Inventa tu la prossima scusa: un esperimento di scrittura partecipativa

Ricapitoliamo:

  • Claudio Scajola afferma che se Anemone ha sborsato 900.000 euro per contribuire a comprargli l'appartamento lo ha fatto a sua insaputa;
  • Francesco Pittorru ammette di aver ricevuto 800.000 euro da Anemone per l'acquisto di due immobili, ma sostiene che si trattasse di un prestito, anche se purtroppo in Sardegna gli hanno rubato le ricevute che provavano la restituzione.
Vi confesso che per qualche secondo ho accarezzato l'idea di confezionare un bel generatore automatico; poi, però, ho pensato che sarebbe stato molto più divertente lanciare un vero e proprio esperimento di scrittura partecipativa.
Ragion per cui, vi invito tutti ad inventare voi stessi la prossima scusa e a scriverla nei commenti: quando ne avremo messe insieme abbastanza vedrò di farne qualcosa di divertente.
Per dare il buon esempio, vi propongo la mia scusa personale:

E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro, ma glieli avevo vinti a Monopoli; purtroppo però non posso dimostrarlo perché il cane si è mangiato tutte le casette scambiandoli per pistacchi, di cui è ghiotto.

Allora, che aspettate? Resto in trepida attesa dei vostri contributi.

Questo post è stato pubblicato il 12 maggio 2010 in ,,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

45 Responses to “Inventa tu la prossima scusa: un esperimento di scrittura partecipativa”

  1. ok lo ammetto, un mese fa mi sono trovato sul comodino le chiavi di un piede-a-terre in Piazza Maggiore a Bologna, ma pensavo solo di aver vinto ad una pesca miracolosa alla quale partecipai ad una festa dell'Unità nel 1976 !!!

    RispondiElimina
  2. Anemone era a cena a casa mia, traballava il tavolo e quindi, molto cortesemente, ha infilato sotto alla gamba zoppa 500.000 euro.

    RispondiElimina
  3. Credo vinca John Belushi (cambi qualche parola ed è fatta):

    Ahhhh!!! Ti prego non uccidermi! Ti prego non uccidermi. Lo sai che ti amo baby, non volevo lasciarti, non è stata colpa mia... Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra, non avevo i soldi per prendere il taxi, la tintoria non mi aveva portato il vestito. C'era il funerale di mia madre. È crollata la casa. C'è stato un tremendo terremoto, un'orrenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia, lo giuro su Dioooo!

    RispondiElimina
  4. E' vero, Anemone mi ha dato una somma di denaro, ma pensavo si trattasse di sesterzi rinvenuti nel Colosseo; purtroppo però non posso dimostrarlo perché dopo tanti secoli, a contatto con l'aria si sono arruginiti all'istante e volatilizzati.

    RispondiElimina
  5. Mi sono messo d'accordo con Anemone, lui pagava 900000 euro per comprarmi la casa. Però pensavo di essere in un sogno....

    RispondiElimina
  6. ma in casa di Anemone non ci abita il Pesce Pagliaccio?

    RispondiElimina
  7. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro, ma io avevo lavorato per lui scaricando mattoni dal camion. Tanto che poi, per il mal di schiena, ho dovuto ricoverarmi in una clinica di Angelucci che se lo intervistate può confermare tutto. Ed allora ho chiesto al mio amico Ciarrapico se mi offriva uno spazio su uno dei suoi giornali per ringraziare entrambi pubblicamente ma poi mentre mi recavo nel suo ufficio un radicale mi si è sdraiato davanti e non sono arrivato in tempo...

    RispondiElimina
  8. Certo, Anemone mi ha dato 800.000 euro, ma li dovevo versare per suo conto ad una fondazione benefica di prossima realizzazione, di cui sono il presidente a mia insaputa.

    RispondiElimina
  9. una mattna mi sono svegliato con un forte mal di testa e l'odore acre di alcool su tutti i miei vestiti. Mi trovavo in un mezzanino di appena 180 mq davanti al colosseo. Da allora nessuno mi ha più chiesto di andarmene. Durante la sbornia credo anche di avere speso molti soldi (circa 600000 euro) e firmato qualche pezzo di carta, ma non ricordo affatto.

    RispondiElimina
  10. lo ammetto, Anemone mi ha dato 900.000 euro, ma me li doveva perchè avevamo fatto una scommessa sul numero di pisellini primavera contenuti in un mezzanino vicino al Colosseo...lui ha perso, ma capirete sicuramente che non posso dimostrarvelo!

