I bimbi più belli e sensibili

Se li sceglievano con cura, nel seminario di Sarzana: belli, sensibili e soprattutto poveri:

Sapeva scegliere i bimbi più belli e sensibili, dai ribelli si teneva alla larga. Iniziò con carezze e discorsi sulla sessualità.
(...)
Veniva a prendermi a casa e mia madre era contenta. Aveva una Fiat Topolino e mi portava a Livorno, al mercatino americano. Nella pineta di Viareggio provò ad avere dei rapporti completi ma io rifiutai. Mi costrinse invece a masturbarmi alcune volte. Ma ad altri ragazzi del seminario andò molto peggio.
(...)
Di notte girava nelle camerate, ci sollevava le coperte e guardava o toccava fra le gambe. Ricordo con ansia alcune volte che mi capitò ed ero sveglio. Stavamo tutti in silenzio per la paura.
(...)
Durante la cena parlai con un tono ritenuto troppo alto e dovetti trascorrere tutta la notte all'aperto, in ginocchio.
(...)
Eravamo figli di famiglie che sopravvivevano a fatica e allora approfittare di questa condizione di inferiorità è ancora più da vigliacchi.
Insomma, un quadretto davvero edificante.
E poi insistono che il problema sarebbe il veleno dei laicisti che ce l'hanno con la Chiesa.

Questo post è stato pubblicato il 06 maggio 2010 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

15 Responses to “I bimbi più belli e sensibili”

  1. è ancora più nauseante da parte di chi ritiene di poter fare la morale agli altri, dicendo ciò che è giusto è ciò che è sbagliato.. la chiesa è un pò come lo stalinismo, tanto, ma tanto diversa dai suoi princìpi ideali....
    http://www.trueagora.splinder.com/

    RispondiElimina
  2. anch'io ho conosciuto un prete tentatore, il diavolo in persona per la sua adulazione nei confronti di noi bambine di soli 6 anni. Ne sono rimasta segnata anche per la sua espressione maligna, tronfia di soddisfazione per aver infranto l'innocenza solo con le parole.
    E le parole a volte arrivano là dove i gesti non riescono...

    RispondiElimina
  3. Premetto che sono stato in collegio per 14 anni, i primi 8 li ho passati in un orfanotrofio gestito da preti e suore...
    Capirete che questo genere di cose non mi stupisce per niente...
    La cosa veramente che mi fa più rabbia è la generale ipocrisia che avvolge l'essere umano... Abbiamo dovuto aspettare sino ad oggi per far venir a galla certi scandali, che non riguardano solo la Chiesa...

    RispondiElimina
  4. e ti sorprendi che cercassero i più poveri? il vangelo non diceva forse che gli ultimi saranno primi? :)))

    RispondiElimina
  5. Che lurido pezzo di merda.. ma questa gentaglia qua.. tutti casi isolati naturalmente .. centinaia di casi isolati, migliaia di casi isolati... ma non fanno meglio a togliersi la tonaca che imbrattano con i loro luridi comportamenti contro i bambini e messasi la proverbiale macina al collo vadano a gettarsi a mare ?

    In generale sono contro la pena di morte, ma nel caso di questi preti pedofili ed ipocriti del cazzo quasi quasi ... bisognerebbe reintrodurla.

    RispondiElimina
  6. Poi il dettaglio raccapricciante di andare a cercare e colpire i bambini piu' deboli, poveri.. che razza di sciacalli !! IN GALERA !!

    RispondiElimina
  7. Esseri spregevoli, immondi, tanto più esecrabili in quanto approfittano della debolezza e del bisogno altrui.

    RispondiElimina
  8. questi in galera,ok. Ma non sarebbe l'ora che la Chiesa smettesse di coprire quelli che continuano adesso a farle, queste cose? Che la smettesse di spostarli semplicemente che così vanno a fare danno da qualche altra parte? Cert sarà difficile scrollarsi di dosso l'ipocrisia secolare di un "credo" che, per quanto mi riguarda, è nato al solo scopo di giustificare il dominio di alcuni su altri più deboli.

    RispondiElimina
  9. Comunque ragazzi, diciamo che la chiesa cattolica oramai ha un tale danno di immagine.. direi devastante...da aver raggiunto un livello di credibilita minimo, prossimo allo zero.. non credo che possano recuperare a meno che non mettano in atto soluzioni radicali agli enormi problemi legati a queste situazioni assurde di abusi sui minori. Si sono legati la pietra al collo.

    RispondiElimina
  10. Avete scoperto l'acqua calda.
    C'è una vigliaccheria insita nei prevaricatori, in tutti i prepotenti,ma secondo voi queste persone hanno coraggio?secondo voi hanno coraggio gli stupratori in genere?Avete mai avuto notizia di qualcuno che abusasse di più forti di lui? ma per favore..i bambini sono per definizione belli deboli e indifesi (come tutti i cuccioli ),poveri ancora meglio c'è la connivenza di famiglie disperate..Questo post non aggiunge nulla che non sia già stato detto, i ragazzini sordomuti, gli orfani.. ma quasi tutti i ragazzini che vanno in seminario sono poveri,cazzo!!! Abbiamo capito che si tratta di spregevoli esseri merdosi ecc. ma basta, qualcosa di costruttivo, no? Ma tutti buoni a far passare aria tra i denti senza una minima idea di che fare? ma che rottura di coglioni, cominciate ad alzare il culo dalle sedie,che ci sono un sacco di esserini dietro l'angolo delle vostre case che hanno bisogno , facile dire in galera! ma per favore…
    e che cazzo me ne frega del "danno di immagine" della chiesa.. e lo si sa da tempo! Ma poi di quale immagine? Qualcuno me lo spieghi, con parole semplici, che sono una donna,appartengo alla categoria delle stuprate, picchiate ammazzate per futili motivi,quindi stupide.

    RispondiElimina
  11. Approposito,perchè non fare un post dedicato alle donne ammazzate?
    In fondo si sposta solo l'obiettivo,ma sempre di uomini (non mi risultano preti o sbirri donne) si tratta; le vittime sono belle docili povere sensibili e.. deboli fisicamente, come i bambini,no?

    RispondiElimina
  12. Fizzi, scusa ma il tuo è solo benaltrismo. Usando il tuo metodo si potrebbe sempre dire che ci sono categorie di persone più maltrattate, che stanno peggio ecc. Le donne stuprate? E tutte le donne che stanno morendo di fame nel Terzo Mondo? E così via...
    Cosa vuol dire "qualcosa di costruttivo"? Denunciare queste cose è costruttivo in un'Italia che fa finta di niente e in cui la Chiesa continua ad avere un potere politico, economico e sociale immenso.
    Angelone

    RispondiElimina
  13. Anonimo neologista... questa del "benaltrismo" mi giunge nuova.

    RispondiElimina
  14. Caro Metil2,
    Non è un'invenzione mia. Si usa per indicare il tipo di argomento che dice più o meno "sono ben'altre le priorità". Tipo quando si discute di diritti civili dei gay e ti dicono "ma pensiamo piuttosto ai disoccupati". E poi se parli dei disoccupati "ma pensiamo piuttosto ai precari" e via dicendo. In questo caso si parla di bambini violentati e si dice "pensiamo piuttosto alle donne violentate".
    Angelone

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post