Quando si arriva a questo

Ecco, quando si arriva a questo, quando alle persone viene sottratta ogni dignità, quando le si costringe ad essere sputtanate davanti a tutti per una manciata di euro in un'età della vita nella quale dovrebbero godersi in pace gli ultimi anni, significa che abbiamo perso.
Il resto è il solito cumulo di chiacchiere da quattro soldi.

Questo post è stato pubblicato il 13 maggio 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

15 Responses to “Quando si arriva a questo”

  1. ECCO DOVE CI STA TRASCINANDO L CLASSE POLITICA,VERGOGNA A LORO E A CHI ANCORA LI VCOTA,E QUESTA E' SOLO LA PUNTA DELL'ICEBERG,MA RICORDATEVI,POLITICI DI MERDA ANCHE IL TITANIC E' AFFONDATO ATTENTI ALLE VOSTRE SPSLLE LA GENTE S'E' ROTTA LE PALLE E POTREMMO DIVENTARE PERICOLOSI11111111111111111111111111111111111

    RispondiElimina
  2. Penso che la nostra societa', ,fondata sul denaro,sia quella piu' degradata e degradante.Quando si assurge a valore unico il denaro e si tramuta l'uomo in merce è la fine.

    RispondiElimina
  3. immagino l'umiliazione di questa donna...

    comunque credo che anche la mamma che veste i suoi bambini andando al mercato delle pulci sia un dato significativo...

    RispondiElimina
  4. 730 miliardi di euro per salvare l'Europa saltano sempre fuori. Cosa voglia dire "salvare l'Europa" non l'ho ben capito. Ma se c'è qualcuno che regala centinaia di migliaia di euro per acquisti immobiliari mi toccherà chiedere a lui

    RispondiElimina
  5. Niente male per una crisi economica percepita solo mentalmente, e per una economia solida. Niente male davvero.

    RispondiElimina
  6. Io qualche tempo fa ho fatto finta di non vedere una vecchina minuscola che, al mercato, ha infilato un sacchetto di patate direttamente nella sporta con le ruote...ed anche il proprietario del banco degli ortaggi ha fatto finta di non vederla...ma la crisi non esiste...è un'invenzione della sinistra...=(

    RispondiElimina
  7. Era proprio necessario chiamare una pattuglia della polizia? Treviso eh. e si sa che una vecchietta è pericolosissima, metti mai che sia armata!.episodi come quello raccontato da Daniela ne vedo di continuo,come vedo sempre più persone che "ripassano "cassonetti e gli avanzi delle bancarelle e non sono solo anziani.

    RispondiElimina
  8. Ciao Daniela,

    E' vero quello che dici ? Oddio, che tristezza soprattutto per le persone anziane che sono le piu vulnerabili. Molto generoso il comportamento del proprietario del banco ortaggi che ha capito la situazione.

    Che barbarie comunque.

    RispondiElimina
  9. Ricollegandoci ai fatti di cronaca recente, gli immobili in zona colosseo, etc ed altri soggetti ad indagine delle procure, una volta accertati i reati non sarebbe il caso di sequestrarli e venderli ?

    Quel maiale di scajola sguazza nel fango di un "ammezzato" di 250 metri quadrati del valore di svariati miliardi di lire.. e una povera pensionata deve fare letteralmente la fame fino al punto da rubare al supermarket o ravanare nella spazzatura per una scorza di patata ?

    RispondiElimina
  10. Consiglio anche la visione del seguente contributo video :

    http://www.youtube.com/watch?v=axlKWJ_mrDw

    "Signore e signori buonanotte - Pensionato"

    RispondiElimina
  11. Vedo sempre più persone rubare al super o aprire i cassonetti. Vedo padri di famiglia che stanno facendo di tutto per riuscire a mantenere i figli. Un padre separato mi ha offerto di comprare la sua macchina ad un prezzo ridicolo perché è disoccupato ed è in arretrato con gli alimenti per il figlio. Ha 53 anni e per ora vive a casa di un nostro comune amico, sentendosi meno di una merda perché non riesce nemmeno a contribuire alle spese. E quante altre storie... E se ci dessimo un po' da fare ognuno nel suo piccolo? Il volontariato forse potrebbe aiutare un pochino chi è in difficoltà. Trovare qualche momento da dedicare agli altri?

    RispondiElimina
  12. ... ci hanno insegnato la meraviglia verso la gente che ruba il pane. Ora sappiamo che è un delitto non rubare quando si ha fame ...
    F. De Andrè

    RispondiElimina
  13. C'è un errore clamoroso nel titolo del Gazzettino: "non è stata denunciata".
    Andrebbe corretto in questo modo: "non è stata ancora iscritta nel registro degli indagati".
    In Italia esiste l'obbligo dell'azione penale e il furto al supermercato è furto aggravato (oggetti esposti alla pubblica fede), non semplice, per cui si procede d'ufficio... con molta calma, quando i riflettori si sono spenti e tutti si sono dimenticati della vecchietta.

    Questo episodio mi ricorda un messaggio apparso su un forum legale: i genitori di una ragazzina che aveva fatto una bravata, ovvero aveva tentato un microfurto al supermercato erano stati chiamati dai carabinieri, che li avevano tranquillizzati, dicendo "tanto non succederà nulla! non c'è la querela del supermercato".
    Dopo mesi è arrivato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari per furto aggravato, in virtù dell'obbligo dell'azione penale quando si procede d'ufficio...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post