    RispondiElimina
  11. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro per la casa, ma lo ha fatto per dispetto, per mostrare che non avevo abbastanza soldi per comprarmela da solo; purtroppo però non posso dimostrarlo perché eravamo in aereo sulle Ande, l'aereo è precipitato e per sopravvivere abbiamo dovuto mangiare le ricevute.

    RispondiElimina
  12. Sì, Anemone mi ha dato un milione di euro ma dovevo scommetterli per lui sulla vittoria di Emanuele Filiberto al festival di Sanremo. Purtroppo non posso provarlo perché la ricevuta è caduta in uno dei laghi di Scanu.

    RispondiElimina
  13. si è vero, l'ho fatto perche adoro i suoi occhi e il suo sguardo. Era il nostro segreto e voi avete rovinato tutto, maledetti!!

    RispondiElimina
  14. Anemone è un benefattore e siete tutti degli ingrati! Io ho debiti con tutti i negozi di roma a lui li paga ogni mese con centinaia di migliaia di assegni circolari da 9 euro l'uno a mia insaputa... ma non posso dimostrarlo perchè lo fa a mia insaputa!

    RispondiElimina
  15. 1 - Da anni aspettavo che il topolino mi portasse i soldini dell'ultimo dente da latte; Anemone mi ha detto che il povero animale aveva avuto la delicatezza di saldare gli arretrati, direttamente sotto il cuscino del notaio.

    2 - Il giorno prima al bar, Anemone mi ha detto "Caffè grazie, ma il prossimo però lo pago io!" quindi il giorno dopo dal notaio non ha voluto sentire ragioni: ha dovuto farlo pagare lui. Il prossimo caffè però, lo pago io.

    3 - Un terzo Cash e due terzi Anemone, pensavo il notaio parlasse di Daikiri.

    RispondiElimina
  16. Dunque... è una storia lunga. Il mio bis-bisnonno aveva un orto e vendeva le verdure ai vicini. Un antenato di Anemome comprava da lui e faceva mettere in conto. Quando, alla fine dell'estate, il mio bis-bisnonno è andato a chiedergli i soldi dei pomodori, delle zucchine e delle melanzane (6 + 3 + 5 = 14 kg)che gli aveva consegnato, l'antenato di Anemone non aveva soldi e così ha firmato un pagherò. Poi il mio bisbisnonno ha nascosto il pagherò nel cassetto segreto della cassapanca che teneva in camera da letto, senza però dirlo a nessuno.
    L'anno scorso abbiamo fatto restaurare la cassapanca ed è saltato fuori il pagherò. Calcolando gli interessi composti, il totale veniva 900.000 euro. Non posso dimostrarlo perché il pagherò, come si usa dalle nostre parti l'abbiamo bruciato a debito saldato.

    RispondiElimina
  17. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 mila euro, erano per andargli a prendere un cornetto al bar, ché gli era venuto un languorino da mezza mattinata. Mi aveva chiesto di portargli il resto, ma essendo io abituata a fare la cresta dai tempi del borsellino di mia madre, ho intascato i restanti 899.999,40 e gli ho raccontato una scusa. Oh, c'ha creduto, non me li ha chiesti più! ...che sagoma, 'st'Anemone!

    RispondiElimina
  18. Astrofisici naturalisti complottando con quelli peripatetici hanno montato la vicenda dei soldi prestatimi da Anemone in quanto a Palo Alto la densità abitativa risulta compromessa dalle vaste aree brulle che crea un aumento del tasso di invidia da parte di questi scienzati che altro non han da fare che diffamare i mezzanino-tenenti onestamente operanti nell'interesse pubblico italiota e che d'improvviso si ritrovano case intestate senza averle mai richieste.
    Ed ora, se permettete, caminetto!

    RispondiElimina
  19. Allora avevo un secondo lavoro, perchè il mio stipendio di parlamentare non mi bastava, e facevo il benzinaio. Allora Anemone pagò 15 euro di GPL e 900000 € di mancia. Io gli chiesi se era sicuro, ma lui mi rispose che seguiva il dogma di San Francesco, e voleva liberarsi dei beni terreni

    RispondiElimina
  20. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro quando, con i nostri nipoti, siamo andati in gita allo zoo di Fasano. Con i soldi ho comprato i ghiaccioli al limone per i bimbi, una cedrata, un chinotto e due caffè. Purtroppo però non posso dimostrarlo perchè con lo scontrino, appallottolato, ho colpito una turista di Benevento usando la cannuccia come cerbottana.

