElimina
  43. che situazione disastrosa.. i nostri politici tutto sanno fare fuorché connettere neuroni e lingua..una societa' i cui rappresentati sono cosi mentalmente limitati e' destinata a non evolversi.... è quasi da sperare che per avvenga cio che auspica Andreotti...

    RispondiElimina
  44. Non condivido la tua idea,ma darei la vita perchè tu possa esprimerla. Voltaire.
    Premesso cio' , e non è un'eufemismo, ma un'affermazione che comprende l'estremo sacrifico se necessario:
    Che libertà avrebbe un bambino nell'essere affidato a una coppia gay o transgender?
    E' vero , la famiglia tradizionale è un'invenzione a tavolino.... vero: i separati divorziati o incasinati sono tantissimi ( io avevo 2 papà già all'asilo.... ma una sola mamma... non nessuna mamma!) eppure non sono un dipendente da nulla ( droga , alcool , sesso , gioco d'azzardo , pornografia, calcio ,gratta e vinci, violenza in generale) lavoro , vivo e mi diverto , a volte cado a volte no... ma sempre mi rialzo a testa alta.
    Ho fatto scelte difficili e , per queste , sono stato discriminato , ho perso il lavoro , alcuni amici, altri raccomandati mi son passati avanti , signorine avvenenti sono andate piu' avanti di me e hanno preso meno multe di me .... signorini avvenenti mi hanno pure superato ( quando il capo era donna)ma io son sempre in piedi e la ruota gira ....
    Non discrimino nessuno e difendo le idee di tutti .... basta che ne abbiano ovviamente :-)
    Detto cio':
    un bambino , per un completo e equilibrato sviluppo psicologico , necessita di due figure , una maschile e una femminile , poichè entrambe vanno a "disinnescare " determinati meccanismi formativi della mante umana.
    La faccio semplice semplice : il bambino sceglierà in futuro , autonomamente , l'indirizzo sessuale che piu' riterrà consono all'equilibrio con se stesso e al suo gusto.
    Per questo , de jure , non è corretto affidare un infante a una coppia "omo" ; non perchè sia "male" o "immorale" o non ci sia amore tra i gay o altre sciocchezze.... è una questione squisitamente tecnica della psiche umana.
    Non sono meglio , a priori, due genitori etero , magari scambisti orgiaioli gangbangisti... non è questo il punto e , se da cio' che ho scritto , percepite cio' , o mi esprimo molto male io , o qualcuno non è in buona fede:-)

    RispondiElimina
  45. Frasi reali e giuste. Avete mai visto due froci baciarsi?? A me è capitato e lo schifo e la nausea mi hanno torturato per settimane.

    RispondiElimina
  46. A berluscò lo sappiamo che sei l'anonimo qui sopra.
    Abbi il coraggio di firmarti!

    RispondiElimina
  47. ma hai mai visto due lesbiche baciarsi..... certo se son brutte non mi piacciono... ma se son due "ficone" mi piacciono eccome... e questo a quasi tutti i maschi del mondo.... quindi come la mettiamo?:-)

    RispondiElimina
  48. @ Anonimo 17,11, cosa ti fumi? Guarda che "l'indirizzo sessuale" mica si sceglie: o ce l'hai in un modo o ce l'hai in un altro.

    RispondiElimina
  49. per anonimo qui sopra dimmi dove abiti così ti aspetto col mio ragazzo e ci baciamo davanti al tuo portone mentre fai rientro a casa... che ne dici??? ... anche a me fanno schifo le ragazze nude che ballano sui cubi o le signore attempate che si liftano e si fanno le lampade per non invecchiare... e sta minchia se le incontrro per strada mica mi sento di dire al mondo che la nausea che mi provocano mi nausea per settimane aho... nessuno ti impone di baciare un uomo... de gustibus... il mondo è bello perchè è vario... sai che noia se tutti fossimo carini a fare colazione come la famiglia della mulino bianco??? ...

    RispondiElimina
  50. a bertoldino... da @anonimo 17.11 :
    io fumo camel gialle morbide....e se ti rispondo , ti tratto come quelli che dicono che "gli omisessuali hanno una malattia , ma sono umani come noi" ... quindi ti dico che hai ragione , bravo:-)

    RispondiElimina
  51. anonimo 17,11- 18,24: allora ti conviene cambiare tabaccaio.

