La presente viene inviata a nome delle famiglie di Rom italiani...

La presente viene inviata a nome delle famiglie di Rom italiani che da oltre 20 anni abitano nel campo comunale di via Idro 62. Dal maggio dell'anno scorso si parla dello sgombero del nostro campo, ma in tutto questo tempo nessuno ci ha mai detto quando e come sarebbe avvenuto lo sgombero, e soprattutto quale sarebbe stato il nostro destino, di cittadini italiani che in questa zona risiedono, lavorano, mandano a scuola i figli.
Questa mattina si sono presentati i vigili, notificando ad una ventina di famiglie (la quasi totalità del campo) un vero e proprio avviso di sfratto, esecutivo entro 48 ore.
Difatti, in base ad una interpretazione del "Regolamento delle aree destinate ai nomadi nel territorio del Comune di Milano" [art. 12 par. a)], consegnatoci l'anno scorso, chi ha commesso reati perde "l'autorizzazione all'ammissione e permanenza" nel campo e "l'assegnazione del modulo abitativo", e con lui tutto il nucleo famigliare.
  Questo Regolamento è stato oggetto di diverse contestazioni, sia a livello italiano che da parte della Comunità Europea. Nessuno di quanti hanno ricevuto la notifica si è mai macchiato di reati particolarmente gravi, trattasi in buona parte di reati giudicati sospesi o di accattonaggio. A qualcuno vengono addirittura contestati reati commessi negli anni '70. Reati comunque antecedenti l'entrata in vigore di questo regolamento.
E' una misura a nostro giudizio crudele e ingiusta, soprattutto quando riguarda tutto il nucleo famigliare. I nostri bambini hanno appena ricominciato l'anno scolastico. E' lesivo dei diritti fondamentali della persona.
Noi, cittadini italiani, non abbiamo alcun posto dove andare, né riusciremo a trovarlo in 48 ore. A meno di non doverci accampare per protesta davanti a Palazzo Marino o alla Casa della Carità.
Le famiglie del campo comunale di via Idro 62
Per informazioni: info@sivola.net

Questo post è stato pubblicato il 25 settembre 2010 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

22 Responses to “La presente viene inviata a nome delle famiglie di Rom italiani...”

  1. Ci avete fatto le palle piene di queste boiate sugli zingari !!! Lo volete capire che NON CI PIACCIONO !! e non ce li dovete far piacere per forza !!
    ancora più forte:
    GLI ZINGARI NON CI PIACCIONO !!!! CI FANNO SCHIFO !!

    RispondiElimina
  2. Come suonerebbe, invece, detto così?

    "Ci avete fatto le palle piene di queste boiate sugli EBREI!!! Lo volete capire che NON CI PIACCIONO !! e non ce li dovete far piacere per forza !!
    ancora più forte:
    GLI EBREI NON CI PIACCIONO !!!! CI FANNO SCHIFO !!"

    Personalmente mi fanno schifo gli approfittatori, i corrotti, gli intrallazzatori e tanti altri, ma questo (beh, in una democrazia...) non permette a me e a nessuno di "cacciarli". Chi ha commesso reati, paghi.

    Certo, come sarebbe bella e spaziosa, l'Italia, senza criminali!

    Mark

    RispondiElimina
  3. @anonimo, quanti anni hai? neanche un 14enne coi brufoli indeciso tra l'essere adulto o rimanere bambino è capace di tanta inutile rabbia.
    capisco che la tua vita sia così insulsa da non avere altro per sfogare la tua rabbia che prenderla con i Romani (zingari è un termine che non esiste, lo sapevi? un po come la Padania, è un'invenzione mediatica)
    immagino che tu abbia subito chissa quali soprusi direttamente da loro (spero qualcosa di più grave che non vederli in giro per le strade a mendicare...) o che effettivamente ritieni che la tua esistenza possa all'improvviso trovare significato prendendotela con loro
    in ogni caso, rilassati anzi rassegnati, non è con la pulizia etnica che risolverai i tuoi problemi (mi dispiace)
    buona maturazione

    RispondiElimina
  4. io ho subito furti in casa continui da zingari; l'ultima volta li ho sopresi ed erano minorenni ed uno di loro aveva un coltello lunghissimo e mi si è scagliato contro. Mi sono difeso con una sedia che gli ho rotto addosso. Venuta la polizia, non lo ha neanche arrestato. La mia compagna è stata derubata in autobus dagli zingari, spacciano droga e sporcano tutto.
    Io non li considero esseri umani, ma bestie e per questo, vorrei che ci fosse una mano forte per risolvere definitivamente il problema. Sì un po' di durezza fascista in questi casi ci starebbe bene. Regole rispettate, certezza della pena, autorità presenti e ordine pubblico.
    Basta con queste frignate a favore di "gente" che non merita un cazzo !
    Ora se me ne capita uno a tiro e mi dà fastidio, sono pronto a scattare per ammazzarlo di botte, per dargli quelle lezioni che non solo si meritano ma che, per gente come voi che li difende, non hanno.

