Ragazzi, svegliatevi

Il 64% degli studenti romani sotto i 19 anni ha già fatto sesso; il 49% non usa il preservativo per i rapporti occasionali; il 16% crede che esista un vaccino contro l'AIDS; il 5% ha già contratto una malattia sessualmente trasmissibile; il 94% non ha mai fatto il test dell'HIV; il 54% considera l'ipotesi di mettere i distributori di preservativi nelle scuole diseducativa; il 60% è convinto che l'AIDS sia un problema che riguarda solo l'Africa.
Ragazzi, io lo so bene che non vi aiutano per niente, che si stracciano le vesti per evitare che si faccia informazione sessuale nelle scuole, che preferiscono lasciare il sesso nella sfera del non detto, alimentando l'ignoranza e la disinformazione, piuttosto che parlarne esplicitamente e spiegarvi per filo e per segno come funzionano le cose: però, proprio per questo, dovete darvi una svegliata.
Perché se delegate a questa manica di integralisti ipocriti l'incombenza di preservare la vostra salute, allora rischiate davvero di lasciarci le penne.
Pensateci da soli, date retta: e sforzatevi di essere un tantino meno irresponsabili di loro.

Questo post è stato pubblicato il 30 novembre 2010 in ,,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

5 Responses to “Ragazzi, svegliatevi”

  1. L informazione oggi c'è. Non è sempre colpa degli altri. Posso essere d accordo che,soprattutto chi è contrario all aborto,ma anche chi vuole il diritto di scelta,dovrebbe essere attento alla contraccezione,ma non è deresponsabillizzando le persone,soprattutto gli adolescenti,che si arrivera a questo risultato. Il dato sulla contrarieta al condom gratis mostra l ipocrisia che non è stata certo cancellata dal secolarismo,semmai oggi è ben peggiore ed è la stessa che viene riservata a certi temi come la legalizzazione delle droghe(contro la liberalizzazione oggi presente).
    Un atteggiamento troppo comprensivo nuoce a chi non capira il proprio atteggiamento sbagliato e a chi invece cerca di informarsi,di avere rispetto per se stesso ,per gli altri,per l eventuale nascituro a cui potrebbe dar luce avendo un comportamento negligente

    RispondiElimina
  2. Povero mondo, e questa dovrebbe essere la generazione del domani, il nostro domani... Informare , informare e informare, ma sembra che ai giovani l'informazione non piaccia...

    RispondiElimina
  3. Non credo si tratti di 'deresponsabilizzare' nessuno.... Si tratta di insegnare a considerare il condom come una parte integrante della vita sessuale di ogni individuo.
    Purtroppo abbiamo tutti sotto pelle i dogmi e gli insegnamenti con cui cresciamo. Il sesso e' fondamentalmente sporco, il sesso degrada l'uomo e, ancora di piu', la donna.
    Se non scopi per procreare o sei un porco o sei una puttana.
    Allora vacci tu in farmacia ad arrossire per comprare un pacchetto di Durex....
    L'italia e' un paese di bacchettoni che si danno la zappa sui piedi appena aprono bocca.

    RispondiElimina
  4. Sottoscrivo quello che scrive Queenfather, salvo il fatto che dentro i modelli di sessualità dominati gli italiani possono permettersi, fra i risolini e una punta d'invidia
    (chissà quanto autentica) di eleggere il re dei porci a Presidente del Consiglio. Non è solo Santa Romana Chiesa ha parlarci da sotto pelle, ma la storia lunga del patriarcato. Serve un'altra ondata di Rock & Roll, di Sex is beautiful. Sotto le piogge dei cortei di questi giorni sento la primavera che si avvicina: spero di non sbagliarmi.

    RispondiElimina
  5. Il 64% degli studenti romani sotto i 19 anni va inteso come il 64% degli studenti romani maschi, giusto? Non è un generalismo, vero? Perché il mio commento cambia molto. Grazie.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post