Ma quale Roma ladrona, siete come tutti gli altri

Il fatto che il presidente di un consiglio regionale accusato di uso improprio dell'auto di servizio si autosospenda dal suo partito prima ancora di prendere in considerazione l'ipotesi di dimettersi dall'incarico pubblico che ricopre significa una cosa che sapevamo da un pezzo: in Italia i partiti sono più importanti dei cittadini.
Se il politico in questione è un leghista, tuttavia, possiamo desumere un elemento in più: la Lega Nord, che blatera di voler superare l'egemonia dei partiti a beneficio dei cittadini (con abbondante utilizzo, per non dire abuso, di termini quali "territorio","cittadinanza" e "popolo"), quando le conviene è partitocratica tanto quanto gli altri; circostanza peraltro già ampiamente dimostrata dal fatto che l'attuale legge elettorale, che ha rapinato i cittadini della possibilità di scegliere i propri rappresentanti in parlamento per metterla completamente nelle mani dei partiti, sia stata concepita proprio ad opera di un leghista.
Sapete cosa, amici della Lega? Siete esattamente come quelli sui quali sputate veleno da anni, né più e né meno.
Date retta, piantatela: ormai non vi crede più nessuno.

Questo post è stato pubblicato il 07 settembre 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

11 Responses to “Ma quale Roma ladrona, siete come tutti gli altri”

  1. aaah, magari non li credesse più nessuno, magari...

    RispondiElimina
  2. Chi ci crede nella Lega diversa dagli altri partiti, non fa neppure caso a quanto scritto nell'articolo. Passa tutto in secondo piano e qualunque mezzo è legittimo per raggiungere gli obiettivi prefissati.

    RispondiElimina
  3. il problema è che fenomeni di questo tipo non li trovi solo nella lega... anzi.. in realtà la lega non ha farina nel suo sacco, è uno specchio che riflette il pensiero di tanti.

    RispondiElimina
  4. IL leghista è il prototipo dell'ignorante ItaLiano perchè sia ben chiaro è un ItaLiano il "Lecchista"

    RispondiElimina
  5. La Lega, per come la vedo io è piu' simile ad una religione che ad un partito...
    E quando le cose si mettono male si ricorre ai miti:la lega che combatte contro Roma Ladrona (sono scesi a Roma e stanno "ladronando" anche loro da tempo oramai), la lega forte verso i clandestini e la sicurezza(cifre su immigrazione e crimini semplicemente costanti)...
    E vai con Borghezio che vuole fare "un culo così" agli islamici...
    Sono proprio curioso di vedere come se la sbrigheranno con Kim Jong Silvio filo-libico e il buon rapporto dei leghisti con Gheddafi e l'Islam in generale...

    RispondiElimina
  6. >Date retta, piantatela:
    >ormai non vi crede più nessuno.

    Certo come no, vedremo alle elezioni...

    RispondiElimina
  7. Condivido in pieno ad eccezione della frase finale.
    Purtroppo c'è ancora tanta gente che crede ancora in questa massa di ignoranti

    RispondiElimina
  8. Chi vota lega ha la partita iva e non paga le tasse....altro che credere in qualcosa.
    Smettiamola di fare finta che quei beduini abbiano a cuore qualcos'altro che non siano i cazzacci loro.

    RispondiElimina
  9. Io son curioso di vedere se questo legame col territorio è poi così vero o è solo una frase che viene ripetuta dai media e niente più.

    RispondiElimina
  10. Anonimo 19,38, come ti sbagli! Purtroppo il principale serbatoio elettorale delle Lega sta diventando quello dei pensionati,delle famiglie operaie monoreddito, del piccolo impiego, dei piccoli agricoltori alla canna del gas; il grosso dei voti viene da lì, altro che partite Iva.
    Senza contare tutta quella gente che dice: "La prossima volta voto Lega per protestare contro questo schifo". Come è successo in Piemonte alle regionali.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post