Dal letame nascono i fior?

Può essere che le cose stiano come diceva De André.
Sta di fatto, però, che per il momento dal letame continua a nascere altro letame, in un circolo vizioso nel quale si finisce per non capire più quale sia la causa e quale l'effetto: le recenti vicende politiche sono quello che sono perché i loro protagonisti sono stati eletti da gente così? Oppure è l'esempio di quelli che contano ad incoraggiare generazioni di aspiranti tronisti beceri e maschilisti?
Si tratta, con ogni evidenza, del vecchio dilemma dell'uovo e della gallina, sul quale vi invito a riflettere e a dirmi la vostra.
Tenendovi il naso turato, naturalmente: da queste parti la puzza è insopportabile.

Questo post è stato pubblicato il 14 novembre 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Dal letame nascono i fior?”

  1. Guarda le coincidenze, prima su youtube stavo rivedendo dei pezzi di Guzzanti. In uno, nei panni di Rocco Smitherson, ha detto: "Stanno a fa' 'na questione de principio tipo "E' nato prima l'uovo o la gallina?" Che senso c'ha, ve li sete magnati tutti e due".

    RispondiElimina
  2. Caro Metilparaben, e tu ora la meni con questa storia di Ruby solo per arrivare a dire che ora tu condanni la prostituzione? Che cattolico che sei diventato! Ma che ti importa di quello che fanno due adulti consenzienti quand'anche fosse che uno dei due fa di mestiere il politico? Ti ricordi che a proposito del caso Marrazzo tu avevi detto che l'unica colpa di Marrazzo era di aver ceduto al ricatto dei carabinieri e di aver usato un auto pubblica( e quindi NON il fatto di avere fatto del sesso mercenario)? Ma tu, caro Metilparaben, riesci ad essere laico solo quando si parla di omosessuali ed aborto? Non sei proprio capace di essere laico anche quando si parla di Sex Worker e di chi alle Sex Worker fa ricorso? Firmato: tipo perplesso.

    RispondiElimina
  3. Oh, un momento, signor Metilparamal, non mi prendo la briga di difendere il padrone di casa - che non ne ha bisogno - ma credo che l'obiezione non riguardi l'esercizio della professione peraltro considerata più antica del mondo, quanto l'abbrivio che la Berlusconi's way of life, cioè un programma di "educazione civica" più che ventennale (lo farei risalire a Drive In), e le sue conseguenze ormai radicate nel nostro impoverito tessuto socioculturale.

    RispondiElimina
  4. @ vix
    Perfettamente d'accordo con la tua replica al perplesso Metilparamal.
    Del resto, affermazioni come questa:
    «è l'amica di Piersilvio, il presidente della Camera», non fanno che confermare la devastazione a cui siamo giunti.
    Purtroppo la vedo dura. La valanga di letame, almeno per ora, sembra inesauribile.
    Giovanna

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post