Grazie, presidente Fini

Sentire Fini che si appella al "coraggio politico" di Berlusconi e lo invita a dimettersi perché lui non ha il "coraggio politico" di votargli contro in parlamento mi ha strappato una bella risata: in una giornata in cui mi girano per aver perso il derby non è poco.
Grazie, presidente.

Questo post è stato pubblicato il 07 novembre 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

10 Responses to “Grazie, presidente Fini”

  1. qualcuno mi ricordi un po' perchè dovremmo votare fini, che ho un momento di amnesia

    RispondiElimina
  2. mario, te ne dico almeno 4 per non farlo:

    Legge Bossi- FIni sull'immigrazione. Prima coi leghisti ci fa le leggi razziste assieme e poi fa l'antileghista. Ipocrita e paraculo.

    SPeculazione edilizia. Ai tempi del condono edilizio era d'accordo,Idem con patate per quanto riguarda lo scudo fiscale.

    Antifascismo. Sempre stato penzolante con questo spinoso argomento. Quando hanno provato a testarlo ha sempre fallito il quiz. Bocciato.

    Ambiente. Favorevole a inceneritori e nucleare.

    In generale la parola Destra in Italia non ha mai avuto i contorni di una destra davvero liberale. Inutile Travaglio che ora si ringalluzzisca. FIni ci doveva pensare 16 anni fa anon fare mai accordi con Berlusconi. solo quando gli si toccano gli interessi personali alora fa l'offeso.

    RispondiElimina
  3. infatti Giacinto guarda quì:
    Cos’è cambiato?

    http://www.jusprimaenoctis.net/?x=entry:entry101103-031746

    RispondiElimina
  4. ho dato uno sguardo al sito che hai linkato. Mi sembra uno fatto da un qualunquista che c'e' l'ha su con tutto e tutti. Un classico del qualunquismo da frustrazione.

    RispondiElimina
  5. Non credo che Fini pretenda la mia stima e il mio voto. Non li avrebbe entrambi. Però ha ridato movimento ad un quadro politico avviato inesorabilmente verso il baratro di un regime presidiato da zoccole e lenoni. Ecco, questo mi impone di seguirlo con attenzione e di tifare. Non di accettarlo o stimarlo.

    RispondiElimina
  6. Concordo, anche se da un punto di vista berlusconiano, con Metilparaben e con Giacinto 2000.

    Fini e' il peggior ex-post-fascista in circolazione.

    L'immenso favore fattogli da Berlusconi, opportunisticamente, s'intende, di sdoganare lui e i suoi camerati senza Futuro e senza Liberta' in una Grande Destra da contrapporre alla Grande Sinistra Brancaleonica e' stato ricompensato con il piu' subdolo calcolo opportunistico della Storia Politica Nazionale.
    Qualcosa di cosi viscido ed ipocrita da far vomitare.

    Sperava, il Giuda, che il Berluska avesse gli annetti contati e che presto sarebbe toccato a lui guidare il Paese da posizioni di Centro-Destra.

    Avendo constatato che il Berluska non solo gode ottima salute, ma scopa come un adolescente in calore, Fini ha dovuto tagliar corto perche' di fare il "Secondo" si era rotto i "tullioni".

    Tutte le anticipazioni dateci da Feltri sul Giornale da un anno a questa parte confermano al di la' di ogni ragionevole dubbio che Gianfranco Montecarlo Fini e' un ambiziosissimo fascistello con tanta voglia di comandare: al punto da pugnalare alle spalle chi lo ha tirato fuori dalla merda del ghetto fascista dove la Storia lo aveva collocato.
    L'invidia verso il "capo" di questo marito di una moglie incestuosa che confida al fratello come acquistare con una pipa di tabacco appartamenti a Montecarlo senza che "lui" se ne accorga, lo ha portato a giocare la sua ultima carta rischiando di frantumare il "fronte anti-comunista" sul quale poggia tutta la strategia politica berlusconiana.
    E cosi' il Giuda della politica italiana aiuta gli ex-post comunisti a riemergere per continuare ad impedire la realizzazione concreta delle "riforme liberali e federaliste" di cui l'Italia abbisogna, proseguendo invece con la solita retorica social-comunista-pluralista-terzomondista-multiculturalista all'amatriciana che ha portato, per esempio, alla spaventosa catastrofe sociale, politica ed economica della Gran Bretagna dopo 13 anni di autentiche follie socialiste del tipo sognato dai nostri Mortadella, Bertinotti, Diliberto, D'Alema e...Pecoraro Scanio.

    Ovvio che un elemento come Fini ai Comunisti (ex-post) faccia comodo.
    Pero' che i Comunisti (ex-post) facciano un governo coi fascisti (ex-post) e' una cosa che nel mondo avrebbe un'eco travolgente e sconvolgente. (Nel senso del mal di pancia dal ridere).

    L'immagine di un'Italia del Berlusconi cui piace ancora molto la fica (e questo solleva in certi circoletti bigotti internazionali qualche perplessita') verrebbe sostituita dall'immagine di un'Italia dove ex-post-Fascisti ed ex-post- Comunisti governano insieme.

    Voi vi lamentate per le barzellette del Berluska.

    Ma ricordatevi che le barzellette sull'Italia, nel mondo, sono altre:
    Quella che l'Italia non ha mai finito una guerra con lo stesso alleato e' ancora in circolazione;
    adesso si rischia di aggiungerne un'altra: quella del Paese dove Comunisti e Fascisti vanno d'amore e daccordo e governano insieme.

    Se vi preme la credibilita' internazionale del vostro paese, cercate di vincere le elezioni con le vostre forze: perche' sdoganare i fascistelli verso il Centro, coma ha fatto il Berluska, e' una cosa: sdoganarli a sinistra, a casa di D'Alema, Diliberto, Bersani e Bertinotti e' un'altra.

    Fa cagare dal ridere.

    RispondiElimina
  7. non ti preoccupare Bertoldo, la sinistra vera sa prendere bene le distanze sia da te che da Fini.

    RispondiElimina
  8. Mi preoccupo, Giacinto 2000, perche' la sinistra "vera" non conta una minchia.

    La Sinistra che conta e' quella "falsa" che sta trescando con i cattolici bigotti e gli ex-post-fascisti, con il sostegno di quell'arruffa-popolo fascistoide che si chiama Tonino Di Pietro in Canottiera sul Trattore, per scalzare il Berluskello.

    Per scalzare il Berluska ci vuole la sinistra "falsa", quell'accozzaglia brancaleonica che abbiamo gia' conosciuto. Un accozzaglia che adesso, per fare numero, si arricchisce anche della ex-plebaglia fascista (quella del "Mussolini grandissimo statista italiano) per poi sbranarsi nella (eventuale, molto eventuale) distribuzione delle poltroncine del potere.

    E si prospetta perfino l'ipotetica (molto ipotetica) possibilita' che la Sinistra "falsa", nel 2013, votera' la diducia ad un governo diretto da un ex-post-fascista:

    E questa e' la barzelletta che seppellira' l'Italia sotto il ridicolo internazionale.

    Almeno il Berluska faceva ridere con "Orcoddio".

    RispondiElimina
  9. Da sinistra, non concordo né con la disistima nei confronti di Fini, né nell'atteggiamento di superiorità che, al solito, stiamo mettendo in campo in un momento storico come questo.
    Ho l'impressione che tutti questi anni di Purgatorio politico non ci abbiano insegnato molto.
    Articolo approfonditamente il mio pensiero su questo nel mio post di ieri (sulle reazioni del centrosinistra al discorso di Fini):
    Seconda stella a destra...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post