Dalla Cina con furore

warning
Google chiarisce il mistero delle e-mail mandate dal mio indirizzo a tutta la rubrica qualche giorno fa: a quanto pare qualcuno ha avuto l'alzata d'ingegno di accedere al mio account nientepopodimeno che dalla Cina:
china
La cosa curiosa è che Google mi raccomanda di cambiare la password soltanto cinque giorni dopo che il casino è già scoppiato: ho il sospetto che se non avessi provveduto a farlo subito di mia iniziativa, entro pochi minuti l'avrebbero fatto loro. E addio casella di posta.

Questo post è stato pubblicato il 12 maggio 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

6 Responses to “Dalla Cina con furore”

  1. so' troppo forti 'sti cinesi!!!

    ma che c'era scritto nelle email???

    RispondiElimina
  2. Insomma...
    Non che hai sconfinato nella suscettibilità delle autorità cinesi?
    D'accordo che stiamo a 10.000 km di distanza, ma sono un po' permalosetti da quelle parti:
    http://www.repubblica.it/esteri/2010/05/11/news/censura_cina-3973777/

    RispondiElimina
  3. Ci avevo visto giusto allora. :-)

    RispondiElimina
  4. forse avevi citato la parola "carota" un po' troppo spesso [se leggi il bell'articolo di visetti che linka esorciccio capisci perche'... :-) ].

    RispondiElimina
  5. se ti avesse cambiato la password avresti potuto cmq recuperare la casella. c'e' un form online del suppoerto di google per questo: ti fanno fornire delle informazioni relative a destinatari e labels, da cui riescono a capire che sei tu il titolare della casella.
    a me è successo di doverlo usare...
    cmq meglio cosi' :-)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post