Eccolo, il motivo

State a sentire cosa scrive Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, a Gianfranco Fini:

Caro Presidente, non finiremo mai di ringraziarla: il suo sostegno è stato di grande aiuto per la nostra faticosa e dolorosa ricerca di verità e giustizia per la morte di Stefano. Ma se non avesse visto quelle terribili foto di Stefano che hanno tolto il fiato alle coscienze di tutti, non avrebbe potuto mai comprendere le condizioni terribili in cui ha lasciato la vita. 'Morte naturale'! Non avrebbe potuto percepire la profonda falsità e ipocrisia della verità ufficiale.
Siamo cattolici e osservanti di fede, di idee moderate vicine al centrodestra. Ma non comprendiamo perché debba essere impedito, al cittadino che subisce un sopruso così grande dal potere dell'Autorità, di denunciarlo ed anche di provarlo registrandolo dal vivo, quando altrimenti mai sarebbe ascoltato, o peggio creduto. Confidiamo in lei affinché ciò che è stato consentito fare a noi non venga impedito ad altri. Francamente, non ne comprendiamo proprio il motivo.
Ammesso che fino ad oggi sia stato facile (e noi sappiamo bene che non lo è stato affatto), dopo l'approvazione del ddl intercettazioni sarà ancora più difficile (per non dire impossibile) che vicende come quella di Stefano Cucchi vengano alla luce, e le uniche verità che potranno emergere saranno quelle non sgradite al regime: le verità ufficiali, false e ipocrite, di cui parla Ilaria.
Come motivo mi pare più che sufficiente, o sbaglio?

Questo post è stato pubblicato il 31 maggio 2010 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “Eccolo, il motivo”

  1. Basta e avanza di certo... Il ddl causerà danni irreparabili ad una giustizia già martoriata di suo...

    RispondiElimina
  2. Cara ipocrita Ilaria Cucchi , se sei vicina al centrodestra piuttosto piangi te stessa che voti coloro i quali poi fanno queste leggi, piuttosto che lamentarti. Sembra che mi ritrovo in una nazione di riconglioniti, in cui solo quando certe politiche toccano direttamente l'individuo allora si abbaia alla luna. Io non ho piu' compassione per chi,come te, va ad ingrossare la massa di BErluscones e poi quando le decisioni di chi si vota non vanno bene ci si appella al presidente della Camera.

    RispondiElimina
  3. Che strano. Da metilparaben mi aspettavo almeno un post sull' aggressione parafascista di israele ai danni della ong

    http://www.agi.it/cronaca-2010/notizie/201005311504-cro-rt10194-blitz_israeliano_contro_flottiglia_umanitaria_per_gaza_e_strage

    RispondiElimina
  4. Stefano è andato in carcere per una legge del centrodestra.
    E' stato picchiato da poliziotti del centrodestra.
    E' stato profanato dalle parole di politici del centrodestra.
    La giustizia è stata ostacolata da politici del centrodestra.

    E Ilaria Cucchi è vicina al centrodestra.
    Fosse stata più vicina, avrebbero preso lei invece del fratello.

    sono con giacinto: se nemmeno ammazzarti per goduria il fratello ti fa cambiare orientamento, è meglio che sparisci, per il bene dell'umanità.

    RispondiElimina
  5. sono assolutamente basito ... e quoto jinocchio e giacinto2000 in toto, l'infatuazione dell'italiano medio per il "centrodestrismo", che invariabilmente scivola verso il fascismo di stato nei vari periodi storici, e` quello che ha consegnato, oggi, l'italia a questa gentaglia, eppure l'italiano medio, tutto di un pezzo, insiste

    continuo ad essere indignato e addolorato per la vicenda di stefano, ma questa lettera ha un sapore veramente kafkiano

    bah, l'italiano e la sua "sindrome dello schiavo" ...

    RispondiElimina
  6. Per correttezza di analisi voglio aggiungere la possibilità che Ilaria Cucchi non sia affatto di centro-destra ma che abbia fatto finta solo perché stava scrivendo a Fini, e abbia provato a lisciargli il pelo.
    Altrimenti vale quanto detto: meglio che sparisca nel nulla.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post