    RispondiElimina
  5. Un mio parente ha subito un furto ad opera di un uomo sui 35 anni, capelli ricci. E la mia macchina è stata rubata (l'ho visto, non potevo intervenire) da un uomo (un altro) della stessa età, anche capelli ricci.

    Io dico BASTA ai trentacinquenni con i capelli ricci, "Io non li considero esseri umani, ma bestie e per questo, vorrei che ci fosse una mano forte per risolvere definitivamente il problema. Sì un po' di durezza fascista in questi casi ci starebbe bene." (cit.)

    Sig. Anonimo, lei invoca certezza della pena, ma poi, forse per essere più certo, il primo sconosciuto che vede lo assale.
    Spero che lei non abbia 35 anni e i capelli ricci; e che non mi capiti davanti...

    Mark

    RispondiElimina
  6. a Mark: mi sa che a te non conviene capitarmi davanti....

    RispondiElimina
  7. Spero che uno zingaro stasera sodomizzi Capriccioli.

    RispondiElimina
  8. Beh! Bisognerebbe ragionare in maniera razionale e non ideologica.
    Il campo Rom crea problemi, perchè la maggior parte dei suoi residenti rubano per campare; e questo è un fatto, così come è un fatto che sporcano e degradano tutto il circondario.
    Poi sicuramente ci saranno dei Rom bravi e buoni ma non sono la maggioranza. Chi ha avuto la sventura di averli vicino sa di cosa parlo.
    Un paese civile ha il dovere di difendere i più deboli che in questo caso non sono I Rom ma gl'abitanti di estrazione modesta, spesso in periferie degradate costretti a conviverci a fianco.
    Poi è chiaro che il problema va risolto in maniera civile e umana, ma comunque di problema si parla.

    RispondiElimina
  9. Sig. Anonimo, cerchi di capire la mia ironia, invece di pensare a menare: anche questo è un reato, oppure contano solo quelli che fanno gli altri?

    Lei dice cose sensate, certezza della pena, regole rispettate, ecc. Ma allora se la prenda con la polizia: perché non lo ha arrestato? Se lei è certo della sua versione, faccia un esposto, una denuncia, insomma, chieda giustizia.
    Altrimenti va a finire all'italiana, e cioè: lottare contro la polizia o il potere costituito è una battaglia persa, tanto vale farsi "giustizia" da soli. Lei lo chiama fascismo, e invece è solo banale anarchia, nell'ancora più banale senso di "giungla".
    Si chieda invece chi, in alto, invece di garantire legalità e uguali opportunità per tutti, come è suo DOVERE, privi sempre più persone delle PRE-condizioni per vivere onestamente, e poi, a danno inevitabile avvenuto, sfrutta la situazione per metterci gli uni contro gli altri.

    Mark

    RispondiElimina
  10. Aggiungo e chiudo: uno dei problemi costitutivi degli italiani è pretendere sì diritti, ma mai per tutti, e solo "per noi", dove "noi" può essere noi italiani "veri", noi imprenditori, noi lombardi, noi eccetera, ma in OPPOSIZIONE agli altri.

    Cioè, noi sì, qualcun altro no.

    E questi però non si chiamano diritti, ma favori. Tutto il contrario della democrazia.

    Mark

    RispondiElimina
  11. Ca**o, mai nessuno che chieda con altrettanta foga un'espulsione in massa "fascista" di mafiosi, camorristi, politici corrotti, preti pedofili...

    Ma a voi fa male solo la rapina da 100 euro?
    E la Chiesa che evade legalmente, ogni anno, 2.000.000.000 di euro a TUTTI?
    Calcolando, ogni anno sono 35 euro a persona: in una famiglia da 4 sono 140 euro all'anno...

