La prostituzione è reato solo se ti costringono

Capito? Prostituirsi è reato solo se qualche delinquente ti costringe a farlo per strada a forza di stupri, botte e ricatti.
Se invece lo fai per andare in parlamento è tutto a posto.
Gran bella logica, non c'è che dire.

Questo post è stato pubblicato il 13 settembre 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

27 Responses to “La prostituzione è reato solo se ti costringono”

  1. Anche a me le parole di Stracquadanio sembrano gravi e offensive per le donne.

    Per il resto, non condivido o meglio non capisco il tuo commento: lo sfruttamento della prostituzione "a forza di stupri, botte e ricatti" è una cosa di chiara rilevanza penale: è reato e deve rimanerlo. E in particolare la prostituta deve essere considerata vittima e non rea.
    Invece lo sfruttamento del corpo della donna per favoritismi è prima di tutto un problema etico nei confronti dei cittadini e delle cittadine; in più è un illecito amministrativo.
    Entrambe cose che fan ribrezzo, ma non sono sullo stesso piano e mi pare anche normale!

    RispondiElimina
  2. allora mi mancava qualche info. Grazie!

    RispondiElimina
  3. Salve,
    sono roberto amministratore del blog

    http://linuxfreedomforlive.blogspot.com

    intanto complimenti per il blog
    sono appena diventato fans del tuo sito nella tua pagina facebook
    volevo chiederti se potevi contraccambiare
    la mia pagina la trovi

    http://www.facebook.com/pages/LinuX-Freedom-for-Live/290943601160

    ciao

    RispondiElimina
  4. Certi palazzi del potere vanno considerati luoghi pubblici o privati?

    RispondiElimina
  5. Stracquadanio ha fatto autodafè.

    islamocomunista

    RispondiElimina
  6. ormai la decenza la vendono sul postal market

    http://cosechedimentico.blogspot.com/2010/09/lezioni-di-etica.html

    RispondiElimina
  7. "non sarebbe una ragione sufficiente per lasciare la Camera o il Senato": in parole povere, se siamo governati da prostitute dove sta il problema? Evviva la sincerità (ironicamente parlando).

    bbbrrr...vengono i brividi a sentir espressi certi pensieri..

    RispondiElimina
  8. Ci sono due candidati a ricoprire un certo incarico pubblico. Uno dei due candidati, chiamiamolo X, offre una bella cena a colui che è incaricato di fare la selezione. Il risultato è che il candidato X viene scelto per ricoprire tale posizione pubblica sebbene l'altro candidato risultasse migliore.
    Come si chiama questa? Corruzione?
    Adesso supponiamo che invece di offrirvi una cena vi offre una serata ad "alto contenuto sessuale".
    Si chiama ancora corruzione?

    La prostituzione sessuale come quella intellettuale possono essere usati nel privato visto che è lui quello che paga. Nel pubblico no perchè pagano i cittadini.

    RispondiElimina
  9. tuttavia uno che ha un'azienda privata non si sognerebbe mai di dare in gestione parte dei suoi affari ad una che se l'è portato a letto per il semplice motivo che ci rimette lui e solo lui in prima persona.

    RispondiElimina
  10. Certamente ora nessuno gli chiederà più come è entrato lui in parlamento.

    RispondiElimina
  11. Questi sono fuori di testa ! Ma hanno perso qualunque ritegno ed anche il contatto con la realta civile "prostituirsi per entrare in lista in parlamento non e' ragione sufficente per lasciare la Camera o il Senato" .. e' talmente assurdo che non si riesce nemmeno a credere che (persino) un imbecille del Partito dei Ladri abbia avuto davvero la faccia tosta o la incoscenza di dire una cosa del genere.

    Ragazzi .. ma cosa aspettate a cacciarli fuori dal parlamento questi pazzi e ceffi da galera.. fuori a pedate .. mandateli a casa, i nanofili, le puttane le ballerine col nano pregiudicato in testa. MANDATELI A CASA QUANTO PRIMA ! A QUANDO LE ELEZIONI ! PRESTO !!! A CASA !!!!

    Forza AN !! FORZA FINI !!! In galera il nano ed i suoi tirapiedi.. e' la fine dei "merdusconiani" e del "merdusconismo" .. la fine !

