Ti ricordi, Danie'?

Dai, sforzati, vedrai che te lo ricordi...

Nelle tragedie che ancora una volta stanno caratterizzando il Mediterraneo, ferme restando le questioni di fondo sul grande tema dell'immigrazione (su cui mi pare saggia la direzione di marcia che il ministro Amato sembra avere scelto), credo che debba essere accertata la gravissima responsabilità di Gheddafi.
E' infatti il capo del regime libico che, con grande cinismo, sembra "aprire" e "chiudere" i rubinetti, giocando sulla pelle di migliaia di disperati, e con l'obiettivo neanche troppo nascosto di utilizzare questo genere di "pressione" per le sue interminabili rivendicazioni e trattative con l'Italia.
Lo ripeto: da una parte, occorre quindi dare risposte lungimiranti e di apertura sul tema dell'immigrazione (ricordando che i maggiori paesi occidentali sanno farsi forti di questa grande risorsa); ma dall'altra non possiamo nasconderci la partita opaca e poco limpida che ancora una volta sembra giocata dai vertici libici.
Daniele Capezzone, 21 agosto 2006.

Questo post è stato pubblicato il 01 settembre 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

18 Responses to “Ti ricordi, Danie'?”

  1. Però come parlava bene... Male se non lo pensava. (Hai visto Alessandro come sono buona? Ho scritto se).

    RispondiElimina
  2. ma stiamo a badare alle parole di questo qui? ma che ddaveeero?

    RispondiElimina
  3. in tutta franchezza, non sono mai riuscito a capire come si possa apprezzare uno con la pedanteria di Capezzone!
    A chi lo ha seguito prima della conversione - sempre che di conversione si sia trattato - chiedo: che antenne avete per giudicare le persone?

    RispondiElimina
  4. Capezzone è come il suo occhio destro (e se lo guari bene, capisci cosa intendo).
    Ti dirò, a me sono partite le transaminasi più quando ho letto le sciocchezze di Christian Rocca:

    "Gheddafi a Ground Zero
    31 agosto 2010 Blog
    La baracconata islamista di Gheddafi a Roma mostra tutta l'ipocrisia dei nostri intellettuali engagé. Gridano giustamente alla vergognosa indecenza del leader arabo (che secondo altri espertoni sarebbe leader laico) che prova comicamente a fare proselitismo islamico a Roma. Oh, come sono indignati! Ma di fronte alla moschea a due isolati da Ground Zero danno lezioni di tolleranza, rispetto, multiculturalità e tacciano di razzismo chiunque ponga il problema dell'opportunità di una scelta del genere. Gheddafi no, moschea a Ground Zero sì. La differenza? Berlusconi"

    Vero e valido esempio di lettura in malafede, che riferisce quello che vuole riferire e giochicchia aggirando le vere ragioni di uno sdegno diffuso.
    Saluti,
    Alessandro

    RispondiElimina
  5. Quello di ora è Neri Marcorè in una delle sue (meravigliose) imitazioni, solo così si spiega. Difatti, se ci fate caso, né lui né Ghedini o Gasparri appaiono assieme :)

    RispondiElimina
  6. No, mi sa che non si ricorda, così come credo abbia smarrito il passato radicale. La baracconata di Gheddafi con il suo proselitismo islamico ha avuto, secondo me, un grande merito quello di rendere chiaro, mi auguro anche ai cattolici, che al fine di garantire la libertà di culto lo Stato deve essere laico e non aderire a nessun culto ufficile. Poi le coscienze di ognuno si possono dirigere dove vogliono e dove credono, ma se si accetta l'influenza delle religioni, inevitabilemente si ingloba il principio delle separazione, della diffidenza, e dell'incomunicabilità. Le conseguenze come dimostrato più volte dalla storia triste di questa umanità acritica sono quasi sempre quelle della tragedia.

    RispondiElimina
  7. A capezzò te chiamano sempre "er zompa"?
    Ma vedi d'annattene che nun ce credi manco te!