    RispondiElimina
  21. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro ma non per la casa bensì per comprare un uovo. Perché nella misura in cui l'uovo ha toccato vertici da capogiro fagocitando l'inflazione secondo la logica alienante del consumismo, a monte nascono tutta na serie di problemi gravissimi... se te voi comprà un uovo oggi bisogna che prima te trovi un socio, così uno se mangia il rosso e l'altro se beve la chiara. Così il Problema diventa di massa, e la massa che cos'è ?.... La massa so un sacco de gente, la massa sono tanti, e il problema diventa sociale, dall'uovo se fa presto ad arrivà alla guerra atomica!!!!!!! Ma tu te rendi conto si che problema!!!

    RispondiElimina
  22. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro, me li ha prestati in effetti. comunque, ovviamente, li avrei restituiti a sua insaputa.

    RispondiElimina
  23. si, e' vero mi hanno regalato 900,000 € me li ha dati un tizio vestito di rosso con una lunga barba bianca...

    RispondiElimina
  24. Confermo, io non ero al corrente! Mi hanno messo in mezzo Anemone e Company, probabilmente per tenermi sotto scacco al momento del bisogno.Un ministro ricattabile, impreparato e coglione vale altro che 900.000 euro in affari...

    RispondiElimina
  25. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro, ma li ho devoluti ad una parrocchia; purtroppo però non posso dimostrarlo perché il parrocco li ha usati per comprare il silenzio delle famiglie di qualche bambino abusato.

    RispondiElimina
  26. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro, ma se si dovessero scatenare tutte queste polemiche ogni volta che uno vince a fantacalcio, non si parlerebbe più di nient'altro sui giornali.

    RispondiElimina
  27. E' vero, Anemone mi ha dato 900.000 euro,ma quei soldi erano miei. Erano,infatti, il resto che m'ha dato alla cassa del Bar della Camera dove avevo invitato Anemone per un caffè e siccome avevo una banconota da €900.002, il resto l'ho fatto raccogliere da lui che io non avevo tempo da perdere con tutte le responsabilità che ho, spiccioli che poi Anemone m'ha restituito davanti al Notaio per sicurezza.

    RispondiElimina
  28. E' vero, Anemone mi ha dato 900mila euro: era il compenso per una notte d'amore. Purtroppo però non posso dimostrarlo: devo aver perso la fattura rilasciatami dopo la prestazione tra le lenzuola del letto di Putin.

    RispondiElimina
  29. sono il divo Claudio e ammetto che anemone mi aveva dato quei soldi lì di cui parlate ma mi servivano per bruciare roma e tutti i ladroni che ci vivono, sapete nome omen

    io sono francesco e "il mio capo il mio capo mi ha salvato...lì ci sono i giochi se vuoi puoi giocare (trallalalalala) e io ho giocato con i soldi che aveva nel cassetto ma non posso provare niente perchè è tutto andato distrutto nell'incendio che ha appiccato il Claudio!!

    RispondiElimina
  30. Prima di tutto devo chiarire una cosa e per farlo devo rivelare un segreto di famiglia, fonte di grande dolore per me e per tutta la dinastia Scajola.
    Ho un fratello gemello da cui fui separato alla nascita.Di lui si perse ogni traccia.
    Finchè casualmente,pochi anni fa,ci ritrovammo a Roma.
    Doveva essere una grande gioia e invece...da allora ha iniziato a perseguitarmi.
    E' un malavitoso,ricercato da anni in tutto il sudamerica.
    Essendo indistinguibile da me ha iniziato a sfruttare il mio nome per i suoi loschi traffici:è lui che viveva in quell'appartamento e sempre lui che ha ricevuto i soldi da Anemone.Io andavo solo ad annaffiargli le piante,sotto minacce.
    Questa è la verità.E' lui che dovete cercare.

    RispondiElimina
  31. E' vero, Anemone mi ha dato il suo bancomat, ma dovevo solo custodirlo mentre portava il cane a fare i bisogni; purtroppo nel frattempo mio figlio, giocando, ha inserito la carta nel bancomat che sta dietro l'angolo e tirando totalmente a caso ha azzeccato il codice segreto. A quel punto ha digitato il mio numero di cellulare pensando che fosse un telefono e così si spiega il versamento sul mio conto di +3934065732*** euro. Purtroppo non posso dimostrarlo perché Anemone raccolse i bisognini del cane proprio con la ricevuta.

    RispondiElimina
  32. Anemone, i 900mila euro, la casa e le sorelle papa sono solo una metafora ermetica utilizzata dal ministro Bondi in alcuni sonetti dedicati a Guido Bertolaso. Sono tranquillo, chiarirò tutto al salone del libro di Torino.