    RispondiElimina
  12. Secondo tra i DS ci sono un sacco di troie... non ditemi che non ci stanno !! Esponete questo aspetto ora solo perché e' PDL, ma le mignotte stanno dovunque. Secondo me pure dentro questo blog ce ne stanno, chissa' quante al lavoro ammiccano al loro capo !!!! Sculettano al loro capo mentre portano carte !! SICURO AL 100%

    RispondiElimina
  13. Anonimo delle 22.16 che visione aberrante che hai della realtà!
    Accidenti ci sono donne che per arrivare dove sono arrivato hanno studiato una vita.
    Non è che ora siccome è arrivato mister b tutte si sono sempre prostituite e sempre si prostituiranno.
    Ci sono persone a cui il velinismo fa schifo, hanno la dignità ancora intatta e mai si piegheranno alle velleità di chicchessia, solo perchè ha i soldi e li unsa in maniera immonda.

    RispondiElimina
  14. Niente mignotte, caro anonimo.
    Qui solo ballerine (accompagnate da nani cantanti)

    islamocomunista

    RispondiElimina
  15. Non ho mai sentito fare da Straquadanio un discorso che evidenzi un Q.I. misurabile

    RispondiElimina
  16. Ora qui si grida allo scandalo per la scoperta che qualcuna fa il mestiere più antico del mondo ! che post e che commenti qualunquistici !!!

    Le mignotte sono ovunque (e, per fortuna, aggiungo io)

    RispondiElimina
  17. @anonimo 9:57: non sta scritto da nessuna parte che bisogna conformarsi agli usi di casa tua.

    RispondiElimina
  18. @ultimo Anonimo: la capacità di leggere senza capire (o senza voler capire) a volte è stupefacente. Il post -con ogni evidenza- parla dell'ipocrisia di chi da un lato proibisce la prostituzione e dall'altro, quando è esercitata a livello "alto", invece la giustifica. Dimmi tu, per cortesia, dove avrei detto che sono scandalizzato dalla scoperta che c'è chi si prostituisce. Insomma, per commentare non sarebbe almeno necessario leggere quello che uno ha scritto?

    RispondiElimina
  19. E poi mi raccomando: la CARRIERA. Diventare deputato non è abnegazione per la comunità, è carriera. Pane al pane, vino al vino.

    RispondiElimina
  20. dico solo, @Metil, che il tema delle prostitute non merita attenzione; di che scandalizzarsi, di che dibattere ? Siamo circondati da prostitute e, comunque, ripeto: per fortuna ! Sono le migliori perchè niente è più vero di un rapporto con una di quelle... sai già tutto prima!

    RispondiElimina
  21. @Anonimo delle 22.16 da donna ti dico solo una cosa: ma vaffanculo!
    Le donne così ci sono solo nei posti dove tale atteggiamento viene "premiato" [ovvero dove il capo è un maschilista di merda]e spesso si tratta di mantenere il posto,non di fare carriera...
    quindi prima di dire idiozie falle filtrare dal tuo centro di Broca [l'area cerebrale che elabora risposte coerenti all'input linguistico].

    @Metil: che la Carfagna non dicesse altro che cose prive di senso lo sapevamo...
    Eliminare la prostituzione[ovvero una consuetudine più radicata del matrimonio e del fondare villaggi]! mi viene in mente S.Agostino e il suo bimbo che svuota il mare...

    RispondiElimina
  22. Silvia sono d'accordo con la critica che fai ad anonomo delle 22.16,non lo sono x il resto.
    Lungi da me difendere la categoria maschile,ma non è assolutamente vero che certe donne ci sono solo nei mosti dove tale atteggiamento viene premiato,...l'amara verità è che non tutte le donne hanno una morale (ovviamente lo stesso vale x gli uomini in uguale quantità eh),e alcune scelgono di farlo x fare carriera,o per ottenere_/mantenere il posto, xchè x loro non c'è niente di male a comportarsi così.
    Non sono solo gli uomini ad avere la copla in situazioni del genere.

    RispondiElimina
  23. Domanda per Metilparaben ma anche per gli altri: per voi c'è differenza sul piano morale tra il prostituirsi per ottenere una carica di potere oppure anche semplicemente per ottenere un posto di lavoro ed il prostituirsi semplicemente per guadagnare denaro facendo la prostituta? Insomma in fondo anche le prostitute "normali" quelle che fanno volontariamente le prostitute coi clienti ottengono un posto di lavoro(di potere o meno che sia) grazie al fatto che si prostituiscono. Quindi o si accettano tutti i casi di prostituzione dove c'è consenso oppure si condannano tutti i casi di prostituzione(di potere o meno) anche quando c'è consenso. Strellenelfosso

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post