    Sempre Mark

    RispondiElimina
  12. Se i reati esistono e non risalgono agli anni settanta, allora è giusto. Così come sarebbe giusto buttare fuori a calci coloro a cui vengono assegnate le case popolari e poi, con stratagemmi illegali, vivono meglio di chi si fa il culo per comprare un bilocale.
    M.Pisanu

    RispondiElimina
  13. Mark hai frainteso, Anonimo non è parte di quella sottocultura che sa rispondere col pensiero alle violenze.
    magari chiedendosi chi dovrebbe assicurare la certezza della pena, oppure chi non ha costruito neanche un carcere in più, oppure ancora chidendo che poliziotti e CC si dedicassero di più al controllo del territorio (invece per esempio di preoccuprsi di perseguire il consumo di fumo....)
    Sai, anonimo non è di quelli che a violenza rispondono solo con la violenza (occhio per occhio, tipico dei bulletti 14enni).
    Lui è più avanti, lui è un uomo del fare, uno d'azione; devi pure stare attento che se gli passi davanti e non gli vai a genio......
    Insomma lui si distingue da quegli ignoranti di zingari, brutti sporchi e cattivi; quelli che siccome non hanno alternative, così per risolvere i loro roblemi, si danno da fare come possono, occhio che se gli passi davanti e non gli vai a genio.....

    ciao

    RispondiElimina
  14. Una volta col mio amico R. stavamo in macchina e vicino a Porta Nuova a Milano ne abbiamo tamponato due che stavano a chiedere l'elemosina al semaforo. Li abbiamo centrati in pieno.
    Una figata pazzesca!!

    RispondiElimina
  15. Ma vi rendete conto che scrivono questi qui sopra ?
    E li avete lasciati vivi ?
    Dovevate finire il lavoro: un bel passaggio sopra alla Pasolini !!!
    Klaus

    RispondiElimina
  16. naturalmente scherzo! Klaus

    RispondiElimina
  17. no, no.. dovevate finire il lavoro, 3 o 4 passate, avanti ed a retromarcia

    RispondiElimina
  18. Ma allora esistono anche gli zingari che lavorano? Che lavoro fanno gli zingari che lavorano? Che tipo di mestieri svolgono? Allora non è vero che vanno tutti a rubare? Quanto sarà alta la percentuale di ladri, spacciatori e criminali di vario genere tra i Rom? Perchè io la storia degli zingari che rubano e mandano i figli piccoli a rubare l'ho sentita anche da persone che non mi parevano affatto leghisti o di destra! firmato: Unavocechegridaneldessert

    RispondiElimina
  19. Leggendo certi commenti mi viene in mente una certa cosa che talvolta mi capita di calpestare per strada. Una sensazione sgradevole, specie col caldo.
    Vorrei aggiungere il mio contributo: i miei genitori sono stati truffati dalla banca (per qualche migliaio di euro) per delle azioni che non valevano niente, che ovviamente sono state caldamente consigliate.
    Al rogo la banca?

    RispondiElimina
  20. @anonimo che ha subito continui furti: qui non si sta parlando di chi ruba. Si sta parlando di chi NON ruba. non si sta parlando di chi non si integra, ma di chi SI INTEGRA. E noi li puniamo.
    studia.

    RispondiElimina
  21. Cari Anonimo 26 settembre 2010 10:46:00, Anonimo 26 settembre 2010 11:52:00, Anonimo 26 settembre 2010 12:17:00 e Anonimo 26 settembre 2010 17:05:00;

    amche a me piacerebbe un po' di durezza e di certezza della pena. Mi piacerebbe che ci aveste messo un nome, invece di un codardo "anonimo", e mi piacerebbe che venissero a cercarvi per minaccia e istigazione all'odio razziale. E che vi condannassero, così, veloci veloci.

    Con cordialità

    P.S. il fascismo che avete in mente voi, non ha niente a che fare con il rispetto delle regole, ma è solo prevaricazione. Ma la legge del più forte che sopprime il più debole non è la legge degli esseri umani. Allora: chi è più bestia?

    RispondiElimina
  22. ultimamente odio internet perchè obbliga gente intelligente, tollerante e con la testa, a confrontarsi con idioti xenofobi che non hanno capito cose semplice come:

    1- dire "mandiamoli a casa loro!" a gente che è nomade da 70 anni fa onestamente ridere..
    2- "un po' di fascismo non andrebbe male", certo.. e un pizzico di intifada? che ne dici?
    3- "mi hanno rubato in casa due volte" MA DOVE CAZZO VIVI? in una casa popolare? si vede che hai una bassa scolarità, sicuramente ereditata da genitori con bassa scolarità che in un paese con bassa tolleranza di diversità, come il nostro, ha obbligato i tuoi genitori a vivere in zone di merda, piene di persone che vedono l'illegalità come unico modo di sbarcare il lunario..

    non ho mai sentito nessun siciliano, calabrese, napoletano o pugliese lamentarsi degli "accattoni rom".. hanno problemi più grandi lì-- causati dagli stessi italiani..
    qui invece i ragazzini annoiati e ignoranti come bestie non hanno altre preocccupazioni che dare contro agli stranieri..

    vi odio tutti!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post