    RispondiElimina
  33. E' vero mi hanno prestato quei soldi a mia insaputa ma è tutta colpa di quello là, che ha parlato con l'altro per quell'affare di quel posto e non essendo andato in porto ha pensato bene di di spostare quell'aggeggio dall'altra parte così l'altro tipo, se il tizio che cosava non lo sapeva, poteva farlo senza essere cosato, d'altra parte si sa che lui fa sempre così anche quando lei gli agli altri di non farlo sebbene l'altro dica di non sapere quale cosa fosse stato aggeggiato da quello alto che aveva appena litigato con quello alto ma un poco meno, ma non quello che pensate voi, che è quello alto ma non torppo ma l'altro ancora che è abbastanza alto ma non troppo anche se è sempre più alto dell'altro ancora ancora che cosa tutte quelle faccende con quei tizi famosi!

    RispondiElimina
  34. In realta' l'ex ministro scajola aveva scritto una letterina a babbo natale esprimendogli il desiderio di avere un ammezzato di 200 metri quadri di fronte al colosseo, una richiesta umile e modesta, brunetta avrebbe chiesto direttamente il colosseo. Santa claus commosso di fronte allo spirito di cotanta umilta' ha incaricato un suo piccolo aiutante Anemone affinche' lo aiutasse di nascosto a realizzare il suo piccolo desiderio. Ed il piccolo scajola visse da quel momento in avanti felice e dimissionato.

    RispondiElimina
  35. E' vero: Anemone fu così gentile da offirmi una caramella un giorno che avevo un gran mal di gola a seguito di una lezione ad un corso di formazione x euroveline. Non ci crederete mai: l'involucro della caramella era una banconota da 900.000 euro! La ricevuta era dentro la caramella, ma ovviamente me ne sono accorto solo dopo averla ingoiata......

    -Valentina Rosselli-

    RispondiElimina
  36. francesca-barbagallo12 maggio 2010 22:31:00 CEST

    mi hanno comprato casa a mia insaputa,ero convinto di averla pagata io, l'ho scoperto dai giornali,mi sento moralmente vicino a B. quando scoprì che non era il suo fascino a conquistare..che delusione!!adesso sono in cura dallo psicologo, ho perso il senso della proprieta, sto sempre alla ricerca di fatture scontrini...

    RispondiElimina
  37. E' vero Anemone mi ha dato 900.000 Euro. Li ho vinti tutti a Sette e mezzo. Purtroppo non posso dimostrarlo perchè me li ha dati in banconote da 3 euro che, successivamente, si sono dimostrate fasulle.

    RispondiElimina
  38. E' vero Anemone mi ha dato 900.000 euro. Li ho vinti a Ruba Mazzetto. Non posso dimostrarlo perchè il terzo segreto di Fatima dice che non devo.

    RispondiElimina
  39. E' vero Anemone mi ha dato 900.000 euro. Li ho vinti a "chi fa pipì più lontano". Non posso dimostrarlo perchè ho successivamente usato le ricevute per fare disegnini osceni durante le riunioni più noiose.

    RispondiElimina
  40. E' vero, ma i 900.000 euro erano in realtà solo 9: ho acclarato che il gatto e la volpe mi avevano detto di seppellirli nell'acquario, proprio sotto l'anemone, che il giorno dopo si sarebbero moltiplicati. Poi la fatina buona me li ha trasformati in 80 assegni, più comodi da portare, e non ha voluto nessuna ricevuta anche se ho insistito tanto, ma si sa, le fatine mantengono l'anonimato.

    biglombo

    RispondiElimina
  41. Va bene...ammetto ke ho ricevuto denaro dal signor Anemone in questione ma non sapevo fosse lui in quanto il suddetto era vestito da donna,indossava tacchi da 12,tutina in latex e calze a rete ed era pesantemente truccato...
    Quel denaro era semplicemente il resto per il servizio svolto per me dal suddetto [servizio sulla cui natura sorvolo in quanto non inerente ai fatti all'indagine] poichè non avevo 100.000 euro spiccie ma solo 1 banconota da 1.000.000...

    RispondiElimina
  42. Ero veramente deciso a prendere provvedimenti perchè i mie vicini quando uscivano non chiudevano mai le porte!!!
    Poi sai cosa vengo a scoprire? Che dei manigoldi a me sconosciuti mi avevano comprato di nascosto una casa di fronte al Colosseo.

    RispondiElimina
  43. Anemone paga, Anoimone i ne la conta Uun triestino a bologna)

    RispondiElimina
  44. Anemone mi voleva regalare Balotelli. Ma io temo la svalutazione ed in cambio mi ha dato 900000 euro

    RispondiElimina
  45. No, è che era il mio complemese, io ci tengo molto ed ero triste perchè nessuno se ne ricordava...Vi devo ringraziare, adesso sò che Anemone se ne era ricordato!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post