So' arrivati li ammerigani

Non vogliamo che succeda niente che impedisca ai magistrati italiani di continuare a fare l'ottimo lavoro fatto finora.
Se addirittura sono costretti a scendere in campo gli americani, vuol dire che l'abbiamo fatta fuori dal vaso.

Questo post è stato pubblicato il 21 maggio 2010 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

12 Responses to “So' arrivati li ammerigani”

  1. però speriamo non gli venga in mente di esportare qui la democrazia come hanno fatto in altri paesi...

    RispondiElimina
  2. Quoto in pieno bellobello, non c'è mai da gioire per un'ingerenza straniera nei nostri affari, neanche quando c'è da combattere la peggiore legge che le Camere possano promulgare da 60 anni a questa parte. L'unica cosa peggiore dei fasci nostrani sono i cowboys che vengono a "salvarci".
    Daniele

    RispondiElimina
  3. effettivamente gli accordi energetici con la Russia danno fastidio

    RispondiElimina
  4. Quindi adesso dovremo aspettarci una serie di articoli sui soliti house organ di famiglia contro gli Stati Uniti?

    RispondiElimina
  5. mi viene in mente una battuta di spinoza:"Una domanda per Obama. Ci invadete spontaneamente o dobbiamo proprio rifarlo tutto, il fascismo?"

    RispondiElimina
  6. Seriamente, credo che l'intervento degli USA non sia corretto, anche se la legge sulle intercettazioni è vergognosa: dopotutto sono i classici "affari interni" di un altro paese.
    Tuttavia, non riesco a non sperare che ce la esportino davvero la democrazia, di cui abbiamo grande carenza. Mi iscrivo subito fra i collaborazionisti!

    RispondiElimina
  7. Io invece spero proprio che intervenga quanta più gente possibile, che siano indiani o cowboy non mi interessa, benvenga anche il presidente del Malawi a fare i sit-in... Questo provvedimento è ignobile.

    RispondiElimina
  8. CHiariamo: con le intercettazioni gli USA ci campano. Basta pensare alla scena del film dei Simpson quando un agente in ascolto di una telefonata,assieme ad altri due-tre mila che inutilmente si affannano a cercare terroristi ovunque, riesce a sgamare MArge che scappata rientra dall'Alaska. La differenza con CIA ed FBI rispetto alla magistratura italiana e' che loro spiano la gente in puro stile paranoico,prima negli anni 60 per vedere se negli USA ci stavano i communisti e mo i terroristi. Sempre nemici. Mentre noi dovremmo utilizzarle per cercare di arrestare politici corrotti e tangentari.

    RispondiElimina
  9. Mi rivolgo principalmente ai primi commenti. Guardate che noi siamo già sotto gli Stati Uniti, il debito pubblico a chi pensate che lo paghiamo? Sapete che in Italia ci sono tot(1-?) basi militari americane? Quindi possono dire e fare quello che vogliono.

    RispondiElimina
  10. Il debito pubblico deriva molto da signoraggio bancario. QUindi banche. Private. GLi'mmericani ci considerano essenzialemnte pezza da piede, storicamente entrarono in guerra perche' videro buone posibilita' di colonialismo commerciale, vedasi lo zucchero bianco..........

    RispondiElimina
  11. @giacinto2000 -- per non parlare delle scie chimiche statunitensi, del falso allunaggio ricreato in stuidio e delle torri gemelle fatte saltare con la retmite.

    RispondiElimina
  12. Una pezza da piede che fornisce loro: soldi, risorse, forze militari (pagate di nostra tasca), e un'area altamente strategica da usare a loro piacimento(hanno le basi loro qua, meglio di così?)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post