    RispondiElimina
  52. mi fa piacere che le opinioni di destra e di sinistra alla fine i gay non piacciono a nessuno; però vorrei ricordare che Prodi aveva fatto manifesto elettorale le unioni di fatto i pax ecc. poi presi i voti ci si dimentica.
    Ricordiamoci che siamo comandati dal Vaticano che si predica bene e intanto preti pedofili ma nessuno lo dice, e chissà che belle orge fanno nello stato Vaticano

    RispondiElimina
  53. @anonimo 17.11: le tue affermazioni per quanto presentate in maniera mite ed educata, non sono per questo meno immotivate e ingiustificate. Puoi fare tutte le elucubrazioni mentali che vuoi sulla "tecnica della psiche", e io ne potrei fare altrettante per controbatterle, ma l'unico modo per verificare se un bambino figlio di genitori omosessuali può crescere in maniera equilibrata è la prova sperimentale.
    Fortunatamente non abbiamo bisogno di un laboratorio: ci sono paesi in Europa ed America dove molti bambini sono cresciuti con genitori omosessuali e ora sono uomini e donne adulti ed esistono, per valutare quale influenza ha avuto su di loro la sessualità della famiglia di origine, molti indicatori di uno sviluppo più equilibrato. Quindi le domande che ci dobbiamo porre sono per esempio:
    - La percentuale di persone che ha avuto bisogno di assistenza psicologica è maggiore tra i figli adottati da coppie omosessuali che tra quelli adottati da coppie eterosessuali?
    - I figli di genitori omosessuali sono stati maggiormente soggetti di altri a rifiutare la compagnia dei coetanei, ad abbandonare il percorso scolastico, a non raggiungere soddisfazioni professionali?
    - Essere figlio di genitori omosessuali ha influenzato in modo statisticamente significativo il loro orientamento sessuale?
    - Quante di queste persone crescendo sono state protagoniste di atti di violenza o crimini?
    Se dovesse risultare che l'incidenza di questi e simili indicatori è peggiore tra i figli di omosessuali che tra i figli di eterosessuali potresti in qualche modo suffragare le tue affermazioni, altrimenti restano solo teorie del cavolo, buone per conversazioni da salotto, ma non certo come riferimento morale (o peggio legislativo)

    RispondiElimina
  54. "I recenti studi dell’Associazione Psicologi Americani (APA) sfatano il mito che i figli di genitori omosessuali abbiano problemi a sviluppare relazioni sentimentali per la mancanza di una figura paterna o materna e, sorprendendo gli stessi psicologi, dimostrano che un buono stile genitoriale, e non l’orientamento sessuale, portano ad una maggiore salute mentale dei bambini.
    Ciò che può sembrare più sorprendente è che i figli di coppie omogenitoriali sembrano crescere bene, nonostante vivano in un mondo che è spesso intollerante con i loro genitori."

    Interessante il resto dell'articolo:
    http://www.gionata.org/notizie/dal-mondo/perch-i-bambini-con-genitori-gay-stanno-bene.html

    RispondiElimina
  55. dedico la prima frase ai miei amici di sinistra che vogliono votare il Fini redento...

    maddalena

    RispondiElimina
  56. Siamo nel 2010 e ancora dobbiamo sentire cumuli di idiozie, provenire da coloro
    che dovrebbero essere di "esempio". Ma questa gente non si vergogna? Mi auguro che un buon genitore si auspichi, per il proprio figlio, di essere semplicemente una cosa: felice.

    Sarebbe carino inoltre, far crescere i bambini con persone EQUILIBRATE, dove c'è amore. La famiglia è un nucleo di persone unite dall'amore, non è un qualcosa formato dall'unione di un pene e una vagina.



    Lo stato dovrebbe inoltre garantire tutele e diritti a tutti, non Solo a qualcuno.

    RispondiElimina
  57. Io mi chiedo sempre chi siano questi amici gay dei politici. Per caso si chiamano Omino e Invisibile?
    No perchè io di gay ne conosco una quindicina e nessuno mi ha mai detto di catafottersene di 'sta cosa. Mi sembra un po' come la storia di "mio cuGGino mi ha detto"...

    Comunque la Carfagna ha il cervello che è sterile quindi parli poco.

    RispondiElimina
  58. Bello come si tenda sempre a parlare di cose che non si conoscono, scomodando anche paroloni come "tecnica della psiche umana".
    I miei genitori sono morti prima che potessi memorizzare i loro volti, e a crescermi sono state le due sorelle di mia madre. Nessun nonno, nessuno zio, nessuna figura maschile. Adesso sono una persona normalissima, non ho particolari turbe psichiche o devianze di alcun tipo.
    Questa del "servono due figure di sesso opposto" è semplicemente una scusa che gente come voi tira sempre fuori per impedire l'evoluzione sociale e culturale nel nostro Paese.

