Militia Christi condannata, però non paga

Copio e incollo, non senza una certa soddisfazione, dal sito dell'Associazione Luca Coscioni:

Il Tribunale di Roma, sezione penale, ha condannato i responsabili dell'associazione Militia Christi nella causa intentata per diffamazione da Marco Cappato, Segretario dell'Associazione Luca Coscioni.
L'oggetto della causa riguardava le dichiarazioni rese in un comunicato stampa dell'associazione il 21 dicembre 2006, il giorno successivo alla morte di Piero Welby, avvenuta a seguito dell'interruzione della respirazione artificiale. Nel comunicato stampa, Militia Christi definiva "assassini" e "associazioni a delinquere" l'Associazione Luca Coscioni, la Rosa nel Pugno e il medico Mario Riccio. Il Giudice, dopo aver ascoltato le parti nelle persone di Marco Cappato per l'Associazione Luca Coscioni e di Fabrizio Lastei per Militia Christi, ha comminato a Militia Christi una sanzione di mille euro e delle spese processuali. La condanna si aggiunge al giudizio già pronunciato in sede civile, che ha portato alla condanna di Militia Christi a risarcire per un ammontare di 60.000 euro più le spese l'Associazione Luca Coscioni, la Rosa nel Pugno e Mario Riccio (20.000 euro ciascuno).
Sino ad ora Militia Christi non ha mai pagato ed inutili sono risultati anche i tentativi di esecuzione della condanna.

Questo post è stato pubblicato il 28 settembre 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

13 Responses to “Militia Christi condannata, però non paga”

  1. L'importante è stabilire il precedente, Metil. Adesso sotto con gli atei devoti e i laici genuflessi. E non dimenticatevi dei teocon.

    RispondiElimina
  2. Sono solo dei famtasmi quando si parla di storia e dei fantasmi quando si tratta di cacciare i soldi.
    Così é troppo facile !

    RispondiElimina
  3. Il fatto stesso che si chiamino, Militia Christi, dimostra quanto siano fanatici e violenti.
    Sono solo dei poveri imbecilli intolleranti e prepotenti come tutti i fanatici; in più anche disonesti.

    RispondiElimina
  4. Eddài, che adesso c'è anche un tipo che ci spiega come picchiare la moglie... http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/predicatore-egiziano-musulmano-picchiare-moglie-558367/

    RispondiElimina
  5. AL pensa ai tuoi sodali che insegnano ai bambini statunitensi come imbracciare un mitra. Cattolico talebano.

    RispondiElimina
  6. Forse avranno anche ragione i giudici , ma ciò che si vede sempre più oggi è un laicismo imperante , un disprezzo e attacchi alla chiesa cattolica, che è la religione su cui la nostra cultura si è sviluppata. Le stesse persone che attaccano la chiesa non si rendono invece conto di tutto quel fascismo islamico che sta espandendosi nel mondo e rischia di invaderci. Una religione , quella islamica, che è antitetica al nostro occidente civile e che molti intellettuali non criticano. Il problema è che un paese deve reggersi anche su dei valori, e oggi i valori vengono infangati da atei che non hanno niente da dire a parte il loro ateismo ( vedi quella gente come oddifreddi e co ). comunque sia va bene , avrà anche ragione il giudice, ma senza una religione autorevole le aspirazioni di fede degli uominni rischiano di essere attratte da sette come quelle americane o dall islam che comportano intrisecamente il fanatismo.

    RispondiElimina
  7. "la chiesa cattolica, che è la religione su cui la nostra cultura si è sviluppata"

    Parla per te.

    RispondiElimina
  8. Ma per carità, nel medioevo la chiesa ci ha fatto perdere secoli di progressi scientifici. Adesso avremmo la cura per il cancro...e invece...

    RispondiElimina
  9. Blasfemi relativisti, brucerete all'inferno ! Mark

    RispondiElimina
  10. Eh già, i "credenti" potrebbero anche smettere di rompere le saccocce a mezzo mondo, dato che poi appunto i miscredenti brucerebbero all'inferno, e per l'eternità, per giunta! Però sotto sotto evidentemente lo sospettano pure loro che siano tutte favolette, e così si ammazzano di fatica per rovinare la vita alla gente qui sulla terra, finchè è possibile. Dato che dopo morti - ehi ragazzi, sveglia - non esiste nè paradiso nè inferno. Bye bye, e la vita ce la siamo giocata qui con fanatismi vari e sottomissione a quattro cialtroni che si spacciano per portavoce di chissà quali immaginarie entità soprannaturali. Ma dico io, come si fa a dar retta a gente che da 2000 anni studia sempre lo stesso libro, e ancora non ne ha cavato una cosa utile che sia una?

    RispondiElimina
  11. Grazie a questo post ho visitato il sito di Militia Christi. Ne valeva la pena.
    Comicità involontaria?
    involontaria non saprei, sicuramente comicità di grande livello.
    Viva Cristo Re!

    Bolla 451

    RispondiElimina
  12. Il programma è pressoché identico a quello di vari movimenti neofascisti e simili (a loro volta simili a vari movimenti degli anni '30, specie nell'Europa centrale), direi che come cattolico non mi rappresentano per niente, ma forse sono io ad essere atipico.

    RispondiElimina
  13. Laicismo imperante?! Che problema!!! Il fatto che se ne parli significa che per anni non c'è stato, mentre l'Italia è un paese laico , e per colpa delle vostre religioni del kaiser , non abbiamo mai raggiunto l'obiettivo laicità, soprattutto per colpa dei cattolici.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post