Tutti bugiardi, tranne lui

Le testimonianze delle escort sono infondate, il mancato rispetto delle promesse sui rifiuti a Napoli è una mistificazione, i giornali scrivono solo balle, i servizi giornalistici sulle ville di Antigua sono diffamatori, gli attacchi di Futuro e Libertà sono delle falsità, la giustificazione dell'evasione fiscale è una menzogna, i problemi nella maggioranza sono cattiverie, le rivelazioni di Spatuzza sono una macchinazione, le critiche dell'opposizione sono calunnie, le foto delle feste a Villa Certosa sono invenzioni, la separazione con Veronica è frutto di un tranello, i vescovi che lo criticano sono caduti in una trappola, i particolari del Noemigate sono bugie, il caso Carfagna è un pettegolezzo, le inchieste dei pm sono delle cospirazioni, l'indagine sull'eolico è una montatura, gli editoriali dei giornali sono distorsioni, il caos delle liste alle elezioni regionali è un disegno, i racconti di Ciancimino sono delle frottole, la bocciatura del lodo Alfano è un inganno, i commenti della stampa estera sono manipolazioni, il governo tecnico è un complotto.

Questo post è stato pubblicato il 30 novembre 2010 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

21 Responses to “Tutti bugiardi, tranne lui”

  1. ...questo è un capolavoro di sinonimi! Che fantasia che ha...

    RispondiElimina
  2. Credo che Occam non sarebbe d'accordo con la sua spiegazione...

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Vedi Bertoldo, nessuno dice che i capi di stato stranieri sono tutti dei geni e il Berlusca un pirla, ci mancherebbe. Alcuni sono stati o sono dei pessimi governanti, ma nessuno di loro (con l'eccezione parziale di Bush jr.) ha cercato con ogni mezzo di stravolgere la costituzione e le leggi del paese che si trovava a governare. E nessuno di loro si trova ad avere i conflitti d'interesse di SB, anzi: nella quasi totalità dei paesi europei e negli USA un SB non sarebbe mai andato non solo al governo, ma neanche in parlamento - per lo meno non senza affidare il suo patrimonio a un blind trust.
    E poi, possibile che secondo te i magistrati, i giudici costituzionali, i giornalisti italiani e stranieri, i diplomatici americani, ecc., tutti facciano parte di una cospirazione mondiale per denigrare Berlusconi? Per tua norma e regola, l'Economist emette giudizi (positivi o negativi) su molti politici e capi di stato, così come lo fanno tutti i giornali di questo mondo. Chiaro che seguono una linea editoriale e quindi un certo interesse, ma se persino i giornali più conservatori come la FAZ o il WSJ criticano Berlusconi, secondo te lo fanno per farlo cadere (ammazza, quanto potere 'sti giornali stranieri!) o perché pensano appunto quello che scrivono, e cioè che SB ormai è inadatto a governare il paese? E chissenefrega se anche Obama lo è! E non per nulla lo dicono in tanti, persino al NYT. Un altro complotto? Madonna, quanti complotti...

    RispondiElimina
  5. Bònasera.

    Normalmente non sono uso citare, ma sono capitato qui per caso (quasi) e sento l'urgenza di citare al 100% quanto scritto da Bertoldo.

    RispondiElimina
  6. caro Bertoldo, non sevre commentare la tua visione miope, tipica di chi emette sentenze di poche parole, su questioni complesse e delicate. Ti propongo come massimo guru della (non)cultura italiana e del più cialtronesco nonsense.

    del resto come si usa dire in america: facts talk, bullshit walks...

    RispondiElimina
  7. Non mi sembravano così "poche parole", forse anche più di quelle dell'articolo stesso...

    Quanto vi piace tirare in ballo la "cultura", pure quando non c'entra un tubo, eh ? ;)

    RispondiElimina
  8. vista la proprietà di linguaggio così creativa nel affibbiare sinonimi e vocaboli sempre diversi ad argomenti così trivialmente ripetitivi, direi BRAVO COPYWRITER o GHOSTWRITER che sia !
    chiunque gli prepari le frasi ha una notevole dimestichezza !

    grazie metilparaben, splendido riassunto

    RispondiElimina
  9. io dico solo una cosa:
    http://www.corriere.it/politica/10_novembre_30/gaggi-per-vostro-premier-e-un-occasione_0fb10c6e-fc55-11df-8fb3-00144f02aabc.shtml?fr=box_primopiano

    RispondiElimina
  10. Peraltro (scusate, poi me ne vado) commentando un articolo composto da link che all'85% riportano a "Repubblica", starei un po' attento a parlare di "fantasia", eh ?

    No ?

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. No Bertoldo, ci rinuncio, sei troppo fazioso e ti rigiri le frittate come pare a te, usi la classica tattica del ragazzino a scuola: "ha cominciato lui", "ma l'ha fatto anche lui", e con questo assolvi te stesso, Berlusconi e tutti i mascalzoni italiani, visto che i mascalzoni ci sono in tutto il mondo. Tutti ladri e todos caballeros. Sei solo un troll(onzone).

    RispondiElimina
  14. Ma esiste ancora qualcuno che crede che il premier sia candido come un giglio, che è sceso in politica perchè ama noi e il suo paese, che e tutti gli altri (inteso come tutti coloro che non gli dicono "sì") siano comunisti e che cospirano verso di lui perchè vogliono che l'Italia scenda a livello del Senegal per pura cattiveria ?!?!?!

    RispondiElimina
  15. Siamo tutti in mano dei finanzieri/industriali,gli abbiamo venduto l'anima e la dignità in cambio di beni di consumo,ora cerchiamo dagli stessi ai quali abbiamo permesso di dare fuoco alla miccia che risolvano i problemi causati dall'esplosione.
    Vabbeh..
    Passiamo al vero motivo che mi ha spinto a commentare su questo post:
    @Bertoldo beato attè che non capisci un pazzo!!
    Spazzolone

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. Bertoldo, una volta per tutte: io metto a disposizione questo spazio affinché le persone -te compreso- esprimano il loro parere, e non per consentire loro di sbizzarrire tutta la propria boria, la propria supponenza e la propria strafottenza. Delle due l'una: o la pianti immediatamente con quell'aria tracotante e adotti dei modi urbani e civili (e se sono urbani e civili lo decido io, visto che questa è casa mia), oppure finisci di scrivere qua dentro. E ti lamenti sul tuo blog, invece di scroccare lo spazio degli altri per fare il maleducato. Intesi?
    Voglio un sì o un no, risparmiati le solite fregnacce.

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Te lo ripeto, anche se mi pare di parlare italiano: dì pure quello che vuoi, ma fallo educatamente. Qua si scrive per dire cosa si pensa, non per provocare. Non c'è bisogno che cerchi di non irritarmi: basta che ti comporti come si deve. E' facile.
    Altrimenti qua dentro non scrivi più.

    RispondiElimina
  21. Vedi Bertoldo, il punto non è che il più pulito cìha la rogna per cui il nostro silviotto ce lo dobbiamo tenere, il punto è che lui non ha fatto NIENTE di quello che aveva promesso. dove sono le 2 aliquote IRPEF? Dov'è il liberismo? dov'è il nuovo miracolo italiano? Che fine hanno fatto le tre I? e tutte le strade che aveva disegnato sulla lavagna da Vespa? Che fine ha fatto il miracolo italiano che aveva promesso? Silviotto si è dimostrato un incapace, e questo è molto più grave per un uomo di stato che essere immorale e corrotto. Oggi stiamo peggio di 15 anni fa e continuare a sostenerlo è semplicemente stupido.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post