    RispondiElimina
  59. "I pederasti iniziano a contarsi e scoprono di formare una potenza all'interno dello Stato.
    Mancava solo un'organizzazione, ma secondo questo libro sembra che esista già in segreto.
    E poiché contano uomini tanto importanti nei vecchi partiti ed anche nei nuovi, da Rösing a Schweitzer, la loro vittoria è inevitabile. D'ora in poi sarà: "Guerre aux cons, paix aux trous de cul".
    È solo una fortuna che noi personalmente siamo troppo vecchi per avere timori, se questo partito vincesse, di dover pagare tributo corporale ai vincitori. Ma le giovani generazioni!
    Incidentalmente, solo in Germania era possibile che un tizio simile apparisse, trasformasse la sozzura in una teoria e invitasse: "introite" eccetera.
    Sfortunatamente non era ancora abbastanza coraggioso da confessare apertamente di esser"lo", e deve ancora operare coram publico, "dal davanti", ma non "dal fronte dentro", come una volta dice per errore.
    Ma aspetta solo che il nuovo codice penale nord-tedesco riconosca i droits de cul e sarà tutto diverso.
    Per le povere persone "del davanti" come noi, con la nostra infantile passione per le donne, le cose si metteranno male.
    Se lo Schweitzer fosse buono a qualcosa, si tratterebbe di cavare a quello strano galantuomo i nomi degli alti e altissimi pederasti, il che a lui spiritualmente loro affine, non riuscirebbe certo difficile."

    estratto da una lettera di Engels a Marx, Manchester, 22 giugno 1869

    RispondiElimina
  60. E tutto questo perché nel 1865 Karl Heinz Ulrichs, con lo pseudonimo di Numa Numantius, ebbe l'ardire di pubblicare "Forschungen über das Rätsel der männ-mannlichen Liebe" ("Ricerche sull'enigma dell'amore fra maschi"), dove cercava di spiegare che l'omosessualità è un orientamento biologicamente innato, e quindi del tutto immeritevole delle leggi punitive e repressive che la colpivano. A partire dal 1869 Ulrichs elaborò strategie politiche per la sua battaglia volta alla decriminalizzazione dell'omosessualità, invocando la creazione di una "Unione degli Urningi" (così lui stesso aveva definito i gay)e cercando vanamente appoggi da parte di scienziati,filosofi e politici che tempestava con le sue lettere.
    Fra questi anche Hengels, che ne sghignazzò laidamente con Marx mediante la lettera sopra riportata dall'anonimo. Il povero Ulrichs, che ci mise la faccia e la perse, gettò in seguito la spugna e si ritirò a vita privata nel Sud Italia, morendo poi all'Aquila.
    La sua opera tuttavia non fu inutile. Un suo discepolo, Magnus Hirschfeld, nel 1897 riuscì a fondare il primo movinto di liberazione omosessuale, un periodico ed un istituto di ricerche.

    RispondiElimina
  61. Skassalkazzaya ha parlato di qualcosa di reale. Nicola (5/11) e White Horse (6/11) hanno scritto opinioni sostenute da basi empiriche, scientifiche, reali, sperimentali, illuministe.
    Tutto il resto è un'imitazione di quello che fanno normalmente i politici italiani, cioè parlare di quello che non conoscono. Fanno i tuttologi. Ma rispetto ai cittadini che hanno fretta di esprimere opinioni non suffragate da alcun fatto, questi si beccano un bel pò di soldi ogni mese. Per cambiare le idee di questo paese non c'è che la verità e lo sbattergliela in faccia.

    RispondiElimina
  62. Negli anni ho cambiato idea sull'adozione da parte di coppie gay, soprattutto perché sembra che ci siano dati che inducono a capire che la cosa non turba lo sviluppo dei bambini (come qualcuno giustamente scrive, la famiglia è l'unione dell'amore non di pene e vagina).

    Sul fatto che due gay che si baciano in pubblico diano fastidio è indubbio, ma non perché sono omosessuali, mi da lo stesso fastidio vedere due ragazzini etero che si baciano. Insomma comportamenti pubblici esagerati (come mettersi a gridare per la strada per altro) sono generalmente poco tollerati.

    Infine chiedo a tutti quelli che riconoscono l'omosessualità come un comportamento presente in natura, chiedo: ma in natura esiste la SOLA omosessualità, o esiste come compensazione alla mancanza di possibilità eterosessuale del momento?

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post