Ma come, Presidente, proprio Lei?


Ci sono vicende che a volerci riflettere due minuti, come ha fatto oggi un mio amico, assumono contorni letteralmente comici.

Il signore che vedete nella foto, com'è noto, si vanta di trombare a destra e a manca con inesauribile vigore, invita nella sua villa manipoli di ragazze discinte per non meglio identificati festini, dispensa battute maschiliste e occhiolini complici a manetta, prende in giro i suoi avversari perché loro vanno a trans mentre lui trapana a tutto spiano stuoli di femmine seducenti, e nel tempo libero difende a spada tratta i suoi collaboratori quando qualcuno li pizzica nell'atto di dividersi tra torme di escort infoiate: ebbene, quel signore è lo stesso che presiede un governo contrario alla contraccezione, all'informazione sessuale nelle scuole e alla pillola del giorno dopo, e che fa fronte comune con la Chiesa nell'indicare l'astensione dai rapporti sessuali quale unico mezzo realmente efficace per evitare la diffusione dell'AIDS.

Suvvia, Presidente, chi cazzo vuole che le creda?

Questo post è stato pubblicato il 12 febbraio 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

17 Responses to “Ma come, Presidente, proprio Lei?”

  1. "Suvvia, Presidente, chi cazzo vuole che le creda? "

    ...purtroppo tutti quelli che lo votano!
    E gli altri lo prendono nel culo.

    RispondiElimina
  2. gli credono circa 10 milioni di persone, ed e' questo il dato preoccupante

    RispondiElimina
  3. E gli credono in tanti...un paese di puttanieri e di mignotte?

    RispondiElimina
  4. Fondamentalmente non gli crede nessuno, manco quelli che lo votano.
    Semplicemente gli torna comodo votarlo, perchè con lui si pagano meno tasse, o al massimo perchè promette politiche razziste.
    Questo è quanto, per il 90% dei suoi elettori.

    RispondiElimina
  5. A proposito di chi ci crede:

    Bertolaso avrà detto "rilassata" non "ripassata" e i magistrati hanno capito male.

    (dal corriere.it)

    RispondiElimina
  6. Oltre al fatto che i suoi elettori nella maggioranza dei casi sono quelli delle partite iva, degli scontrini non rilasciati e delle fatture non emesse (cioè ruba lui...lascerà rubare pure noi, credo pensino quei galantuomini)io credo che buona parte dei suoi consensi elettorali derivino dal voto di scambio delle mafie.
    Smentitemi, vi prego!
    In relazione al fatto che sia un così gran trombatore....mah.... qualche pompino al massimo, qualche leccata.
    L'accordo con la chiesa su certi argomenti per quell'uomo (oddio uomo che parola grossa) è solo strumentale al mantenimento del suo potere...gliene fraga assai a quello della contraccezione del preservativo della informazione sessualwe nelle scuole...ma per favore!

    RispondiElimina
  7. @ fabio: quelli che dici tu rappresentano una minoranza dell'elettorato berlusconiano. La maggioranza ha nei confronti del suo leader un rapporto messianico, fideistico, irrazionale ed acritico. Una via di mezzo fra padre Pio e Madonna (Ciccone). Nessuna colpa, nessuna bassezza, nessuna aberrazione, nessun crimine potrebbe macchiarne il carisma, ai loro occhi.

    RispondiElimina
  8. Caro Gan, sono abbastanza convinto del contrario esatto. Quelli col rapporto "fideistico" sono un piccola parte, composta in gran parte da persone poco acculturate che guardano rete4 e compagnia.
    L'italiano è troppo cinico e furbastro per non accorgersi della paraculaggine e troppo amorale per attribuire ai disastri etici di berlusconi una qualche rilevanza all'atto della scelta elettorale. L'importante è scongiurare il rischio del controllo della guardia di finanza( e magari togliersi i negri nel quartiere).
    Il pdl è il partito perfetto per chi prima di tutto si fa i cazzi propri.
    Vedrai come lo scaricheranno quando non gli farà più comodo.

    RispondiElimina
  9. Il nostro presidente del consiglio è un testa di cazzo. Come lo è chi crede alle sue balle.

    RispondiElimina
  10. @ Fabio: spero davvero sia come dici tu, perché in tal caso è probabile che prima o poi questo tipo di elettorato si stufi di promesse non mantenute. Però i berlusconiani che conosco ( e sono tanti e quasi tutti lavoratori dipendenti) mi dicono che continuerebbero a votarlo anche con le pezze al culo perché
    1) ha liberato l'Italia da cinquant'anni di dittatura comunista (!)
    2) è ricco di suo e almeno non ruba (!!)
    3) è simpatico, gli piacciono le donne e non è frocio (!!!)
    4) è un grande nella politica estera e si fa rispettare e benvolere da tutti i capi di Stato (!!!!)
    5) ha ricostruito l'Aquila a tempi di record (!!!!!)
    6) nella vita privata fa cosa vuole, ma pubblicamente è in prima linea a difendere Dio, la Patria e la Famiglia (!!!!!!!)
    Potrei continuare, ma giustamente temo mi diresti: "Ma che razza di gente conosci?" ;-)

    RispondiElimina
  11. "composta in gran parte da persone poco acculturate che guardano rete4 e compagnia....."
    se ci limitiamo solo a "poco acculturate" siamo a diversi milioni di individui in italia
    il problema è quello di arrivare a quelle persone poco acculturate invece di far salotto

    RispondiElimina
  12. Gan ma vedi d'annattene! L'hai votato tu il nano indecente. Altro che tuoi conoscendi lavoratori dipendenti! Ma va la va la va la!!! ;)
    Poi dicci cosa hai fumato così ci facciamo un trip pure noi.

    RispondiElimina
  13. Metilparaben, mi hai regalato una risata (amara) prima di andare a dormire. Grazie.

    RispondiElimina
  14. Ahimé pare che questa strategia funzioni benissimo -.-

    RispondiElimina
  15. Caro Metilparaben, io mi chiedo cosa direbbe Emma Bonino, che da te verrà sicuramente votata alle prossime elezioni, del fatto che tu offendi delle prostitute(da sempre difese dai radicali, che se non sbaglio sono anche il tuo partito) definendole con disprezzo "escort infoiate"? E' così che tu porti rispetto alla libertà individuale delle donne di scegliere cosa fare del proprio corpo?

    RispondiElimina
  16. per l'Anonimo n. 16
    Forse c'è un malinteso ... a me sembra che il post riporti il pensiero dell'uomo nella foto e non quello dell'autore ...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post