    RispondiElimina
  8. Non ho capito, stai puntando il dito su un cambio di bandiera/opinione/incoerenza di capezzone? Se dovessi farci un post ogni volta saresti blogger a tempo pieno 24/24, 7/7, e scriveresti solo con controllo vocale perché ti cascano le dita entro domani a pranzo.

    RispondiElimina
  9. DOMANDA: MA NON SARA' UN PO' DI INVIDIA PER CHI HA AVUTO SUCCESSO, VISIBILITA' E SOLDI, A DISPETTO DI CHI SMANETTA TUTTO IL GIORNO SU INTERNET E CONCLUDE POCO O NULLA (SUL PIANO POLITICO) ?

    RispondiElimina
  10. Se diventare il cane da guardia di berlusconi e abbaiare a comando significa aver concluso qualcosa sul piano politico, allora abbiamo due concetti di politica diversi. :-)

    RispondiElimina
  11. Su Daniele, riascoltando per lavoro un programma rai di circa un mese fa, con stupore l'ho sentito dichiarare, commentando la richiesta di dimissioni di Fini: "io mi dimisi da presidente di una importante commissione perchè fu votata una legge che aumentava le tasse". Ma a voi risulta che andò così?

    RispondiElimina
  12. No Metil, ha ragione Anonimo. Noi comunisti sappiamo solo odiare e invidiare. Per Capezzone poi nutriamo un'invidia straordinaria, pari solo a quella che abbiamo per il suo padrone.

    RispondiElimina
  13. Sto gran rifardito! Siamo il paese dei voltagabbana professionisti. Peccato che la maggior parte la voltino dalla parte sbagliata (sempre quella più comoda)

    RispondiElimina
  14. Capezzone è il simbolo di questo governo vergognoso!!Un governo fatto di leccaculi e voltagabbana!!!Che schifo!!!

    RispondiElimina
  15. 2° DOMANDA: QUANTI DI VOI SE POTESSERO FARE A CAMBIO, SCEGLIEREBBERO DI AVERE IL RUOLO DI CAPEZZONE (UN SEGGIO AL PARLAMENTO, STIPENDIO E PENSIONE DA FAVOLA, AUTO CON AUTISTA, INVITI A CERIMONIE PUBBLICHE, INCONTRI CON PERSONALITA' POLITICHE MONDIALI, TESSERE PER AEREI, TRENI E STADIO GRATIS, QUALCHE GIOVANE DONNA COMPIACENTE A DISPOSIZIONE), ANZICHE' SMANETTARE (+-GRATIS E PER POCHI "ELETTI") SU INTERNET TUTTO IL GIORNO ? QUANTI FAREBBERO ANCORA I PURISTI ? E RICORDATEVI SEMPRE DELLE VOSTRE VITE, DELLE VOSTRE FATICHE, DEI VOSTRI LAVORI +- UMILIANTI, DELLE VESSAZIONI A CUI SIETE SOTTOPOSTI FUORI DALLA RETE INTERNET, DELLE TASSE CHE VI OPPRIMONO, DEL TRAFFICO, ecc. E CHIEDETEVI SE NON STA MEGLIO LUI DI VOI.... CREDO CHE VI MUOVA MOLTA INVIDIA E FRUSTAZIONE

    RispondiElimina
  16. Naturalmente sei libero di pensarlo, e la controprova non ci sarà mai. Tuttavia, a occhio e croce, per quanto mi riguarda provo ancora un certo piacere nel potermi guardare allo specchio ogni mattina quando mi sveglio.

    RispondiElimina
  17. E 1 CONSIDERAZIONE: SECONDO ME, E' SOLO UNA QUESTIONE DI PREZZO E... LA MAGGIOR PARTE DI CHI SCRIVE QUI, SI COMPRA CON UN PIATTO DI LENTICCHIE ! E' SOLO CHE ANCORA NON SI E' PRESENTATO NESSUNO PER VOI !!!!! PERCHE' CONTATE POCO O NIENTE.

    RispondiElimina
  18. IN SECONDA ELEMENTARE DI SOLITO SI COMINCIA A SCRIVERE IN MINUSCOLO

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post