Ognuno ha lo stupore che si merita

Se in un paese normale il capo del governo si incontrasse col presidente della camera, e dal labiale qualcuno intuisse che gli sta sussurrando le parole "minorenne" e "pregiudicata", la cosa sembrerebbe strana e preoccupante un po' a tutti.
Invece dalle nostre parti suona un tantino inconsueto che le parole bisbigliate dal premier siano "maggiorenne" e "incensurata".
Si vede che ognuno ha lo stupore che si merita.

Questo post è stato pubblicato il 04 novembre 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

5 Responses to “Ognuno ha lo stupore che si merita”

  1. si riferiva a elisabetta tulliani, la frase completa era: "a differenza di quelle che frequento io che sono tutte o minorenni o pregiudicate, tu stai con una maggiorenne e incensurata"

    RispondiElimina
  2. avete visto il video su Repubblica? meravigliosi i primi secondi dell'inno nazionale...lui è lì con le mani in tasca a fare il piacione...lo richiamano e prova a scattare sull'attenti...rischio qualcosa se dico che questo è puro avanspettacolo? a parte offendere la memoria di Totò, Nino Taranto, Rascel etc....

    RispondiElimina
  3. oddio la tulliani magari sara' anche incensurata, ma mi preoccupa piu' lei di ruby....

    SD

    RispondiElimina
  4. certo non ha lo stile del Nichi Vendola che rideva allegro ai funerali dei caduti in Afghanistan...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post